Piazzapulita / Diretta streaming: Riforme inutili, tutti contro Renzi (15 dicembre 2014)

- La Redazione

Questa sera, lunedì 15 dicembre, alle 21.10 su La7 va in onda un nuovo appuntamento con Piazzapulita, il talk show condotto da Corrado Formigli. Ecco gli ospiti in studio

Corrado_Formigli_LA7_-_19_R439
Corrado Formigli

Friedman dice che è daccordo con le riforme di Renzi a patto che siano forti. Ora il Paese è in forte crisi e bisogna continuare a riformare ma il problema è la controriforma degli altri membri del PD. Bisogna fare davvero pulizia per Friedman. I politici del passato non possono più governare ora. Ferragina torna a parlare dello sblocca Italia e del problema dellarretratezza della legge. Cè assenza di una visione politica per il futuro. Montanari continua a parlare della casta e di opere strutturali che non servono. Friedman ribatte che ” meglio qualche riforma di Renzi che niente. Provoca lo studio e invita gli ospiti a dire cosa farebbero loro al posto di Renzi. Ferragina risponde che gli 80 euro in busta paga sono soldi buttati e dentro al Jobs Act non si capisce nulla. Velardi ribatte che con il Jobs Act si può assumere. 

Montanari inizia in dibattito sullo sblocca Italia bocciandolo. La classe dirigente non si è rinnovata nonostante Renzi, questo è il problema e le leggi che si scrivono sono vecchie, come lo sblocca Italia. Velardi interviene non ritenendo la situazione della Basilicata così grave come descritta nel servizio. Questa terra vuole beneficiare del petrolio, secondo Velardi. La discussione prosegue spostandosi sul tema Renzi è troppo amico degli imprenditori, per Montanari e per molti italiani. Formigli lancia la domanda in modo provocatorio per poi andare in pubblicità. Si riprenderà da questultima considerazione.

Servizio sullo sblocca Italia, norma che dovrebbe facilitare chi svolge lestrazione di idrocarburi. Ma non tutti sono daccordo perché cè molta paura per la contaminazione del territorio. Il viaggio inizia in Basilicata dove si estrae il petrolio. Ci sono 27 pozzi dellEni. Ci si sposta sul Lago del Petrusillo che fornisce acqua potabile. Ma dalle analisi emergono molti idrocarburi nel lago. Sono morti anche degli animali di alcuni agricoltori forse per gli scarti del petrolio nella terra. Si arriva al quartiere costruito per gli operai molti anni fa. Si sente molta puzza tanta gente è morta di tumore, come raccontano gli abitanti. Anche i dati lo confermano. Lo testimonia anche un cittadino operato ad un rene e poi alla prostata per un cancro

Presentazione nuovi ospiti in studio. Formigli riparte dal Quirinale. Alan Friedman conosce bene Prodi e dice che lincontro di oggi con Renzi non significa necessariamente che Prodi diventerà Presidente della Repubblica. Si spera nella trasparenza e in una persona che rispetti la democrazia parlamentare, dice Friedman. Velardi è daccordo in parte, Napolitano va comunque ringraziato per lui. Ora si aprirà la partita di Renzi contro tutti. Non cè spazio di dualismo di potere, al Quirinale Renzi deve avere una persona che non gli dia molto fastidio. Friedman ribatte che non ha mai attaccato Napolitano anche se non lo ama particolarmente. Bisogna trovare qualcuno con senso dello stato non troppo vecchio, dice Friedman. Bisogna fare riforme ed avere senso della modernizzazione per lui.

Torna lappuntamento con il Terzo Segreto di Satira sul PD. Storia dei giovani che non si riconoscono più nei valori del loro partito e sognano di tornare indietro ai vecchi valori. Interpretazione in chiave ironica di un partito con mille contraddizioni. Rientrati in studio Formigli lancia linchiesta sullo sblocca Italia che andrà in onda dopo la pubblicità. della serata sullo sblocca Italia dopo la pubblicità.

Apertura con servizio su Carminati e Corsi. Si leggono le loro intercettazioni, già nellestate 2013, prima dellelezione di Marino. Rientro in studio e discussione sulle elezioni a Roma. Storace dice che il Comune va sciolto per mafia e Marino deve ricandidarsi se è nel giusto. Giachetti controbatte che lo scioglimento è una cosa seria e bisogna valutare bene. Tensione con Storace che va contro Giachetti. Storace continua a sostenere la tesi dello scioglimento. Per Giachetti Marino deve andare avanti, per lui è onesto e lo è stato sempre nel suo percorso. Resta il fatto che il salto di qualità, a Roma, deve essere fatto. Marco Lillo crede ci siano i giusti requisiti per lo scioglimento del Comune per mafia. Per lui la cosa sconvolgente è a destra. Chi deve vigilare sulla trasparenza degli appalti vedeva Carminati al bar. Non ci sono stati provvedimenti contro questi politici.

Cazzullo inizia a parlare della legge elettorale, secondo lui importantissima per il Paese, aprendo il discorso delle preferenze. Giachetti risponde che è contrario alla reintroduzione delle preferenze. Per lui il migliore è il mattarellum, ma bisogna venir incontro alle esigenze di tutti. Limportante, ora, è comunque arrivare a fare una nuova legge elettorale. Prima della pubblicità Formigli torna alla domanda chiave per lui: Non bisognerebbe tornare a votare a Roma

Prima della pubblicità Formigli pone una domanda provocatoria: Non si potrebbe azzerare il Comune di Roma e andare a votare? Al rientro in studio parte un servizio in cui si vedono persone del PD che insultano Marino. Si va avanti a vedere i circoli della città. I malumori nel PD sono netti. Si continua il giro nei circoli del PD delle periferie, anche quello in cui si era iscritto Buzzi. 

Interviene Padre dallOglio dice che la mafia non può vivere senza politica. Con le mazzette non si va avanti. Cazzullo chiede il perché non si possono confiscare i beni dei corrotti. Giachetti afferma che tutto dipende dal Parlamento che dovrebbe agire in fretta. Parte il servizio. Si va dentro la periferia est di Roma in un centro daccoglienza in cui ci sono rom ed immigrati cacciati dai campi. I giornalisti non possono entrare nel centro ma possono solo vedere immagini. Si vede bene che la struttura è inadeguata perché avrebbe dovuto ospitare i rom per poco tempo. Invece il permesso viene di continuo rinnovato.

Al ritorno dalla pubblicità clip su Renzi in cui si parla dellinasprimento delle pene per i criminali. In studio si dibatte sul fatto che bisogna emanare subito dei provvedimenti come nuove norme anti-corruzione. Giachetti dice che non si può risolvere tutto eliminando solo le mele marce. Aldo Cazzullo dice che Renzi dovrebbe prendere una posizione su Roma ben precisa”.

Corrado Formigli dà il benvenuto a Piazzapulita. Nel suo sommario anticipa gli argomenti, tra cui la corruzione a Roma e lo sblocca Italia. Parte la copertina. Nel servizio ecco uno dei campi rom coperto dai rifiuti a Roma. Oltre al campo rom ci sono pensionati che vivono con 600 euro al mese e comprano vestiti a basso prezzo. Continua il viaggio nella Roma della sporcizia. Bidoni pieni di spazzatura che invade anche i marciapiedi. Il servizio mostra poi la Roma bene, quella dei divertimenti. Ma fuori da una discoteca cumuli di rifiuti di qualsiasi tipo, da cibo a stampanti. A due passi dal centro decine e decine di materassi sparsi a terra per i senzatetto che vengono intervistati dai giornalisti di La7. Le telecamere entrano in una discoteca. Balli, canti e persone che si dicono deluse da Roma, dalla sua trascuratezza. I cittadini si lamentano dei politici che invadono il centro con le loro auto blu parcheggiate ovunque, anche in curva. Turisti, commercianti in regola e non, ambulanti che scappano allarrivo dei viglili. Ecco le mille contraddizioni della Capitale.

La7 manda in onda lappuntamento settimanale con Piazzapulita, la puntata si può vedere anche in diretta streaming. Il titolo della puntata di stasera è I corrotti. Si parlerà dello scandalo di Mafia Capitale. Nel corso della puntata sarà trasmessa uninchiesta sullimpatto che il decreto Sblocca Italia avrà sul territorio. Tra gli ospiti di Corrado Formigli: Roberto Giachetti e Francesco Storace. Tanti i giornalisti in studio: Aldo Cazzullo, Marco Lillo, Alan Friedman e Tomaso Montanari. Clicca qui per vedere la diretta streaming di Piazzapulita su La7.it

Questa sera, lunedì 15 dicembre, alle 21.10 su La7 va in onda un nuovo appuntamento con Piazzapulita, il talk show condotto da Corrado Formigli. La puntata dal titolo I corrotti” si parlerà ancora degli scandali legati all’inchiesta Mafia Capitale: perché nei partiti chi sapeva non ha fatto niente per fermare la situazione? Cosa succederà dopo lannuncio di Matteo Renzi di guerra totale alla corruzione? Numerosi gli ospiti in studio per discutere dei temi: Roberto Giachetti del Partito Democratico, Francesco Storace de La Destra, il giornalista Aldo Cazzullo, Marco Lillo de Il Fatto Quotidiano, Tonio DellOlio di Libera International, Alan Friedman, Tomaso Montanari de La Repubblica, Claudio Velardi de IlRottamatore.it ed Emanuele Ferragina, professore alla Oxford University e direttore Editoriale di Chitroppochiniente.it.Nel corso della puntata, andrà in onda uninchiesta sullimpatto che il decreto Sblocca Italia potrà avere sul territorio. Infine non mancherà la comicità de Il Terzo Segreto di Satira.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori