SMALLING ALLA ROMA/ Colpaccio di Petrachi: tifosi Manchester United infuriati!

- Davide Giancristofaro Alberti

Chris Smalling alla Roma, è fatta per il difensore del Manchester United: tifosi Red Devils in collera sul web, che attacchi alla dirigenza!

Smalling_Kane_United_Tottenham_lapresse_2018
Diretta Manchester United Tottenham, Premier League 3^ giornata (Foto LaPresse)

E’ Chris Smalling il rinforzo per la difesa della Roma: il direttore sportivo Gianluca Petrachi ha raggiunto un’intesa totale con il Manchester United per il classe 1989 nato a Greenwich, nel giro della Nazionale inglese di Southgate. Un affare che ha mandato in estasi i tifosi della Lupa, ma che ha fatto infuriare i sostenitori dei Red Devils: decine i messaggi di protesta nei confronti della dirigenza, che avrebbe dovuto vendere Phil Jones e Marcos Rojo anziché l’ex Fulham. Oltre 200 presenze e 12 gol per Smalling con il top club di Premier League, progressivamente in calo da tre anni a questa parte. Un calciatore preso da Ferguson che però non è riuscito a trovare la giusta continuità di rendimento, tanto da finire ai margini dell’undici titolare di Solskjaer già al termine della passata stagione con la promozione di Lindelof a titolare. Ora sarà Fonseca a provare a farlo tornare al miglior rendimento, una scommessa che il portoghese è pronto a vincere… (Aggiornamento di Massimo Balsamo)

SMALLING-ROMA, E’ FATTA

Un calciatore seguace della filosofia alimentare vegana e che è da tempo in prima linea nella lotta contro il razzismo: è questo in breve il profilo extra-sportivo di Chris Smalling il 30enne gigante della difesa che, salvo imprevisti, oggi firmerà per la Roma in prestito dal Manchester United dove nell’ultimo periodo era caduto un po’ in disgrazia finendo per essere solo un rincalzo nello spartito di Ole Gunnar Solskajer. Il roccioso centrale nato a Greenwich, Londra, nel 1989 che vanta anche 31 presenze e una rete nella Nazionale inglese proverà all’ombra del Colosseo a ritagliarsi il suo spazio dopo aver ceduto la maglia di titolare ad Old Trafford ad Harry Maguire, provando a rendere la retroguardia capitolina più impermeabile, specialmente dopo quanto visto nell’esordio in campionato tra le incertezze di Fazio e Mancini e il lento inserimento del nuovo arrivato Mancini. Insomma la Serie A come un tentativo di rilancio per Smalling, lanciato da Roy Hodgson anni fa nel suo Fulham e poi voluto a Manchester da sir Alex Ferguson quando lo United ancora faceva tremare il mondo: “Ferguson è un genio, gli devo moltissimo” ha detto di lui Smalling in tempi non sospetti. (agg. di R. G. Flore)

IL DIFENSORE SEGUITO DA ALTRI 2 CLUB ITALIANI

Chris Smalling ad un passo dalla Roma: operazione in dirittura d’arrivo che porterà il fisico centrale di difesa di proprietà del Manchester United alla corte di Paulo Fonseca, bisognoso di un elemento di alto livello per porre un argine all’emorragia che già nella prima giornata di campionato contro il Genoa ha portato in dote 3 gol subiti. Ma c’è un retroscena, raccontato dal “Manchester Evening News”, che dà l’idea della concorrenza che il direttore sportivo Petrachi ha dovuto superare per assicurare il sì di Smalling e della società di Old Trafford. Altre due squadre italiane avevano infatti messo gli occhi sul 29enne, calciatore in grado di assicurare fisicità ed esperienza ad alti livelli: si tratta di Milan e Fiorentina, società che per differenti motivi non hanno poi affondato il colpo, spianando di fatto la strada alla Roma. (agg. di Dario D’Angelo)

SMALLING ATTESO IN ITALIA

Colpo a sorpresa in casa Roma: arriva Chris Smalling. Negli ultimi minuti i principali organi di informazione sportiva, a cominciare da La Gazzetta dello Sport, hanno dato l’annuncio riguardante questa inedita trattativa fra i giallorossi e il Manchester United, in chiusura. Dopo lunghe ricerche i capitolini sono quindi riusciti ad individuare il sostituto del nazionale greco Manolas (ceduto ufficialmente al Napoli), ed entro domattina il 29enne nel giro della nazionale inglese dovrebbe sbarcare a Trigoria, per sottoporsi alle rituali visite mediche e firmare il nuovo contratto con la Lupa. Nelle ultime settimane le indiscrezioni di mercato davano in arrivo a Roma uno fra il bianconero Rugani e il calciatore del Liverpool Dejan Lovren, ma evidentemente si trattava di false piste, visto che nella capitale è in arrivo l’inglese dei Red Devils.

CHRIS SMALLING ALLA ROMA

L’operazione, secondo quanto scrive Calciomercato.com, sarebbe stata chiusa nella serata di ieri con la formula del prestito oneroso da 3 milioni di euro, con diritto di riscatto ad una cifra che dovrà essere discussa al termine della stagione iniziata lo scorso weekend. Smalling si trova al momento nella sede del Manchester United ed è atteso a Roma fra la serata di oggi e la mattinata di domani. Inizialmente i Red Devils avevano chiesto 20 milioni di euro per la cessione a titolo definitivo del 29enne, poi divenuti 3 con diritto di riscatto che comunque non dovrebbe scostarsi di molto dai 16/17 milioni di euro. Smalling viene da una stagione 2018-2019 in cui ha indossato 34 volte la prestigiosa maglia del Manchester United, di cui 24 in campionato, 8 in Champions League, e le restanti due in FA Cup, con l’aggiunta di una rete segnata. Dopo le giovanili nel Fulham, è sbarcato fra i ragazzi dello United, quindi la prima squadra del Fulham e di nuovo lo United. Con i Diavoli Rossi ha disputato più di 320 partite, mentre con la nazionale inglese sono 31 i gettoni totalizzati.

© RIPRODUZIONE RISERVATA