BOSS IN INCOGNITO/ David Hassan premia i suoi dipendenti. Puntata 27 gennaio 2014

- La Redazione

Questa sera, 27 gennaio, va in onda su Rai Due la prima puntata di Boss in incognito, con Costantino della Gherardesca. Vedremo imprenditori mascherati da neoassunti della propria società

boss-in-incognito
Il programma

partita la prima edizione italiana di Boss in incognito basato sul format che ha già festeggiato ben cinque serie in Gran Bretagna ed altrettante negli Stati Uniti (Undercover Boss è il titolo originale). Lidea è alquanto originale: il capo di una famosa azienda si travestirà opportunamente, magari aiutandosi con un appropriato trucco mistificante, ed esplorerà in incognito i vari segmenti della sua azienda facendo finta di essere una dipendente in prova. Per quanto riguarda le telecamere e gli operatori che seguiranno il boss in incognito, viene propinata agli ignari coprotagonisti i dipendenti che devono assumere il ruolo di tutor la scusa che si deve girare un documentario che abbia come tema centrale il lavoro nei suoi vari aspetti. In questo modo, telecamere e microfoni potranno essere accettate normalmente senza destare sospetti. Il capo avrà quindi come missione scoprire cosa va ma soprattutto cosa non va, allinterno della sua azienda per poter apportare dei giusti cambiamenti. La conduzione del programma è stata affidata a Costantino della Gherardesca, volto noto in tv per aver già partecipato ad alcuni programmi come concorrente ed aver già avuto esperienza di conduzione con lultima edizione di Pechino Express. Questa settimana il boss che si è messo in gioco è David Hassan, presidente e proprietario di 7camicie che conta 80 punti vendita in Italia e un milione di camicie vendute allanno. David si trasformerà in Eddy, un cinquantenne disoccupato in cerca di lavoro a cui lazienda offre una giornata di prova. Lelegante David terminerà di indossare completi eleganti, vivere nella sua bella casa circondata dalla sua famiglia e vivrà una settimana vestito in jeans e dormendo in un bed&breakfast della capitale, pronto a ricoprire ruoli che gli permetteranno di vedere tutti i settori della sua famosa azienda. Il primo giorno Eddy sarà un commesso in prova in un suo negozio dove troverà Dina, 59 anni separata che è la responsabile del punto vendita. Dina si dimostrerà attaccata al suo lavoro che svolge con passione e competenza e cercherà di riparare alla goffaggine di Eddy. Nel tempo dedicato alla pausa, Dina parlerà della sua condizione di donna sola che deve arrangiarsi per fronteggiare le difficoltà della sua condizione, esprimendo i timori di un contratto part time che non le offre una serenità finanziaria che vede sempre precaria. Dina mostrerà il suo attaccamento al lavoro alla fine della giornata quando Eddy-David, per errore, rompe un lucchetto della serranda. Sarà Eddy a far fronte al problema telefonando a un fabbro di sua fiducia che presenta come suo amico, dopo essersi assicurato che questi resti al gioco per non svelare la vera identità.?Il secondo giorno Eddy lo affronta come conducente che avrà il compito di fare consegne per i vari negozi della città che devono essere riforniti dei suoi prodotti. La sua tutor sarà Noemi, una ragazza di 21 anni abituata a lavorare sin dalla giovane età per aiutare finanziariamente la famiglia, priva del padre morto per un tumore quando lei aveva solo 5 anni. Tra una consegna e unaltra Eddy avrà modo di conoscere i desideri della ragazza e le sue ansie che la obbligano a vivere ancora in casa per dare un fondamentale aiuto; cosa che se vivesse con il suo ragazzo non le sarebbe più possibile fare. A questo, il sogno di viaggiare (Parigi la sua meta da sogno) e la preoccupazione di dover pagare ancora tre anni e mezzo di rate di una piccola utilitaria che ha comprato.

La scena cambia per il 3 giorno: oggi Eddy è a Santa Palomba, presso il centro di stoccaggio della sua azienda al quale spetta il gravoso compito di spedire in tutto il mondo la merce che giornalmente viene ordinata dai vari negozi e franchising che portano il suo marchio. Tutor per loccasione è Tiziana, donna single ma mamma di Samuele di 12 anni. Tiziana mostrerà tutte le fasi del lavoro a Eddy che comprende quanta attenzione questa donna mette nel suo lavoro. Alla chiusura del turno, Tiziana si offre di accompagnare Eddy alla stazione ma prima passa a prendere suo figlio a scuola e, dal momento che il bambino è affamato, pensa bene di fermarsi a casa per pranzare invitando anche un sorpreso Eddy che apprezza lumanità di questa sua dipendente. Nella circostanza scopre che il sogno di Samuele è quello di vedere lacquario di Genova: viaggio per loro impossibile da fare per ragioni economiche.?Il giorno successivo, la quarta esperienza di Eddy è allinterno di un punto vendita in un centro commerciale dove incontrerà la tutor Mahila. 26 anni, laureata in lingue, Mahila si mostrerà per certi versi una commessa poco attenta alla organizzazione del negozio anche se cercherà di mostrare a Eddy come ci si deve comportare con i clienti. Per la sua ultima esperienza Eddy deve volare fino in Turchia, per andare nella fabbrica dove si producono i suoi capi. La Turchia, spiega, offre una notevole professionalità con bassi costi di realizzazione e questo ha motivato la scelta di avere una fabbrica ad Istanbul. Sarà Serdar il suo tutor che, con il contributo di una interprete in italiano, mostrerà a Eddy tutte le fasi di realizzazione delle sue camicie: dal taglio del tessuto fino al confezionamento del prodotto finito. Qui si renderà conto di quanto esperto sia il suo tutor che conosce a perfezione ogni processo della linea produttiva. Lesperienza di Eddy è terminata e finalmente può tornare a essere David Hassan.

Indossato il suo completo elegante, rasato della barba che si era fatto crescere e tolta la tinta biondo che aveva dovuto mettere per mascherarsi, David invita tutti e cinque i suoi tutor nella sede dellazienda per un colloquio. Nessuno di loro, che David incontrerà separatamente, conosce il motivo di quella strana convocazione e, accompagnati da una limousine, si recano con stati danimo differenti, allappuntamento. Quando David si presenta dichiarando che Eddy era lui, i tutor indifferentemente restano sorpresi anche se tra i cinque, sia Tiziana che Serdar lo hanno riconosciuto immediatamente.? Singolarmente David Hassan esprime il suo commento positivo e offre uno speciale regalo. Noemi avrà il viaggio a Parigi che ha sempre desiderato e non dovrà più preoccuparsi di pagare le rate della sua macchina perché ci penserà David a farlo per lei. Tiziana riceverà il viaggio a Genova per la visita allAcquario per lei e suo figlio Samuele al quale, David regala un fondo di 10.000 euro destinati ai suoi studi affinché abbia una possibilità nella vita.? Mahila, dopo aver ascoltato delle critiche circa lorganizzazione, lascerà il punto vendita ma solo per diventare responsabile commerciale per alcuni paesi europei e per valorizzare la sua laurea in lingue.?Serdar è promosso capo produzione esterna dal momento che è un preziosissimo elemento. A Dina, lunica davvero preoccupata perché sospettosa di qualche brutta notizia, le verrà fatto un contratto full time a tempo indeterminato, oltre che le sarà riconosciuta una gratifica di 10.000 euro oltre al pagamento di altri 6.000 relativi a una vecchia pendenza lasciatale dal marito. Finalmente David Hassan è soddisfatto e grato dellesperienza che gli servirà a migliorare alcuni punti organizzativi ma che gli ha lasciato dentro anche tanta umanità che non pensava esistesse.

Tutto pronto per il debutto Su Rai Due di “Boss in incognito” condotto da Costantino Della Gherardesca. Il programma è basato sul format “Undercover Boss”, nato nel 2008 ispirandosi a un fatto di cronaca. Stephen Lambert, creatore e produttore televisivo inglese, stava leggendo un articolo sullapertura del nuovo terminal della BritishAirways e dei suoi problemi. Il giornalista del pezzo ipotizzava che se Will Walsh, boss di BritishAirways, avesse lavorato in maniera anonima in prima linea avrebbe potuto prevedere alcuni di questi problemi e correggerli. Secondo il giornalista, però, questa ipotesi non sarebbe stata realizzabile perché Walsh sarebbe stato subito riconosciuto dai suoi dipendenti. Stephen Lambert si chiese: davvero qualcuno sarebbe in grado di riconoscere il proprio capo, fuori dal suo ruolo e mentre lavora in trincea? E la risposta fu no. Da qui è nato “Undercover Boss”, di cui in Inghilterra sono già state trasmesse cinque edizioni. Se siete curiosi di vedere come si comporteranno i boss italiani sintonizzatevi alle 21.10 su Rai Due o collegatevi con il vostro computer, smartphone o tablet al sito rai.tv (clicca qui) per seguire in streaming “Boss in incognito”.

Tutto è pronto per il primo dei 4 casi che Boss In incognito ci presenterà nelle 4 puntate previste dal palinsesto di Raidue. Sarà David Hassan il primo dei 4 imprenditori che dovranno cimentarsi con un lavoro in incognito tra i “bassi fondi” delle loro stesse aziende con tutte le difficoltà logistiche e “sentimentali” che questo comporterà. Ci saranno litigi, lacrime ma anche dei sentimenti che tramuteranno gli imprenditori in persone migliori o almeno lo si spera e così sembra dalle prime immagini dei promo che la Rai ha costruito per il lancio del docu reality che partirà questa sera. Clicca qui per vedere il video anticipazioni

A partire da questa sera, 27 Gennaio, e per 4 settimane Costantino della Gherardesca si occuperà della “missione” di alcuni imprenditori che agiranno sotto copertura per “carpire” i segreti di alcuni operai che se li troveranno accanto sotto mentite spoglie. Chi di loro si accorgerà che questi nuovi operai sono solo degli imprenditori in missione? Gli imprenditori sono davvero così diversi dagli operai? Forse troppo viziati e poco abituati ai lavori manuali, riusciranno nell’intento di non farsi scoprire e portare a casa quello che cercano? Lo scopriremo in questi 4 lunedì su Raidue… Clicca qui per il video promo

A partire dal 27 Gennaio su Rai2 e per 4 settimane assisteremo alla versione italiana di Boss in Incognito che ci mostrerà “la catarsi degli imprenditori” in un docu reality che sicuramente non ci mostrerà la realtà di un paese in difficoltà ma come sempre punterà i riflettori su problemi, drammi e la vita di un imprenditore che sarà “travestito” da operaio e che verrà messo all’opera nei piani bassi di un’azienda. Alla guida del programma ci sarà Costantino della Gherardesca ma il web non sembra voler premiare il programma. I commenti sono freddi e sporadici e non tutti sembrano essere pronti a vedere il programma. Sulla sua pagina ufficiale, il conduttore ha pubblicato un messaggio per ricordare a tutti l’appuntamento scrivendo: Stasera #BossInIncognito su Raidue, ore 21.10 Non mancate per nessun motivo al mondo Il messaggio ha ottenuto 150 mi piace e una decina di commenti, niente di buono si profila all’orizzonte per lo show di raidue… Clicca qui per leggere il post

Da oggi, 27 gennaio, per quattro lunedì Costantino della Gherardesca condurrà Boss In Incognito in prima serata su Rai Due. E ogni settimana su GQ darà consigli di stile ai boss italiani. Girando Boss In Incognito sono riuscito a confermare una mia tesi riguardo l’uomo italiano: l’operaio è sempre più elegante del ricco industriale che lo comanda. I boss italiani… risultano spesso pacchiani agli occhi degli altri boss occidentali, scrive Costantino dando il via alla prima mandata di dritte per vestirvi da bravo boss occidentale. Il primo consiglio? Indossare un cappotto Crombie: se fossi un po’ più elegante nonché ricco ed eterosessuale ne comprerei uno IMMEDIATAMENTE. Anzi, me lo farei fare su misura in uno dei loro negozi di Londra o Edimburgo, dice Costantino. Siete un uomo di quelli estremi che guardano lo sport in televisione?, allora Costantino Della Gherardesca consiglia i cappotti Sterlingwear. Il simpatico presentatore non ama il concetto di “rapporto qualità prezzo”, ma se qualcuno la pensa diversamente il consiglio è la spagnola Meermin. Visto che lo scopo di Costantino è rendere i boss italiani più occidentali, non può mancare un confronto con i boss di Los Angeles: Cosa indossano quando vanno a mangiare del Sukiyaki da Hirozen dopo due lunghe ore di luce pulsata? Una felpa da baseball in cachemire di James Pearse, ovviamente.

Questa sera, lunedì 27 gennaio, prende il via su Rai Due Boss in incognito, per quattro puntate condotte da Costantino della Gherardesca. In ogni puntata verranno narrate le gesta di un boss che ha accettato la sfida di lavorare per una settimana sotto mentite spoglie, nei livelli più bassi della propria società. I boss camufferanno il proprio aspetto e creeranno unidentità fittizia. Mentre vengono istruiti dai loro dipendenti, verranno seguiti da una troupe televisiva che finge di girare un documentario sul mondo del lavoro. Al termine della settimana, il boss convocherà nella sede centrale dellazienda tutti i lavoratori con cui è entrato in contatto e, dopo aver svelato la sua vera identità, potrà premiarli e migliorare le loro condizioni di lavoro. Boss in incognito è un programma che sovverte la realtà e che dimostra che non sempre chi ha grandi responsabilità (e guadagna molto) è in grado di svolgere mansioni teoricamente più semplici (e con guadagni molto più bassi). Fa incontrare due universi separati e distanti, hanno detto gli autori.

Il primo boss in incognito sarà David Hassan, proprietario e presidente di unimportante realtà nel campo dell’abbigliamento e della camiceria internazionale. Hassan ha deciso di andare sotto copertura perché in questo momento di crisi anche le aziende che sono riuscite a tenersi a galla devono stare in guardia. David vuole ottimizzare ogni più piccolo particolare della sua azienda. E, per farlo, non può che calarsi in essa partendo dal basso: vestirà i panni di magazziniere, di autista delle consegne, di operaio nella sua fabbrica e persino di commesso. 

Boss in incognito, basato sul format Undercover Boss creato da Studio Lambert e licenziato da All3media International Limited, è un produzione di Rai Due in collaborazione con Endemol Italia. Boss in incognito è un programma scritto da Cristiana Farina, con Alessia Ciolfi, Yuri Grandone e Giona Peduzzi. La regia è di Giorgio Romano.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori