PIAZZAPULITA/ Paola De Pin: Violenza inaccettabile da parte del M5S”. Puntata 3 febbraio 2014

- La Redazione

Questa sera va in onda una nuova puntata di Piazzapulita. Vediamo chi saranno gli ospiti di Corrado Formigli. Ricodiamo che la trasmissione si può seguire anche in streaming

Corrado_Formigli_LA7_-_19_R439
Corrado Formigli

Nella puntata di lunedì 3 febbraio 2014 della trasmissione Piazzapulita condotta da Corrado Formigli e nel corso della quale sono stati trattati i principali casi politici della settimana con gli ospiti presenti in studio che sono: Giorgia Meloni di Fratelli dItalia, Paola De Micheli del Partito Democratico, il direttore de Il fatto quotidiano Antonio Padellaro, il giornalista de Il Corriere della Sera, Pierluigi Battista, al senatrice dissidente del Movimento 5 Stelle Paola De Pin, il professor Paolo Becchi e limprenditore Gian Luca Brambilla. Si parte con un servizio che ripercorre tutti i fatti politici emersi nel corso dellultima settimana a partire da quanto avvenuto alla Camera durante la discussione del decreto Imu-Bankitalia con le polemiche che hanno investito il Presidente Boldrini fino ad arrivare allintervista realizzata da Daria Bignardi allesponente del Movimento 5 Stelle Di Battista con la domanda sulle idee politiche del padre convintamente fascista. Padellaro conviene sul fatto che la domanda può essere sbagliata anche se non ritiene sia una cosa di particolare rilevanza, mentre lo stesso Formigli rimarca come vi sia da parte dei giornalisti di poter fare la domanda più opportuna. La Meloni invece si sofferma sui tantissimi commenti apparsi sul blog di Grillo a sfondo sessista, evidenziando come non siano dei possibili stupratori bensì una banda di imbecilli. La De Micheli rimarca come occorra denunciare queste situazioni in quanto cè una continua escalation in tal senso e inoltre ci tiene a ricordare come nella sua esperienza di opposizione al Governo Berlusconi durata quattro anni e mezzo, il Pd edaltri partiti, hanno sempre fatto opposizione ma in una maniera democratica. La De Micheli evidenzia come anche lei sia stata insultata con frasi sessiste sui social network. Nel proseguo viene evidenziato come il tweet attribuito alla Boldrini sia invece un fake lanciato da un profilo falso mentre viene riletto quello di Claudio Messora del Movimento 5 Stelle, piuttosto duro e a sfondo sessista che tuttavia è stato cancellato dopo qualche ora. Battista e Padellaro evidenziano come in realtà non si era mai visto che lopposizione tentasse fisicamente di non far lavorare le cariche istituzionali. Padellaro rivendica però la sostanza della protesta diretta al decreto Imu-Bankitalia e poi ricorda lattacco che fu fatto dalla destra al Senato nei riguardi di Rita Levi Montalcini e come allora non si parlò di squadrismo. Battista controbatte evidenziando come in questo caso sia accaduto qualcosa di molto più grave in quanto 50 deputati si sono mossi fisicamente verso il Presidente della Camera per indurla ad abbandonare il proprio posto. Sullargomento si esprime anche lex M5S , De Pin, che rimarca come sia una eccesso di violenza da parte del proprio ex partito assolutamente inaccettabile e inoltre aggiunge che da quando uscita dal Movimento ha ricevuto diverse minacce. Padellaro si dice convinto che la Boldrini dovrebbe dimettersi perché ha definito eversivi i grillini ma la De Micheli risponde ricordando quello che ha subito e come non sia stata di parte. Meloni seppur rimarca come non stia svolgendo al meglio il ruolo istituzionale, ammette che Fratelli dItalia non chiederà le sue dimissioni. Poi viene mandato in sovraimpressione un cartello nel quale viene rimarcato come lattuale Governo capitanato da Enrico Letta, si sia fatta un certo uso di decreto evidenziato come un vero e proprio abuso da parte di Battista. Viene mandata in onda unintervista al professor Becchi che rimarca un eccesso di violenza da parte del Movimento 5 Stelle. Padellaro sottolinea come il M5S sai arrivato fino in Parlamento perché si è avvertita lassenza di una vera opposizione mentre Brambilla rimarca come non sia sorpreso degli insulti sul web alla Boldrini. Si cambia argomento con un collegamento in diretta con Firenze e in particolare con uno stabilimento della Seves che sta chiudendo per via delle difficoltà economiche. Alcuni operai evidenziano le proprie difficoltà personali con stipendi bassissimi nel portare avanti le proprie famiglie. Monteleone cerca di entrare nel merito del decreto Imu-Bankitalia rimarcando come non corrisponda al vero che il Governo abbai di fatto regalato 7,5 miliardi di euro alle banche in quanto è stata fatta unoperazione di ricapitalizzazione di Bankitalia e come nessuna banca privata possa possedere oltre il 3% di patrimonio. Il giornalista Barison de Il Sole 24 Ore, evidenzia come Bankitalia dovrà comprare le quote eccedenti per 4,5 miliardi di euro. La De Micheli spiega che non cè stato nessun regalo alle banche che anzi vedranno accrescere la tassazione, evidenzia che non ci saranno aumenti sulle accise dei carburanti e inoltre sottolinea come il decreto dovrebbe indurre le banche ad aumentare la propensione nellelargire credito a privati e aziende. La Meloni invece parla del pericolo nel caso lItalia dovesse uscire dalleuro di dover pagare questi 7,5 miliardi prendendoli dalle tasche degli italiani. Anche Battista è dello stesso avviso della Di Micheli, evidenziando che il decreto porterà nelle tasche degli italiani circa due miliardi di euro. In studio poi si discute sulle difficoltà del mondo del lavoro con Padellaro che attacca Letta perché parla da un po di tempo di ripresa senza tuttavia che essa si veda. La De Micheli risponde che sono stati salvati circa 12 mila posti di lavoro e sono stati assunti 45 mila giovani a tempo indeterminato, questo è un primo segnale. Si chiude prima con un breve dibattito sullimpeachment mosso dal M5S contro Napolitano e poi con il sondaggio sulle intenzioni di voto, con il Pd saldamente al primo posto con il 31,5% seguito dal M5S al 22,5% e Forza Italia al 21,5%.

Gli ospiti della puntata di Piazzapulita in onda questa sera su La7 non parleranno soltanto di Movimento 5 Stelle e Laura Boldrini. C’è da scommetterci vedendo quel che sta succedendo nel panorama politica italiano, con Pier Ferdinando Casini pronto a ritornare nel centrodestra: mossa che sta scombinando un po’ di equilibri ma che sembra gradita a Silvio Berlusconi. Ci sarà poi qualcosa da dire sul rapporto europeo riguardante la corruzione che fornisce un’immagine decisamente sconfortante dell’Italia. Ricordiamo che cliccando qui è possibile seguire la puntata anche in direttta streaming.

Questa sera, lunedì 3 febbraio, su La7 va in onda un nuovo appuntamento con Piazzapulita, condotto da Corrado Formigli. Il presidente della Camera, Laura Boldrini denuncia: ” in corso un attacco alla democrazia e alla libertà di stampa”. La Boldrini sostiene che i gesti e le dichiarazioni del Movimento 5 Stelle e di Beppe Grillo non rappresentino un legittimo dissenso, ma veri e propri atti intimidatori. davvero così?, sono questi i temi al centro della diciannovesima puntata dal titolo Il sovversivo. Dunque la protesta del Movimento 5 Stelle in Parlamento sarà ancora sotto i riflettori. Probabile che si riprendano dei passaggi dell’intervista che la Boldrini ha rilasciato ieri a Che tempo che fa, così come le parole di Alessandro Di Battista a Le invasioni barbariche, altro programma di La 7.

Ospiti di Corrado Formigli questa sera saranno: Paola De Micheli del Pd, Giorgia Meloni di Fratelli d’Italia, Pierluigi Battista del Corriere della Sera, Antonio Padellaro direttore de Il Fatto Quotidiano, l’imprenditore Gian Luca Brambilla, la senatrice dissidente del Movimento 5 stelle Paola De Pin. Interverrà anche il professor Paolo Becchi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori