AMICI 12/ Chi è Giorgio Panariello pronto al monologo comico della semifinale

- La Redazione

Nella semifinale di Amici 12, in onda stasera, tra i tanti ospiti attesi cè anche lattore comico, nonché showman Giorgio Panariello, che si esibirà in un divertente monologo

infophoto_giorgio_panariello_R439
Giorgio Panariello (Infophoto)

Nella semifinale di Amici 12, tra i tanti ospiti attesi cè anche lattore comico, nonché showman Giorgio Panariello, che si esibirà in un divertente monologo che lo vedrà spaziare tra più argomenti. Panariello, nato a Firenze il 30 settembre 1960, ha delle origini napoletane, come si può anche evincere dal cognome. I suoi esordi risalgono agli anni Settanta, allorché andò a vivere in Versilia facendo il cameriere in famosi locali della zona. Questo lavoro gli diede la possibilità di conoscere tantissime persone e di incominciare a esibirsi come comico insieme a un folto gruppo di amici con i quali fonda il gruppo dei Lambrettoni. A questo punto avviene la vera svolta della sua vita e della sua carriera artistica. Infatti, con i Lambrettoni incominciano i primi spettacoli, anche a Firenze, dove in una serata in un noto locale Panariello conosce Leonardo Pieraccioni e Carlo Conti.

I suoi spettacoli sono basati su alcuni personaggi sia inventati come Mario Il bagnino e il sempre ubriaco Merigo, sia frutto di imitazioni di vip, come ad esempio Renato Zero. Agli inizi degli anni Novanta, dopo tanta gavetta, si incomincia confrontare con il mondo del piccolo schermo. Prima partecipa al programma per imitatori Stasera mi butto condotto da Gigi Sabani, poi conduce insieme a Carlo Conti nel 1994 una trasmissione, Vernice fresca, su una emittente locale toscana. Nel 1995 il binomio Conti-Panariello spopola letteralmente con unaltra trasmissione, Aria fresca, che in virtù dellenorme successo viene trasmessa anche su Telemontecarlo, emittente che già allepoca aveva una copertura nazionale. Insomma, è questo il momento del grande successo: il suo talento e quello di Carlo Conti non passa inosservato, tantè che sia nel 1996 che nel 1997 stipulano un contratto con la Rai per due trasmissioni che hanno ottenuto un ottimo seguito – Su le mani e Va ora in onda.

Nel 1996 Panariello fa anche il suo esordio sul grande schermo con la partecipazione nel film Albergo Roma per la regia di Ugo Chiti e nel quale interpreta un personaggio piuttosto serio e soprattutto viene messo al fianco di tantissimi altri talenti che stavano per esplodere come lo stesso Leonardo Pieraccioni, Aldo, Giovanni e Giacomo, Antonio Albanese e tantissimi altri. Nel 1999 si cimenta anche alla regia di un film, intitolato Bagnomaria, nel quale intreccia le vicissitudini di alcuni tra i personaggi più famosi dei suoi spettacoli.

Il primo film di successo a cui ha partecipato è senza dubbio Ti amo in tutte le lingue del mondo, per la regia di Leonardo Pieraccioni e dove recita insieme allo stesso Pieraccioni. un successo davvero straordinario, infatti il film spopola ai botteghini sbaragliando la concorrenza di grandi competitor. Altre pellicole che lo hanno visto protagonista sono Notte prima degli esami – Oggi diretto da Fausto Brizzi nel 2007, SMS sotto mentite spoglie di Vincenzo Salemme, No Problem sempre di Vincenzo Salemme nel 2008, nel 2010 Natale in Sudafrica per la regia di Neri Parenti e Amici miei – Come tutto ebbe inizio nel 2011 sempre per la regia di Neri Parenti.

Anche in televisione ha condotto programmi capaci di ottenere uno straordinario successo come Torno sabato nel 2000 andato in onda su Rai Uno. Anche nel mondo della fiction fa il suo debutto in Matilde accanto a Sabina Ferilli. Ovviamente non perde di vista neanche il teatro proponendo al pubblico alcuni spettacoli molto divertenti e di successo come Fratelli d’Italia insieme a Carlo Conti e Leonardo Pieraccioni.

Nel 2006 gli viene affidata la conduzione del Festival di Sanremo insieme a Ilary Blasi e Victoria Cabello. Questa sarà la sua ultima esperienza fino a questo momento con la Rai mentre per Mediaset ha condotto nel 2012 la trasmissione Panariello non esiste che, per effetto degli ottimi dati auditel conseguiti, ha ribadito una volta di più quanto sia amato dal pubblico italiano.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori