MASTERCHEF 2/ Eliminati Nicola e Paola. Andrea è il vincitore della puntata. 31 gennaio 2013

- La Redazione

Nella puntata di Masterchef Italia andata in onda ieri sera, 31 gennaio 2013, sono stati due i concorrenti a dover abbandonare la gara: Nicola e Paola. Vediamo in che modo con il riassunto

masterchef_Bastianich_Cracco_BarbieriR439
Immagine di archivio

Nella puntata di Masterchef Italia andata in onda ieri sera, 31 gennaio 2013, sono stati due i concorrenti a dover abbandonare la gara: Nicola e Paola. Vediamo in che modo con il riassunto di quanto accaduto. Sono otto i concorrenti sopravvissuti alla gara di giovedì scorso e otto sono le Mystery box che hanno davanti per la prova dellinvention test di questa puntata. Quando i giudici li invitano ad alzare la scatola sotto ci sono per tutti gli stessi ingredienti: uova, baccalà, melanzane, un galletto, un tomino, zucchine e prugne. Sembra semplice, ma anche questa volta gli autori hanno pensato a come mettere i concorrenti in difficoltà: esistono otto modi diversi per cucinarli, quello che ognuno di loro dovrà usare lo deciderà la sorte. Così a turno pescano una pallina con allinterno la loro prova: a Daiana tocca bollire, a Marika cucinare al forno, ad Andrea brasare, Maurizio dovrà saltare in padella, Tiziana cucinare a vapore, Ivan grigliare, Paola cucinare sottovuoto, Nicola friggere. Questultimo si dimostra subito espertissimo nellarte della frittura, mentre Ivan è in difficoltà con la sua grigliata bollata con un tutto brutto da Bastianich. I tre migliori alla fine della prova sono Andrea, con il suo baccalà brasato con patate e funghi, poi Nicola con la sua frittura perfetta, infine Daiana che con il suo piatto Cosa bolle in pentola riesce a fare di un bollito un bel piatto saporito per cui riceve i complimenti di Joe Bastianich. Ma il vincitore finale della Mystery box è Andrea, che avrà la possibilità di scegliere lingrediente principale della prova successiva e avere così un bel vantaggio sui compagni. Ma il tema di questa prova è alquanto disgustoso: le interiora! Cè da scegliere tra coratella di vitello, cervella e rognone. Si rivelerà molto importante in questa prova la conoscenza della materia prima. Andrea, infatti, nel disgusto generale, sceglie di cucinare e far cucinare il rognone. La maggior parte dei concorrenti non lha mai cucinato, né mai assaggiato, né tanto meno pulito. Quindi già Andrea ha colpito. Ma non finisce qui…

Dopo la corsa alla spesa, dopo che ognuno ha riempito il suo cestino con gli ingredienti da utilizzare per la propria ricetta, Carlo Cracco dà loro il colpo di grazia e ordina ad Andrea di scambiare i cestini dei suoi compagni a suo piacimento! Altro bel vantaggio per il ragazzo che non teme Daiana, Marika, Tiziana e Paola e decide invece di mettere in difficoltà Maurizio, cercando di far uscire Nicola e Ivan che lui considera molto motivati. Dà il cestino di Nicola a Maurizio, che rimane interdetto vedendo la spesa minimal del collega, che ha addirittura preso una sola noce; a Nicola tocca quello di Ivan, che va totalmente in crisi invece con il cestino di Maurizio con una serie di ingredienti strani. Infine, per essere ancora più cattivi, Bruno Barbieri dà solo trenta minuti di tempo per cucinare!

Vincitore di questa prova risulterà di nuovo Andrea, mentre i peggiori sono Ivan, che ha completamente sbagliato lasciando addirittura il sangue del rognone nel piatto; poi Paola, che ha cucinato il minimo indispensabile e ha fatto lerrore gravissimo di usare il grasso interno del rognone, e infine il lavapiatti Nicola che non lo ha pulito bene. lui il concorrente a cui toccherà abbandonare il programma. La strategia di Andrea ha fatto la prima vittima. 

Per la prova in esterna si va tutti in montagna, per la precisione sul Pordoi a tremila metri di altezza, presso il Rifugio Maria. I concorrenti divisi in squadre devono preparare il pranzo per sette guide alpine, ovviamente a base di piatti tipici del luogo. Ad Andrea tocca ancora una scelta criminale e decide di mandare Paola direttamente al duello finale. Lui capitanerà la squadra rossa con Maurizio e Marika e avranno come piatti sella di cervo e strudel, mentre la blu sarà formata da Daiana, Ivan e Tiziana, che dovranno cucinare tortino di patate con fonduta di formaggio e gnocchi di pane con luganega. La difficoltà sarà l’ossigeno dovuto all’altitudine, che darà alla testa a Tiziana e la grandine, che a un certo punto della prova paralizzerà i concorrenti. Le guide alpine arrivano e il pranzo è servito! Tutte le pietanze risultano gustose e ricevono complimenti, ma alla fine a far la differenza è la presentazione del piatto e la squadra vincitrice, grazie alla creatività di Maurizio, è la rossa: l’ormai collaudato terzetto Andrea, Maurizio, Marika. E così Daiana, Tiziana e Ivan vanno all’ultima prova, il Pressure Test.

Stavolta la capacità da dimostrare è quella di pesare a occhio, e dovranno tagliare una porzione degli ingredienti che hanno davanti seguendo il peso richiesto dai giudici. Ci sono una forma d’Asiago, una mortadella, un pezzo di pane e un taglio di bisonte. Il primo a raggiungere i compagni sulla scala è Ivan che ne azzecca due, la seconda è Tiziana. Rimane dunque Daiana al duello finale con Paola. L’obiettivo di Andrea di cacciare Paola sta per avverarsi. La prova prevede di preparare le chiacchiere, tipico dolce di Carnevale, che Paola dichiara di non aver neanche mai mangiato. E infatti si vede tutta la praticità della casalinga Daiana, che tira la sfoglia con il matterello con grande energia, mentre Paola dimostra chiaramente di non saperlo usare. Per numero e sapore le chiacchiere di Daiana risultano le migliori. A Paola tocca togliersi il grembiule ed abbandonare il programma.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori