HATFIELDS & MCCOYS/ Riassunto ultima puntata: Anse si fa battezzare nel fiume

Questa sera su Rete 4 si è chiusa con la terza e ultima puntata la miniserie western Hatfields & McCoys, che ha come protagonista Kevin Costner. Ecco dove rivedremo prossimamente l’attore

29.01.2014 - La Redazione
KEVIN-COSTNER-HATFIELDs-mccoys
Hatfields & McCoys

Nella terza e ultima puntata di Hatfields & McCoys Devil Anse Hatfields, insieme alla sua famiglia progetta ed esegue un attacco vero e proprio alla famiglia McCoys incaricando lo zio Jim di uccidere solo il capo famiglia Randall. Ma lattacco, condotto dallo zio Jim insieme agli altri componenti della famiglia Hatfield, compreso Johnse, non va come era stato previsto. I figli di Randall reagiscono allattacco e vengono uccisi dai McCoy e la moglie Sally, uscita per vedere come stavano i suoi, viene colpita gravemente alla testa proprio da zio Jim con il calcio del fucile. Randall riesce a scappare con la moglie ferita e gli Hatfield bruciano la casa dei McCoy. Dopo lattacco ai McCoy, Johnse torna a casa dove viveva con la moglie Nancy McCoy ma lei lo accoglie con insulti accusandolo di aver partecipato allo sterminio della famiglia McCoy. Johnse si difende dicendole che lui non ha mai sparato, ma lei, per tutta risposta, gli comunica che va via da lui e si sposa con Frank Philips, il cacciatore di taglie che lavorava per i McCoy. Johnse allora, deluso, torna a casa dei genitori. Intanto Roseanna torna dalla sua famiglia per assistere la mamma ferita gravemente alla testa, tanto da sragionare e non essere più in sé. Il cacciatore di taglie Frank Philips, per vendetta, tende unimboscata allo zio Jim e al figlio di Anse, Cap. Philips uccide Jim Hatfield insieme al suo cane e ferisce Cap che però scappa e torna a casa raccontando laccaduto. Anse è molto preoccupato e pensieroso sia per luccisione dello zio Jim che per il pericolo che sta correndo tutta la famiglia. Confida alla moglie Levicy che solo lui e Johnse sapevano dove si trovavano Jim e Cap e capisce che è stato proprio suo figlio a confidarsi con la moglie Nancy. Anse decide di parlare con il figlio Johnse e lo porta a pesca con sé. Padre e figlio a cavallo si allontanano e trovano un posticino tranquillo per pescare. Mentre Johnse pesca, ricordando episodi dellinfanzia, Anse gli fa confessare che ha detto proprio lui a Nancy del luogo dove si trovavano lo zio Jim e il fratello Cap. Johnse lo ammette e gli dice che non vuole più la lotta tra le famiglie e vorrebbe scappare in Oregon anche perché non è stimato da tutti gli altri come il padre. Poco dopo Anse parla con il fratello Wall, il giudice, il quale vuole risolvere tutto con la legge e intende consegnarsi ai McCoy, senza fucile, per essere giudicato dal tribunale del Kentucky. Anse gli dice che è una pazzia e che invece è meglio risolvere tutto con le pistole. Ma il giudice Wall Hatfield si consegna lo stesso al tribunale del Kentucky.Nel frattempo i McCoy vengono a sapere che stanno arrivando gli Hatfield per una nuova battaglia contro i McCoy i quali si radunano e vanno incontro agli Hatfield. I due gruppi, condotti rispettivamente da Randall e da Anse, si affrontano in una vera e propria battaglia. Philips viene ferito ma Billy, figlio di Anse, viene ferito gravemente e lo stesso Anse viene quasi colpito da una granata. Gli Hatfield battono in ritirata e Randall è contento di aver vinto la battaglia. Intanto la moglie di Randal, Sally, assistita dalla figlia Roseanna, sta ancora male con la testa e chiede alla figlia di sposare lavvocato Perry Cline, ma lei rifiuta ancora una volta. A quel punto arriva Nancy e le due cugine parlano di Johnse: Nancy sostiene di averlo sposato solo per vendetta, per fargli del male, perché odia la famiglia Hatfield. Perry Cline chiede nuovamente a Roseanna di sposarla ma lei all’improvviso non si sente bene, sviene e poco dopo muore. Johnse va a piangere sulla tomba di Roseanna, capendo di esserne ancora innamorato, ma ormai tutto è inutile. Randall allora fa condurre la moglie Sally in un ospedale dove possono curarla meglio ma lei continua a dire cose senza senso. Finalmente si tiene il processo nel Kentucky e vengono tutti condannati all’ergastolo tranne uno, Ellison “Cottontop” Mounts. Anse e Randall allora si affrontano da soli e discutono sulla continua guerra sanguinaria delle due famiglie, sostenendo entrambi che esiste nessun modo di trovare la pace. Cap, parlando con il padre Anse, dice che vuole andare con la forza a liberare i prigionieri nel Kentucky ma Anse lo ferma dicendo che non vuole che si sparga altro sangue. Anse allora, stanco della continua guerra con i McCoy, mentre impiccano il ragazzo, legge a tutti una lettera che manderà ai giornali in cui afferma che non vuole più tenere in vita questa vecchia faida tra le famiglie perché è stanco, come anche gli altri di tutte queste uccisioni. E si rallegra alla prospettiva della pace anche se ha dedicato la vita alle armi: ma ora è arrivato il momento di finirla perché la guerra ha fatto troppe vittime. E termina proponendo ai McCoy di fermare la guerra con spirito di pace. Intanto, durante una rissa al bar, Philips viene ucciso per aver preso in giro lavvocato Perry Cline perché gli piacevano le ragazzine. Anse che si fa battezzare nel fiume, mentre Randall muore in un incendio. La guerra ha finalmente una tregua, ma il vero astio tra le due famiglie termina solo molti anni dopo e resterà nella storia dellAmerica.

Questa sera su Rete 4 si è chiusa con la terza e ultima puntata la miniserie western Hatfields & McCoys, che è valsa all’attore Kevin Costner un Golden Globe. Per l’attore americano è stata una affermazione importante e ora siamo pronti anche per rivederlo sul grande schermo. Circa due settimane fa è uscito negli Usa Jack Ryan – L’iniziazione, diretto da Kenneth Branagh, ispirato al personaggio di Tom Clancy, dove Costner non è però protagonista. Ruolo che invece avrà in 3 days to kill, film diretto da McG e scritto da Luc Besson, che arriverà nelle sale americane tra circa un mese.

Questa sera su Rete 4 andrà in onda la terza e ultima puntata di Hatfields & McCoys, la serie con Kevin Costner, di cui trovate più in basso le anticipazioni. Sulla lunga, importante e pluripremiata carriera di Kevin Costner non si può dire nulla, ma possiamo affermare con certezza che la sua partecipazione alla mini serie tv  Hatfields & McCoys lo ha fatto tornare come agli albori del suo lavoro. Il bell’attore che ha fatto, e che ancora fa, impazzire le donne ha vinto il suo secondo Golden Globes alla cerimonia 2013 grazie alla sua partecipazione alla serie. andato proprio a lui il premio come miglior attore in una serie in occasione della cerimonia 2013 battendo Benedict Cumberbatch (“Sherlock”), Woody Harrelson (“Game Change”), Toby Jones (“The Girl”), e Clive Owen (“Hemingway & Gellhorn”). Per Costner questa è stata la quinta nomination e la sua seconda vittoria, dopo quella del 1991 per la miglior regia con “Balla coi lupi”. Nel suo discorso, come si nota in questo video, Kevin ha ringraziato tutti, ma si è guardato anche indietro, alla sua lunga carriera, e alla sua prima esperienza ai Golden Globes. 

Con la terza e ultima puntata di Hatfields & McCoys, in onda questa mercoledì 29 gennaio in prima serata su Rete 4, vedremo finire la faida tra le due famiglie. Più in basso trovate le anticipazioni, mentre qui riportiamo le dichiarazioni del critico Tatti Sanguineti, che commenta così la figura del capofamiglia degli Hatfield, interpretato da Kevin Costner: un disertore di tipo nuovo: non vigliacco, non psicopatico, ma lucido. Infatti Hatfield diventa un imprenditore, come Clark Gable in Via col vento: un tagliatore di legno per le traversine della ferrovia. Sanguineti sottolinea la verosimiglianza documentale, nel grigio, nel seppia, nei colori virati e nel fatto che allopera manchino gli sguardi delle donne e i punti di vista soggettivi. Si rappresenta lo scontro fra due mondi, ma lo si filma in un modo oggettivo, senza locchio di Costner (Hatfield) o di Paxton (McCoy). Infine, Sanguineti non approva del tutto la pipa usata dal personaggio di Costner che ne fa un antipistolero e forse un borghese.

Questa sera, mercoledì 29 gennaio, su Rete 4 va in onda la terza e ultima puntata di Hatfields & McCoys, la miniserie western con Kevin Costner e Bill Paxton. Vediamo con le anticipazioni cosa succederà questa sera, prima di scoprire quale sarà il finale amaro per le due famiglie. Anse Hatfield (Kevin Costner) propone allo Zio Jim (Tom Berenger) di uccidere Randall McCoy (Bill Paxton) per mettere fine una volta per tutte alla loro faida. Jim minaccia di bruciare la casa dei McCoy se Randall non si arrende, così sua moglie Sally gli consiglia di fuggire dal retro. Ma Jim e i suoi uomini danno lo stesso fuoco alla casa. Sally viene colpita e ferita e due dei suoi giovani figli vengono uccisi. Randall è affranto dal dolore e si sente in colpa per essere fuggito e aver lasciato a morire i suoi bambini. Jim torna da Anse e gli racconta quello che è successo. Anse gli ordina di uccidere l’intera famiglia McCoy. Nel frattempo, Randall disperato per la perdita di così tanti membri della sua famiglia inizia a covare un forte rancore.

Nancy McCoy (Jena Malone) dice a Johnse che lo sta per lasciare per sposare il cacciatore di taglie Frank Phillips. Anse scopre che Johnse ha tradito la sua famiglia ancora una volta dicendo a Nancy dove si trovava lo zio Jim portando alla sua morte, così decide di uccidere il proprio figlio. Ma alla fine mostra pietà per Johnse. La faida raggiunge l’inevitabile conclusione quando i due clan iniziano una battaglia in un campo aperto. Roseanna è molto malata e va a trovare suo padre Randall, ma lui si rifiuta di guardarla. Non ha mai perdonato alla figlia la relazione con Johnse. Roseanna lo supplica di perdonarla, ma Randall le volta le spalle. Roseanna muore poco dopo. “Cottontop” Hatfield, un sempliciotto che ha cercato di salvare la vita di un coniglio durante la battaglia sul campo, viene accusato di omicidio e condannato all’impiccagione. Invece di salvarlo dalla forca, Anse decide di lasciarlo morire, sperando che sia sufficiente a soddisfare i McCoy per porre fine alla loro faida. Arriva il momento del confronto tra Anse e Randall nei boschi, che si rivela essere solo un sogno di Randall. Alla fine, Anse chiede la fine della faida con una dichiarazione che annulla la dichiarazione di guerra che aveva pubblicato anni prima.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori