TI LASCIO UNA CANZONE 2012/ Vincitore è Michele Perniola, che scalza il podio. Seconda puntata, video

- La Redazione

Il riassunto del secondo appuntamento del baby talent condotto da Antonella Clerici su Rai Uno, che ha visto la presenza, come ospite, della cantante Noemi. Il resoconto della puntata

Fotolia_telecomando2_R439
Fotolia

Ti lascio una canzone 2012 è tornato su Rai Un: la seconda puntata del baby talent condotto da Antonella Clerici ha regalato grandi emozioni e un pizzico di suspence per conoscere chi sarebbe stato il vincitore tra i bravissimi giovani talenti della canzone. Verdetto nelle mani del pubblico del televoto e della giuria composta da Pupo, la cantante lirica Cecilia Gasdia e il cantante Massimiliano Pani. In questa edizione di Ti lascio una canzone la gara è resa un po’ più competitiva dai voti dei giurati che, oltre alla canzone, decretano il vincitore tra uno dei cantanti i quali, alla fine, sfidano il podio dei campioni nel tentativo di accedere alla finalissima. Quest’ultimo è costituito, stasera, da Mattia Lever e Stefan Atirgovitoae (vincitori delle due passate edizioni) e Vania Ferrara (trionfatrice della prima puntata). Caterina Zampieri, 11 anni proveniente da Verona, è la prima a salire sul palco e canta “La musica è finita” di Ornella Vanoni, ottenendo 23 punti. Il secondo cantante è Giovanni Sutera Sardo, siciliano che interpreta “For once in my life” di Stevie Wonder: 25 i punti totalizzati. Poco dopo guadagna il palco Matteo Martignone, che si esibisce in “Se io, se lei” di Biagio Antonacci: nonostante sia un ragazzo che “si è fatto da sé” senza aver mai studiato canto, il voto è un buon 24. Gabriele Acquaviva è poi il simpatico quarto concorrente: autoironico a tal punto da scatenare l’ilarità del pubblico, è in grado di ammutolire quest’ultimo (con tanto di standing ovation) quando canta “L’amore è una cosa meravigliosa” di Massimo Ranieri. Per la giuria è un 27. Quinto concorrente, quinta canzone: questa volta è il turno di Michele Perniola, che da voce a un brano di Michael Jackson intitolato “Man in the mirror”: suggestivo anche l’abbigliamento, che ricalca quello del “re del pop”. Anche in questo caso un “tris di nove” fa totalizzare 27 punti. Per l’esibizione successiva, c’è il debutto della 13enne Stella Grillo, che ottiene molti consensi con un brano di Mia Martini: “Almeno tu nell’universo”, accolto però dalla giuria solo con un 23, per lo più penalizzato dall’emozione della ragazzina. Dopo tante voci “impegnative”, la simpatia dell’11enne Carlo Fontana porta in scena “Il rock di Capitano Uncino” di Bennato, guadagnandosi un 26. E come sempre, la lirica non manca mai: quest’anno il duo Alfio Bonaccorsi-Roberta Totaro si cimenta in “Se..”, colonna sonora dell’omonimo film. Il voto è un 22. E non manca lattesa esibizione di  Antonella Clerici, che vestita da “fata fatuzza”, canta Obabaluba di Daniela Goggi. Lo studio si trasforma poi in una discoteca “improvvisata”, con uno dei due piccoli presentatori d’eccezione che, al ritmo di musica dance, fa scatenare il pubblico in cori. E’ solo un preludio alla parte centrale della serata, che vede come ospite la “rossa” cantante Noemi, definita dalla Clerici “speciale perché una delle poche ancora semplici”. In un’intervista, l’artista parla dei suoi esordi: il coro della scuola, la passione trasmessa dal padre per la musica, il liceo classico, il diploma di  conservatorio e la laurea in lettere. C’è anche occasione per un accenno alla canzone “L’amore si odia”, che Noemi ha composto assieme a Fiorella Mannoia e che esegue per i presenti accompagnata dall’orchestra. Dopo aver raccontato un po’ di sé, la cantante duetta con le “baby spice”, cinque piccole concorrenti che, a turno, aiutano la loro “maestrina” a cantare “Per tutta la vita”. Il secondo brano è poi “Sono solo parole”, che viene realizzato duettando con un’altra concorrente. Per concludere il suo intervento, canta poi da sola il suo ultimo singolo, che si intitola “Se non è amore”. E poi riparte la gara Continua alla pagina seguente. 

La nona concorrente in gara è Gaia Lipani, che è alla seconda apparizione in televisione, e canta “I will always love you” di Whitney Huston ottenendo un voto complessivo di 27 punti e gli elogi di Pupo, che si dice quasi commosso dall’esibizione. Poi, il trio di ragazzi che si fa chiamare “Benvenuti al sud” (Antonino, Antonino e Eugenio) si scatena in una divertente interpretazione di “Barbera e champagne”di Giorgio Gaber. Pur premiando la simpatia, il voto totale è un 23. La canzone seguente (la numero 11) vede la filippina Camille Calbatera cantare “Tra te e il mare” di Laura Pausini ottenendo un 26 e gli elogi ancora una volta di Pupo. Le esibizioni si susseguono a ritmo serrato per l’ultima parte della trasmissione, ed è già la volta di Emanuele Bretelli, ragazzino di 10 anni nato a Catania. Cantando “E’ la mia vita di Albano” ottiene un complessivo di 22 punti.

Arriva quindi il momento di decretare il vincitore della puntata, che per il pubblico è Michele Perniola con la sua “Man in the mirror”: e tra la sua felicità, il piccolo Valerio, mascotte del programma, gli consegna la medaglia che gli da diritto a sfidare il podio. Solo cosi, scalzando uno dei tre campioni, egli potrà accedere alla finalissima. Mattia sceglie Stefan, che per regolamento canta prima eseguendo la canzone che lo ha portato al trionfo nella sua edizione: quest’ultima è “Profeta non sarò” di Demis Russos. Quindi, è la volta di Michele, che si esibisce con la canzone della serata. Resta solo il verdetto finale, che si ottiene sommando i voti dei giurati a quelli del pubblico: i primi vengono interpellati votando all’unisono Michele. Quindi, dopo aver scartato la busta coi risultati del pubblico, il vincitore rimane confermato, e Stefan, purtroppo, lascerà il podio. Alla pagina seguente il video.

 

 

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori