LINEA GIALLA/ Fabrizio Corona in carcere fino al 2027. Puntata 28 gennaio 2014

- La Redazione

Questa sera, martedì 28 gennaio, a Linea Gialla si parlerà di Fabrizio Corona e delle tante vittime della crisi economica. La puntata si può seguire anche in streaming

linea-gialla
Salvo Sottile conduce "Linea Gialla"

Nella puntata di martedì 28 gennaio 2014 del programma Linea Gialla condotto da Salvo Sottile sono diversi i temi sui cui verrà dibattuto con la presenza di tantissimi ospiti e nello specifico il leader dellItalia dei Valori Antonio Di Pietro, Angelo Misani che fa parte del Movimento anti Equitalia, il giornalista Oliviero Beha, Roberta Bruzzone, la madre di Fabrizio Corona, Gabriella e Marida Lombardo Pjola. Il primo argomento che viene trattato in questa puntata è quello relativo alle persone che sconfortati dai debiti e dalla crisi economica ancora molto presente in Italia, hanno deciso si togliersi la vita. Viene evidenziato un dato piuttosto drammatico come nel solo anno solare 2013 siano state ben 119 in suicidi in cui il movente sia stata di natura economica. Il leader dellIDV, Antonio Di Pietro, fa presente come sia evidente che nel nostro Paese ci sia una disparità di trattamento tra i cittadini agli occhi della legge e della giustizia. Secondo Di Pietro questo è il principale problema di fondo ed occorre scoprire di chi sia la colpa di tutto ciò. Secondo Oliviero Beha, in Italia esistono diverse tipologie di mafie che lentamente stanno uccidendo il Paese. Vengono presentate alcune storie davvero significative e che rendono bene lidea di quello che sta accadendo. Viene racconta quella di Francesco Todesco, di soli 26 anni, che in ragione dellarrivo di una carta esattoriale da parte di Equitalia, ha deciso di togliersi la vita. Poi viene presentata una vicenda che ha dellincredibile e che vede protagonista, suo malgrado, lautotrasportatore Dino Pasqualin che ha avuto un contenzioso con lAgenzia delle Entrate, sfociato in una causa che lui ha vinto. Nonostante la magistratura abbia acclarato la sua posizione con la vittoria del ricorso, pare che sia a costretto a pagare una serie incredibile di multe che potrebbero metterlo sullorlo della bancarotta in quanto per pagare, luomo rimarca che dovrebbe essere costretto addirittura a perdere il proprio camion che gli garantisce il lavoro. Un caso che a quanto sembra non è isolato tantè che la stessa cosa è accaduta a Giuseppina Sandrin, che invece è titolare di un bar che aveva aperto alcuni decenni fa suo padre e che ora rischia di chiudere battenti per le esose richieste fiscali. In studio cè Antonella Marrone, moglie di Giuseppe Campaniello che si è dato fuoco a Bologna per via di debiti per 60 mila euro. Debiti che adesso sono passati alla stessa Antonella Marrone in quanto vivevano in comunione dei beni. Giustamente la signora fa notare la sua impossibilità a pagare questi debiti visto che ha grande difficoltà nel vivere giacché può contare con circa 500 euro di reversibilità che gli è stata assegnata in base alla situazione previdenziale che aveva il marito. Viene quindi mandata in onda unintervista realizzata ad Antonella Gorret, portavoce dellAgenzia delle Entrate, che sottolinea come le cose possono essere cambiate soltanto dal Governo che potrebbe ad esempio prevedere un sconto dovuto alla fascia reddituale, mentre sottolinea come sia possa richiedere una rateizzazione fino a 120 mensilità e non si può più predisporre il fermo amministrativo dei mezzi utili alla produzione di reddito.

Il secondo argomento della serata è inerente agli incidenti stradali. Viene raccontata la storia di Beatrice Papetti, vittima di un incidente stradale. Nello specifico è stata letteralmente falciata in maniera accidentale da un marocchino di 39 anni che poi tra laltro non si è neppure fermato per prestargli soccorso. Come se non bastasse ciò, il tragico destino ha voluto che a soccorrere la ragazza ormai in fin di vita, fosse il padre Nerio che è un volontario della Croce Rossa. Nerio che spiega in trasmissione come per la figlia non ci fosse scampo soprattutto per un volo che è stato di ben 70 metri. Luomo sottolinea lincredibile velocità con la quale la macchina viaggiava in quel tratto di strada che è una cosa assurda. Nerio vuole giustizia per la figlia ed inoltre sottolinea come insieme a sua moglie e tante altre persone, si stanno battendo affinché venga inserito lomicidio stradale. Salvo Sottile ricorda come nel 2013 siano state 114 le vittime per incidente stradale. Di Pietro ci tiene a sottolineare come la giustizia in questo ambito non riesce ad essere efficace soprattutto perché non ci sono i mezzi per farlo. Viene anche presentato come ci siano pareri discordanti tra tribunale nel quantificare lentità del danno provocato con la perdita della vita. Si parla quindi di maltrattamenti partendo da quelli perpetuati ai danni dei bambini come successo in alcuni asili nido dove le maestre si mostravano decisamente troppo aggressive nei riguardi dei piccoli che gli erano stati affidati dai propri genitori come nel caso dellasilo Girasole di Olbia.

Quindi si passa alle violenze sugli anziani nelle case di riposo. Su questultimo argomento, viene proposta unintervista realizzata alla Ministro della Salute, Beatrice Lorenzin, che non solo condanna queste azioni sconsiderate ma sottolinea come vi sia anche una disorganizzazione delle ASL che non effettuano in maniera opportuno i controlli affinché tali eventi non si verifichino. Nellultimo segmento della puntata si parla di delitti e violenze commesse da uomini ai danni delle donne. Secondo quanto emerge dalla discussione, il problema risiede nel fatto che la non certezza della pena spinge gli uomini a osare con maggior frequenza tali violenze. Viene presentato il caso della morte di Giulia Galiotto, uccisa nel 2009 dal proprio uomo e che già tra tre mesi potrebbe uscire di carcere. 

Nellultimissima parta si parla di Fabrizio Corona con sua madre Gabriella che parla di come la condanna di 14 anni che gli è stata comminata sia assolutamente spropositata: Penso che, condannarlo a 14 anni, sia un omicidio con rito abbreviato. Mi auguro con tutto il cuore che quando uscirà di prigione recupererà il tempo perduto… Non cambierei Fabrizio con nessun figlio al mondo. Sono certa che tutto si risolverà. Suo fratello Federico che lo ha incontrato ultimamente, sottolinea come sia particolarmente carico: Lho trovato pimpante specialmente con luscita del libro, Mea Culpa. Fabrizio si spoglia di questa maschera da superiore. Penso che il personaggio Corona si sia impossessato di lui. In carcere si è dovuto relazionare con la parte più intima di lui. Ha scritto questo libro per suo figlio Carlos perché ha bisogno di conoscere il vero Fabrizio.

Mentre arriva la notizia dagli Usa che Obama intende aumentare lo stipendio base dei dipendenti federali, in Italia molti cittadini devono fare i conti con la crisi e alcuni di loro si ritrovano senza via di uscita, specie quando si ritrovano sommersi dai debiti. Anche a loro è dedicata la puntata di Linea Gialla in onda questa sera, che si può seguire anche in diretta streaming cliccando qui.

Questa sera, martedì 28 gennaio, alle 21.10 su La7 va in onda un nuovo appuntamento con Linea Gialla, il programma condotto da Salvo Sottile. Tra gli argomenti al centro della puntata le vittime della crisi economica e le pressioni del fisco, con Equitalia al centro di infinite controversie tra chi paga anche con la vita e chi, invece, ottiene benefici uscendo dai binari della legalità. Si parlerà anche di pirati della strada, tra lindifferenza di una lenta burocrazia di Stato e le impunità di veri e propri assassini. Ampio spazi verrà dedicato al caso di Fabrizio Corona, fotografo dei vip, con il grido di allarme del fratello Federico e della madre Gabriella. Si parlerà ancora di maltrattamenti su minori e anziani, con video inediti che testimoniano ancora una volta come allinterno di strutture pubbliche e private si consumino soprusi e prepotenze su bambini innocenti e anziani.

Tra gli ospiti in studio ci sranno: il leader dellIDV Antonio Di Pietro, Angelo Pisani del Movimento Anti Equitalia, Oliviero Beha, Roberta Bruzzone, Marida Lombardo Pjola, Federico Corona, fratello di Fabrizio con cui ha scritto il libro “Mea Culpa”, e unintervista esclusiva alla mamma, Gabriella.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori