UN POSTO AL SOLE/ Anticipazioni: Niko diventa spogliarellista. Viola vuol vivere con Eugenio. Trama puntata 8 marzo 2013

- La Redazione

Nella puntata di Un posto al sole, in onda questa sera su Rai Tre, Niko diventerà spogliarellista per una sera, durante la Festa delle donne al Caffè Vulcano

Upas_Niko_PoggiR439
Un posto al sole

Nella puntata di Un posto al sole, andata in onda ieri 7 marzo 2013, Niko ha soffiato sotto il naso a Manuela il lavoro al Caffè Vulcano. Cosa succederà tra i due fidanzati? Prima di scoprire cosa succederà nella puntata di oggi, rivediamo cosa è successo ieri. Al primo approccio con Cinzia, Guido rivede i momenti belli passati insieme, mentre lei riesce solo a ricordare il triste epilogo della loro storia, ma gli propone di sedersi. Guido, per non ammettere di essere stato morso da un cane, declina l’invito dando adito a un malinteso: Cinzia crede che si stia tirando indietro e interrompe l’incontro dicendosi delusa dal fatto che fosse lui il suo appuntamento al buio. Viola, recatasi in Questura con l’intento di confortare Eugenio, riesce a malapena a salutarlo: il Magistrato viene prontamente sollecitato dalla scorta a salire in macchina.

Niko, a corto di liquidi e di viveri, si reca a casa di Renato per “fare la spesa” nel suo frigorifero, ma il padre rientra e inizialmente crede che sia un ladro. Risolto l’equivoco, capisce cosa sta facendo il figlio e non accetta di aiutarlo, così Niko decide di trovare un lavoro. Uscendo dal locale Cinzia saluta Guido da lontano, rabbuiata nel vederlo confabulare con Raffaele, il quale l’aveva scortato in quanto ferito sul gluteo dal morso di Diablo, un Rottweiler. Michele riceve i complimenti per il suo intuito giornalistico in riferimento all’arresto di Arturo Di Maio, apprezzato quale magistrato di spicco nella lotta contro la Camorra e arrestato per favoreggiamento proprio nei confronti del clan più potente di Napoli. Silvia si accoda ai complimenti con affetto, ma si rabbuia subito dopo, quando Michele specifica che gli sta particolarmente a cuore che si faccia presto luce sulla morte del suo informatore.

Ornella rassicura Guido in merito alla ferita maltrattata mentre Raffaele lo rimbrotta, insistendo sul fatto che avrebbe dovuto almeno parlare con Cinzia. Ornella zittisce in malo modo Raffaele, mentre egli conclude dicendo a Guido che, schivando il dialogo con la sua ex fidanzata, ha perso l’occasione giusta. Giulia aspetta Manuela fuori dall’ufficio del Caffè Vulcano, dove la ragazza si trova in colloquio con Silvia. Manuela esce entusiasta ed è convinta che il posto sia suo. Le raccomandazioni di Giulia servono a poco: durante il colloquio, la ragazza ha già millantato un’esperienza e una flessibilità d’orari fasulle e nonostante alcune gaffe, Silvia sembra positivamente impressionata. Mentre Ornella fa una scenata a Raffaele per essersi intromesso durante la visita a Guido, torna Viola, avvilita per non aver potuto confortare Eugenio. Gli impegni del magistrato cominciano a pesare sulle spalle di Viola la cui pazienza minaccia di vacillare, tanto per il dispiacere di non vederlo quanto per la preoccupazione che da un momento all’altro possa capitare il peggio. 

Silvia spiega a Cristina che non ha intenzione di assumere Manuela perché vorrebbe un cameriere maschio, anche in vista della Festa della Donna. In quel momento Niko passa da Caffè Vulcano per chiedere come è andato il colloquio con Manuela. Silvia gli spiega la situazione e Niko si propone: è assunto. Giulia e Renato si incontrano nella portineria di Palazzo Palladini e discutono animatamente del comportamento di Niko: Renato teme che abbia intenzione di smettere di studiare per mantenersi a casa di Manuela mentre Giulia cerca di persuadere l’ex marito a concedere una possibilità ai ragazzi che con fatica stanno cercando di costruirsi un futuro insieme.

Michele riprende ufficialmente il suo ruolo in radio e recuperata la credibilità tra i suoi ascoltatori non tradisce la comprovata reputazione di giornalista equilibrato, facendo i complimenti a Nicotera durante la trasmissione. Rincasando, Niko trova Manuela elettrizzata per il colloquio al Caffè Vulcano, ma quando le racconta di essere stato assunto al posto suo la ragazza reagisce molto male: è adirata con lui ed estende i suoi improperi a Tommaso che cerca di sdrammatizzare la situazione, irritandola ancora di più. Niko è quasi divertito e cerca di farla ragionare, ma lei non ne vuole sapere, preoccupata della reazione dei genitori del ragazzo. Una telefonata di donna Lucia, che si offre di accudirlo, porta Guido a ricordare un momento difficile con Cinzia. Prova ugualmente a chiamarla, ma lei ha cambiato numero e Guido si convince che non era destino.

Viola si sfoga con Ornella in merito alle sue frustrazioni con Eugenio e Ornella cerca di rinfrancare il suo spirito. Viola confida alla madre di aver preso la decisione di andare a vivere con Eugenio. Nel frattempo Sanitaro dichiara telefonicamente che è giunto il momento di mettere a tacere il Magistrato una volta per tutte.

 

Trama puntata 8 marzo 2013 – Viola ha deciso di andare a vivere con Eugenio, ma la madre Ornella e il magistrato non condividono la sua scelta. Marina e Giorgio, incapaci di dimenticarsi, confidano la loro difficoltà a Filippo. Durante la serata per la Festa delle donne organizzata al Caffè Vulcano, Niko si trova a dover sostituire lo spogliarellista, Manuela coglie l’occasione per “vendicarsi” del fidanzato…

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori