CASA E BOTTEGA/ Seconda e ultima puntata. Riassunto finale con video: Mario riconquista azienda e villa

Casa e bottega, fiction di Rai Uno con Renato Pozzetto, si è conclusa ieri. Il riassunto e il video del gran finale della seconda e ultima puntata della miniserie

17.12.2013 - La Redazione
casa-bottega-cast
foto

Il lieto fine c’è stato per i protagonisti della fiction di Rai Uno, Casa e bottega. Per chi si fosse perso l’ultima puntata in onda ieri sera, non solo offriamo il riassunto dettagliato qui sotto, ma anche il video integrale per gustare il gran finale: basta cliccare qui per avviare la visione.

Mercoledì 18 dicembre è andata in onda su Rai Uno la seconda e ultima puntata della miniserie Casa e bottega con Renato Pozzetto e Nino Frassica. Ecco cosa è successo. Mario Trezzi (Renato Pozzetto) sta per perdere il controllo, la situazione gli è completamente sfuggita di mano e a riprova di ciò rifiuta di cenare con la moglie Teresa (Anna Galiena) e il suo ex-autista Erminio, (Nino Frassica) per meditare in camera sua ed escogitare una soluzione. Ma la notte non porta consiglio al povero Mario che decide di farla finita, e dopo aver scritto una lettera d’addio, esce di casa al mattino e si reca sul molo del lago con la macchina. Una volta giunto sul molo sale sulla sua piccola imbarcazione portando con sé una fune e un sasso, raggiunge un punto isolato in mezzo al lago e dopo aver assicurato un’estremità della corda al collo e una al sasso, getta quest’ultimo nell’acqua in attesa che il peso lo trascini a fondo. I primi ad accorgersi della sua assenza e a leggere la lettera sono Teresa ed Erminio, che mettono subito in allerta le figlie Susanna (Stella Egitto) ed Emma (Cristina Marino). Le ricerche conducono subito al casolare in campagna, in cui si precipitano Susanna e il suo ex-compagno Marcello (Marco Cocci) maresciallo dei carabinieri. Ma l’idea migliore viene a Erminio, che una volta scovata l’auto usata da Mario riesce a farsi accompagnare, a bordo di un’altra imbarcazione, al largo nel lago nel disperato tentativo di ritrovarlo. Il gesto estremo di Mario fortunatamente non è andato a buon fine, e a causa della sua sbadataggine viene trovato privo di sensi sull’imbarcazione, dopo aver rimediato una botta in faccia causata dal remo impigliatosi nella corda. Per la gioia dei familiari Mario dopo una breve degenza ritorna a casa, e grazie all’aiuto della moglie comincia a collaborare con lei nel vivaio, mettendosi subito a lavorare di buona lena in società con Erminio. Nel frattempo Susanna, in procinto di sposare il suo attuale fidanzato Fabrizio (Massimo Poggio), comincia ad avere dei ripensamenti a riguardo, e pensa sempre più intensamente al suo ex-compagno. Inoltre ignora completamente che Fabrizio sta tramando alle sue spalle, non senza qualche remora, in combutta con il responsabile della finanziaria Draconi (Giampiero Judica), che ha già rilevato la bella villa posseduta dalla famiglia Trezzi. L’usuraio Draconi progetta di acquisire anche la ex-società dell’ingegnere, momentaneamente sotto sequestro e pignorata dalle banche, e Fabrizio pare essere il tramite ideale, in quanto promesso sposo della figlia maggiore dell’ingegnere.

Nonostante il lavoro della coppia Mario-Erminio vada a gonfie vele, il desiderio di tornare a occuparsi del ramo tessile riaffiora alla mente, perciò Erminio suggerisce all’ingegnere di recuperare furtivamente il materiale in giacenza nella fabbrica sequestrata. I due riescono a intrufolarsi all’interno grazie a un passaggio segreto creato ad hoc dal padre di Mario, quando in tempo di guerra dava rifugio ai partigiani, e riescono a ritornare in possesso di una piccola fornitura. Decidono quindi di rivendere il tutto al mercato, allestendo inizialmente una rudimentale bancarella e improvvisandosi venditori di piazza. Le richieste aumentano esponenzialmente e la coppia continua a rifornirsi in segreto nelle ore notturne, coltivando il sogno di poter un giorno riacquistare la vecchia fabbrica. Marcello, che imperterrito conduce delle indagini su Draconi, nel duplice tentativo di ritornare con Susanna e di aiutare la famiglia caduta in rovina, coltiva il sospetto che dietro il fallimento dell’impresa Trezzi e di altre imprese del circondario, ci sia una fitta rete di strozzinaggio. Purtroppo però non trova riscontri probatori concreti, nonostante la finanza abbia opportunamente verificato le carte relative al responsabile della finanziaria. Marcello riesce comunque a sapere che la società tessile sta per essere venduta a un’acquirente ignoto, ed essendo a conoscenza della nuova attività di Mario, mette in allerta la famiglia che di li a una settimana la fabbrica sarebbe stata rilevata nuovamente. All’unanimità si decide di rientrare in possesso della merce prima che sia troppo tardi e di nasconderla opportunamente nel vivaio visto l’ultimatum di Marcello. La notizia del “furto” giunge subito alle orecchie di Draconi, prontamente informato da Fabrizio che a sua volta viene a conoscenza dell’accaduto la notte stessa del “trasloco”, grazie a una telefonata dell’ignara Susanna. ll fato però aiuta l’audace Mario, che dopo aver preso contatti con una sua creditrice caduta precedentemente in difficoltà (Marzia Ubaldi, interpretata da Claudia Longarini) ma riuscita a risollevarsi grazie al commercio di vestiario cinese, riesce a vendere tutto lo stock presente nella fabbrica per 60.000 euro. Il mattino seguente, Fabrizio fa un sopralluogo al vivaio sotto indicazione di Draconi, per scoprire dove è stata nascosta la biancheria, ma Teresa spegne gli entusiasmi del promesso sposo informandolo dell’avvenuta vendita.

Intanto Susanna, in preda a una profonda crisi pre-matrimoniale, dichiara il suo amore ritrovato per l’ex fidanzato Marcello, e si prepara ad affrontare il discorso con Fabrizio, che non ha mai lesinato sospetti su un possibile riavvicinamento tra i due. La figlia di Mario decide perciò di troncare subito la sua relazione, suscitando l’ira di Fabrizio che inavvertitamente esce di casa dimenticando il suo cellulare sulla scrivania. Susanna non fa in tempo a raggiungerlo ma torna sui suoi passi sentendo il telefono squillare, mentre Fabrizio si è già allontanato con la sua vettura. Decide così di rispondere alla chiamata, e riconosce la voce di Draconi che senza mezzi termini si precipita a chiedere informazioni sulla merce prelevata, scoprendo tristemente il gioco sporco del fidanzato. Si precipita subito in caserma e denuncia tutto a Marcello, che si premura di allertare le forze dell’ordine e scortare Mario, temendo un possibile risvolto negativo. Non passa molto tempo infatti, e gli scagnozzi di Draconi si recano precipitosamente nell’abitazione dell’ingegnere, per dargli il benservito. Rovesciano in testa a Mario una tanica di benzina, ma un attimo prima di dargli fuoco Marcello riesce a sventare l’agguato puntando una pistola contro i malfattori, mentre una volante si precipita sul luogo per catturare la banda. I sospetti del maresciallo risultano quindi fondati, e grazie anche alla collaborazione di altri imprenditori tenuti sotto scacco dagli strozzini, Draconi viene arrestato e la sua organizzazione criminale viene sgominata. A margine delle vicissitudini della famiglia Draconi si risolve anche la questione relativa alla presunta paternità di Mario, della bimba tenuta in grembo da Elly (Desiré Noferini), che smentisce tramite una lettera di scuse ogni possibile incontro sessuale tra i due, confessando di aver architettato tutto per garantire alla figlia un futuro roseo, viste le precarie condizioni economiche in cui vertevano lei e suo marito (Vincenzo Cantatore).

Si giunge così all’epilogo finale, che vede la famiglia Trezzi ritornare in possesso della villa, e soprattutto della liquidità necessaria a riaprire la fabbrica. Ad affiancare Mario nella conduzione della ditta compare la figlia minore Emma, che aveva già cominciato a sviluppare una sua linea di vestiario in collaborazione col fidanzato Ahemd (David Stef), e che grazie all’armonia ritrovata potrà portare avanti il marchio Trezzi con le sue nuove idee.

Questa sera, mercoledì 18 dicembre, su Rai Uno va in onda la seconda e ultima puntata di Casa e Bottega, la fiction con Renato Pozzetto e Nino Frassica che affronta il tema della crisi economica e delle sue ripercussioni. Ma vediamo qualche anticipazione del finale. Per salvare la sua ditta Mario Trezzi (Renato Pozzetto) si è messo nelle mani di una finanziaria che si rivelerà essere una banda di usurai. Teresa (Anna Galiena) ha venduto la villa di famiglia per saldare i debiti del marito, ma non basta: Mario è costretto a chiudere lazienda pignorata dalla banca e a vendere la villa di famiglia. L’imprenditore sommerso dai debiti e disperato per aver visto crollare tutto ciò che ha costruito arriva a pensare di farla finita. Per fortuna la moglie Teresa, le figlie e anche il cognato Erminio (Nino Frassica) capiscono in tempo?il crollo psicologico di Mario  e si stringono attorno a lui, trovando muovi modi per risollevare le loro vite in tempo di crisi. Grazie allappoggio del maresciallo dei carabinieri Marcello Berardi (Marco Cocci) – ex fidanzato di un tempo della figlia maggiore, Susanna (Stella Egitto) – lingegnere troverà la forza il coraggio necessario a riconquistare tutto: casa, azienda e stima dellintero paese.

Questa sera Renato Pozzetto e Nino Frassica tornano su Rai Uno nella fiction Casa e bottega, di cui trovate più in basso le anticipazioni.La prima puntata trasmessa ieri è stata molto seguita, vincendo la gara degli ascolti tv, con oltre 5,2 milioni di italiani sintonizzati sul primo canale, pari a uno share superiore al 20%.

Renato Pozzetto è tornato in tv ieri sera con la fiction di Rai Uno Casa e bottega. Questa sera vedremo l’ultima parte, di cui trovate più in basso le anticipazioni, nel frattempo per chi si fosse perso l’appuntamento è possibile, oltre che leggere il riassunto qui sotto, guardare il video della prima parte cliccando qui.

Martedì 17 dicembre 2013 è andata in onda su Rai Uno la prima puntata della miniserie “Casa e bottega”. Ecco il riassunto dettagliato del primo episodio. L’ingegner Mario Trezzi (Renato Pozzetto) è a bordo di una piccola imbarcazione sulle rive del Lago Maggiore. Una volta lontano dalla riva manifesta la volontà di suicidarsi, legandosi una corda al collo e lanciando un sasso gigantesco in acqua.Ma quali sono gli avvenimenti che hanno spinto l’ingegnere a un gesto così estremo? Qualche mese prima nella ditta Trezzi, azienda di Laveno operante nel settore dell’intimo e della maglieria, è in corso una sfilata. I potenziali clienti non sono interessati all’acquisto della merce, preferendole i più economici prodotti cinesi. Il maggior cliente, Maranga, non ha intenzione di ordinare merce ma viene colpito dalla bellezza di una modella (e operaia dell’azienda), invitandola a cena. Elly Morandi (Desiree Noferini), è scettica a riguardo ma accetta l’invito sotto la pressione dell’ingegner Trezzi che intravede spiragli per concludere l’affare. L’azienda è alle prese con carenze di ordini ma l’ingegnere è un inguaribile ottimista ed è sicuro di superare il momento difficile. L’ingegnere torna a casa accompagnato dal cognato Erminio (Nino Frassica), autista senza patente, e trova una piacevole sorpresa. Sua moglie Teresa (Anna Galiena) ha organizzato una mega festa a sorpresa per festeggiare il suo compleanno. Tra gli invitati ci sono il maresciallo Marcello Berardi (Marco Cocci), ancora innamorato della figlia dell’ingegnere Susanna (Stella Egitto), che a sua volta sta per sposarsi con Fabrizio (Massimo Poggio). L’ingegnere, terminata la festa, raggiunge Maranga ed Elly a cena e tra un brindisi e l’altro riesce a convincere il cliente a firmare un ingente ordinativo. L’ingegnere non regge l’alcool e torna a casa ubriaco, accompagnato da Elly, con la disapprovazione di Teresa. Elly successivamente rivelerà all’ingegnere di aver fatto sesso con lui. Il giorno successivo Teresa mostra tutta la sua rabbia e l’intenzione di lasciarlo. In fabbrica la situazione non è migliore. Gli operai, tra cui Ahmed (David Sef), fidanzato segretamente con la figlia minore dell’ingegnere Emma (Cristina Marino), lamentano il ritardo nel pagamento degli straordinari. La banca ha bloccato il fido e chiede la villa della moglie in garanzia per concedere ulteriore credito. La direttrice della banca consiglia all’ingegnere di rivolgersi ad una finanziaria (Futuro finanziaria) per risolvere i problemi di liquidità dell’azienda ma l’ingegnere preferisce piuttosto recuperare dei soldi lasciati dal padre in Svizzera, con cui salderà i debiti con i dipendenti. Teresa trova le prove del tradimento (una pillola di viagra messa nella giacca da Maranga) e caccia Mario dalla villa. L’ingegnere chiede ospitalità a Erminio che lo accoglie nella sua casa arredata in maniera stravagante. La situazione dell’azienda è critica a causa del mancato pagamento da parte dei clienti. L’ingegnere decide di recarsi personalmente dai creditori, accompagnato dal fedele Erminio, ma senza alcun risultato. La crisi economica ha distrutto l’imprenditoria locale: Brambilla ha ceduto l’attività ad un orientale, Rondrani ha subito il pignoramento di tutti i beni e Canesi è morto. Erminio non è in grado di mantenere i segreti e pressato dalla sorella Teresa le dirà la verità: la ditta Trezzi è sull’orlo della bancarotta.

Alcune settimane dopo Elly Morandi rivela all’ingegnere una verità sconvolgente: il bambino che porta in grembo è suo figlio. La donna è preoccupata dalla situazione dell’azienda e cerca con l’inganno di salvaguardare il proprio posto di lavoro, unica fonte di sostentamento per la sua famiglia a causa dello stato di disoccupazione del marito. Sconvolto, l’ingegnere va a confessarsi e il prete gli suggerisce di rivelare tutto a Teresa. Una volta a casa Teresa dice di sapere tutto, ma in realtà si riferisce alla precaria situazione dell’azienda. I responsabili dell’amministrazione della Trezzi suggeriscono a Mario di delocalizzare la produzione nell’est Europa per salvare l’azienda, seguendo l’esempio di imprenditori locali, tra cui Rissoni. Dopo un incontro con l’imprenditore, Mario decide di non delocalizzare, anche a causa di un bizzarro sogno in cui il marito di Elly, operaio della Trezzi bulgara, lo colpisce con un pugno in pieno volto.Fabrizio ha trovato dei clienti indiani (Global Service) in grado di assicurare un grosso ordinativo. La delegazione indiana visita la Trezzi e dopo pochi giorni le due parti firmano il contratto nella sede della società a Milano. Mario non ha però la liquidità per acquistare le materie prime e, sotto suggerimento di Fabrizio, si rivolge alla Futuro Finanziaria che concede un prestito senza garanzia di un milione di euro (con 500.000 euro di interessi).

Dopo alcuni giorni arriva l’amara sorpresa: gli indiani non ritirano la merce e persino la sede fisica della società a Milano è scomparsa. Mario è vittima di un raggiro organizzato dalla direttrice della banca e dalla Società finanziaria (che in realtà si rivela un perfido gruppo di usurai) con la partecipazione di Fabrizio. Mario è sul lastrico e cerca inutilmente l’aiuto di altri imprenditori. Resosi conto del complotto, minaccia di denunciare la direttrice della banca ma dovrà fare i conti con le angherie degli strozzini che provocheranno un incendio alla Trezzi e lo picchieranno con violenza. L’azienda subisce il sequestro giudiziario ordinato dalla banca creditrice.La puntata si conclude in maniera drammatica, con la famiglia Trezzi che abbandona la villa. Teresa ha deciso di saldare il debito di Mario cedendo la villa di sua proprietà agli strozzini.

Le difficoltà per Mario Trezzi non sono finite. Riuscire a tenere in piedi lazienda sembra impossibile e nemmeno il fatto di essere rivolto di fatto a una banda di usurai, anziché ai normali canali di finanziamento, gli basterà: sarà costretto a chiudere lazienda e a vendere la villa di famiglia. Preso dalla disperazione, luomo medita il suicidio.

Questa sera su Rai Uno Renato Pozzetto sarà protagonista della fiction Casa e bottega, di cui trovate più in basso le anticipazioni. Al fianco del cominco lombardo c’è il simpatico Nino Frassica. L’attore siciliano interpreta Erminio, il fratello di Teresa (Anna Galiena) e quindi cognato di Mario Trezzi. Erminio dovrebbe essere l’autista dell’imprenditore, ma non ha la patente e così spesso i ruoli si invertono. Il simpatico cognato darà una mano a Mario a risolvere i suoi guai: Darò un nobile contributo. Erminio è pieno di sorprese e con un segreto inconfessabile. Finiremo persino a fare gli ambulanti, ha raccontato Frassica a Tv Sorrisi e Canzoni. Alla domanda si può vincere la crisi con un sorriso?, Frassica ha così risposto: No, però è importante non cedere. Guai a rassegnarsi. Sul set Pozzetto e Frassica hanno creato un bel feeling, tanto che il regista Luca Ribuoli ha dovuto fermare le riprese in una scena, e non vedono l’ora di tornare a lavorare insieme: La prossima volta sarà una commedia al cento per cento, ha dichiarato Frassica.

Questa sera su Rai Uno andrà in onda la prima puntata della fiction Casa e bottega, di cui trovate più in basso le anticipazioni.Renato Pozzetto, intervistato da Rai Fiction, ha intanto presentato la miniserie di cui è ideatore. Lidea era quella di fare qualche cosa dedicata al presente, riferendosi alla crisi economica in risposta a chi, come dice lo stesso comico, diffondeva messaggi ottimistici dicendo che era una cosa di poco conto. Ci siamo cimentati dunque su questo tema e abbiamo previsto le cose peggiori: il disastro economico e i fallimenti. Il suo personaggio strozzato dai debiti proverà il suicidio: purtroppo una cosa che si verifica nella società. La serie tv segue lo stampo della commedia allitaliana, ma tratta come detto un tema di stretta attualità e drammatico: Sia io che Frassica siamo umoristi, ma siamo stati ben attenti a non eccedere e cadere nella trappola per non minare il racconto. Il regista ci ha spesso pizzicati e richiamati allordine!. Pozzetto racconta come il racconto di Casa e Bottega sia accompagnata da una storia parallela, ovvero la sua vicenda con la sua giovane segreteria che gli fa credere di essere rimasta incinta di lui al termine di una serata dove il suo personaggio (Mario Trezzi), astemio, si ubriaca. Pozzetto racconta come sia stata la prima esperienza professionale con Nino Frassica, ma di come si sia trovato benissimo rivelando come sia un suo grande estimatore (e la cosa è reciproca): Ci siamo divertiti molto sul set, abbiamo daltronde questo bagaglio comico in comune. Poi lui è simpaticissimo e i miei figli sono suoi grandi fan. Insomma, largomento non è certo leggero, ma non mancheranno venature leggere per rendere meno pesante il racconto che, come detto, si lega a doppio filo alla difficilissima realtà quotidiana italiana. Il comico conclude. una sorta di regalo di Natale, anzi il mio regalo: buon Natale!. Clicca qui per guardare il video di Renato Pozzetto.

Questa sera Renato Pozzetto torna in tv, protagonista della fiction Casa e bottega, di cui trovate più in basso le anticipazioni. Nel video del promo, trasmesso sulle reti Rai, vediamo Mario Trezzi, il personaggio interpretato da Pozzetto arringare i suoi dipendenti invitandoli a lavorare bene per superare la crisi. Il suo fido scudiere è Nino Frassica, che nella fiction interpreta Erminio, suo cognato e il suo autista (senza patente!). Limprenditore dovrà fare i conti con il malcontento dei suoi lavoratori e con il peso della tasse e dei prestiti che grava come un macigno. Lazienda è a rischio fallimento. Riuscirà Mario Trezzi a salvarla? Non ci resta che aspettare la prima puntata per cominciare a capirlo. Clicca qui per il video del promo.

Questa sera, martedì 17 dicembre, va in onda su Rai Uno la prima puntata di Casa e bottega, una miniserie nata da unidea di Renato Pozzetto che firma anche la sceneggiatura insieme con Luciano Odorisio e Francesco Arlanch, per la regia di Luca Ribuoli. Oltre a Renato Pozzetto, nei panni del protagonista Mario Trezzi, nella fiction recitano anche Nino Frassica, Anna Galiena, Massimo Poggio, Marco Cocci, Stella Egitto, Sarah Maestri, Giampiero e Marzia Ubaldi. Mario Trezzi incarna la crisi del mondo rappresentato dalla fabrichetta a conduzione familiare. Il disagio e il dolore che Trezzi prova assistendo al proprio mondo che si sgretola, lho raccontato attraverso una commedia brillante e a tratti amara (come nella tradizione della commedia allitaliana). In Casa e Bottega si ride e si piange raccontando lItalia di oggi, in particolare quella del Nord, ma anche quella del Sud. Ma Casa e Bottega e` anche una storia sentimentale, tra Mario e la moglie Teresa, interpretata dalla bravissima Anna Galiena, ha detto il regista Luca Ribuoli.

Ma vediamo le anticipazioni della prima puntata di stasera, mentre il secondo e ultimo episodio andrà in onda domani, mercoledì 18 dicembre sempre su Rai Uno. Lingegnere Mario Trezzi (Renato Pozzetto) è il titolare di unazienda di intimo di Laveno, comune sulle rive del lago Maggiore. sposato con Teresa (Anna Galiena) che gestisce un vivaio. Hanno due figlie, Susanna (Stella Egitto) ed Emma (Cristina Marino); con loro vive Erminio (Nino Frassica), fratello di Teresa, autista senza patente di Mario.

Tutto sembra andare bene, ma poi per Mario scoppia la crisi lavorativa e sentimentale. La spietata concorrenza, soprattutto cinese, porta lazienda sullorlo del fallimento, e a causa della bella operaia Elly (Desirée Noferini) la coppia sembra scoppiare. Intanto a casa Trezzi fervono i preparativi per il matrimonio di Susanna e lambiguo Fabrizio (Massimo Poggio) ed Emma decide di andare a convivere con un sindacalista, Ahmed (David Sef).

I commenti dei lettori