LE TRE ROSE DI EVA/ Giorgia Wurth: Bruno o Camerana? Forse Tessa non sceglie nessuno, ma un sacrificio d’amore…

- int. Giorgia Wurth

Continua il “viaggio” tra i misteri e le passioni raccontate nella fiction Mediaset. Questa settimana è l’attrice GIORGIA WURTH a presentare la nona puntata, in onda stasera su Canale 5

trerose_tessa-brunoR425
Tessa e Bruno (Ufficio stampa Mediaset)

Intervista a Giorgia Wurth (anticipazioni) – Le tre rose di Eva sta entrando nella fase calda e avvincente degli episodi finali: stasera su Canale 5 sarà trasmessa la nona puntata e comincerà a stringersi il cerchio intorno all’assassino di Luca Monforte. Di pari passo, continua il nostro viaggio alla scoperta degli aspetti più curiosi e interessanti della fiction, attraverso il racconto dei protagonisti e questa settimana è Tessa Taviani, o meglio, l’attrice che le dà il volto, Giorgia Wurth, a regalare ai lettori de ilsussidiario.net inedite anticipazioni e a svelare come ha vissuto l’avventura sul set. Abbiamo raggiunto telefonicamente Giorgia il giorno dopo un grande evento di cui è stata protagonista e di cui è orgogliosa di parlare: è stata Madrina del Giro d’Italia 2012 e proprio domenica scorsa era a Milano, all’arrivo dell’ultima tappa, dove ha premiato i ciclisti vincitori. Ma scoprite cosa accadrà alla “sua” Tessa Taviani….

Ne Le Tre rose di Eva interpreta Tessa Taviani, la più giovane e vivace delle tre sorelle. Una ragazza che in otto puntate abbiamo visto evolversi…

Tessa Tavani è forse uno dei personaggi più completi della fiction, in dodici puntate assisterete a una splendida e sorprendente evoluzione di questa ragazza. Nei primi episodi, Tessa è apparsa come ragazza egoista, spregiudicata e ambiziosa, ma nelle puntate successive, e vedrete anche nella prossime, svela i sentimenti e il lato più autentico del suo carattere: Tessa è generosa, anche se si chiude perchè ha sofferto molto a causa dell’abbandono della madre Eva, e ha patito per amore. Ha provato molto dolore e ha cercato di guarirne costruendosi una corazza e cercando, forse con una punta di opportunismo, di ottenere il meglio dalla vita anche in termini materiali. A un certo punto, però, Tessa incontra Bruno; questo ragazzo saprà aprirle il cuore.

Come si è preparata per il ruolo di Tessa Taviani?

Ho cercato di dare a Tessa una certa leggerezza con un velo di comicità, altrimenti rischiava di risultare davvero insopportabile… Tessa, anche a livello fisico, è molto diversa da me, è rossa di capelli e a me piace molto lavorare indossando le parrucche, ultimamente ho dovuto farlo spesso nei miei lavori e ho avuto piacere nel mettere in atto una certa trasformazione fisica per interpretare Tessa.

Guarda in anterpima le foto della nona puntata della fiction 

E’ un aspetto che in questo caso, ma anche in altri, mi ha aiutato molto a entrare nel ruolo e a diventare altro da me. Ho dovuto creare uno stile per Tessa, che ha un modo di vestire aggressivo, atteggiamenti e modi di fare provocanti. Quando l’esteriorità è così ben definita, di conseguenza è stato poi naturale dare a Tessa il suo carattere, la sua interiorità. Per interpretarla non ho cercato i punti che il personaggio poteva avere in comune con me, con la mia vita, ma al contrario, le differenze.

Leggi le anticipazioni dettagliate della nona puntata

Ci regali un po’ di anticipazioni. Tessa è divisa tra due uomini molto diversi tra loro, Bruno Attali e Ruggero Camerana: chi tra i due avrà la meglio?  

Non voglio rovinare la sorpresa finale ai telespettatori, ma vi posso dire che tra Ruggero e Bruno, per Tessa si tratterà di fare una scelta tra cuore e cervello. Verso Bruno c’è il sentimento, la “pancia”, perchè c’è anche una fortissima attrazione fisica. Con Ruggero c’è la pianificazione, una sorta di progettualità, una predisposizione razionale. Tessa dovrà guardarsi dentro e capire se in lei prevarrà il cuore o la razionalità. E chissà, forse alla fine di questa prima stagione non vincerà nessuno dei due, quindi non sceglierà né Bruno, né Ruggero… Tessa potrebbe fare un grande sacrificio per amore…

Continuiamo con queste interessanti anticipazioni: come si evolverà il rapporto tra Tessa ed Eva? La ragazza ha reagito con molta ostilità al ritorno della madre…

Tessa sembra la più ostile nei confronti della madre, ma vedrete che la terza figlia è colei che si sente più legata a Eva perchè queste due donne sono molto simili. Tessa è la “rosa” di Eva che le somiglia di più rispetto a Marzia e Aurora: ragiona come lei, hanno lo stesso carattere, ed è questa somiglianza che porta Tessa a odiare la madre. La mamma è anche causa del suo comportamento così spregiudicato con gli uomini. Da un lato non vorrebbe essere come Eva, dall’altro prova un amore così grande nei suoi confronti che l’ha portata a odiarla quando si è sentita tradita dall’abbandono di Eva, che, come avete visto, si è di nuovo allontanata dalle figlie. Alla fine vedrete che questo amore di Tessa nei confronti della madre riemergerà e si rivelerà importante.

E il rapporto tra Tessa ed Elena Monforte, gelosissima del fatto che tra Bruno e la Taviani ci sia una relazione?

Elena Monforte agli occhi di Tessa è assolutamente insignificante, non si preoccupa delle sue reazioni assurde, che più che altro sono dirette contro Bruno. Tessa fa il suo percorso senza curarsi di Elena.

Come si è trovata sul set de Le tre rose di Eva?

Con le mie sorelle Aurora, Anna Safroncik, e Marzia, Karin Proia, si è creato un rapporto splendido, ho inoltre avuto l’onore e il piacere di conoscere e di lavorare con Paola Pitagora, attrice che stimo moltissimo, come del resto Barbara De Rossi. Il cast era composto per la maggior parte da attori che provengono dalla fiction e dalla soap opera, io avevo alle spalle il cinema per cui non avevo la loro esperienza nella velocità e nel numero altissimo di scene da girare in un solo giorno, spesso magari scollegate tra loro. I tempi di produzione televisivi sono molto più rapidi rispetto a quelli del cinema, dove c’è molto più tempo per provare le scene, per cui per me Le tre rose di Eva è stata una grandissima palestra e per fortuna ho avuto l’esperienza nella soap Un posto al sole, che mi ha aiutato molto nell’essere rapida e pronta. Spesso si dice che gli attori televisivi siano meno bravi di quelli che fanno solo cinema, ma non è assolutamente vero: le condizioni in cui si lavora in tv, come in questo caso, richiedono una maggior prontezza e velocità da parte di un attore rispetto al cinema, come hanno dimostrato i miei colleghi.

Quali saranno i prossimi lavori di Giorgia Wurth?

Sto girando il mio terzo film in 3D, Treddi movie – Una notte agli Studios, diretto da Claudio Insegno, in cui sono protagonista insieme a Enrico Silvestrin e lo stesso Insegno. Questo trio dovrà salvare Cinecittà da un nemico che la vuole distruggere. Ogni giorno alle ore 9.00 va in onda su Cielo tv il programma che conduco, Voglio vivere così: sono andata in giro per l’Italia per raccontare al pubblico storie di persone che mollano tutto e cambiano completamente la loro esistenza. Sto inoltre scrivendo il mio secondo romanzo.

 

(Camilla Schiantarelli)  



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori