STRISCIA LA NOTIZIA/ La moda del KO Game, si rischiano anche 18 anni di carcere

- La Redazione

L’approfondito riassunto della puntata del programma di grande successo Striscia la notizia andato in onda ieri sabato 12 aprile, ecco tutto quello che è stato presentato ed è successo

telecomando_R439
InfoPhoto

La puntata del 12 aprile di “Striscia la notizia”, la storica trasmissione dell’access prime time di Canale 5, si apre come consueto con i due presentatori Ficarra e Picone che affrontano con sarcasmo le ultime vicende politiche. Si parte con le dichiarazioni di Renato Brunetta, che alcuni giorni fa ha paragonato Berlusconi a Aung San Suu Kyi, in carcere per tanti anni per motivi politici. Ficarra si augura che Berlusconi ne ripercorra le gesta, precisando poi che si riferiva alla vittoria del premio Nobel per la pace. Si ironizza poi sui problemi con la giustizia di importanti esponenti del centro-destra, con riferimento alle vicende di Berlusconi, Dell’Utri e Formigoni.

Ll mago Antonio Casanova ha guidato un’automobile bendato, invitando i giovani a non imitarlo. Il riferimento è alla guida sotto l’effetto di alcol o stupefacenti che equivale ad una guida bendata. La dottoressa Caterina Luperto, comandante della Polizia Stradale di Ravenna, ha ricordato che gli incidenti stradali sono la prima causa di morte tra i giovani. L’inviato Cristian Cocco si è occupato della struttura turistica di Villamassargia, in provincia di Cagliari, mai entrata in funzione e in completo stato di abbandono. Per realizzare l’opera sono stati spesi 10 miliardi di lire.

Davide Rampello si è recato a Cossano Belbo, in provincia di Asti, per parlare di una famiglia che da tre generazioni gestisce un mulino, capace di assicurare un prodotto finale totalmente biologico e a chilometro zero.

Luca Galtieri ha parlato dell’ultima scriteriata moda giunta in Italia dagli Stati Uniti, il KO game, che consiste nel colpire con un pugno uno sconosciuto, mandandolo al tappeto come avviene nel pugilato. L’inviato ha intervistato una vittima, colpita mentre usciva dal lavoro, e una ristoratrice che ha assistito a questi gesti inconsulti. I protagonisti sono giovani annoiati (di età compresa tra i 15 e i 18 anni prevalentemente), sotto l’effetto di alcol e stupefacenti. L’avvocato Mastrorosa ha spiegato le conseguenze penali di questo gesto: i maggiorenni rischiano una pena detentiva che va dai 3 mesi fino ai 18 anni, anche se solo istigatori del reato; i minorenni invece rischiano un processo che può avere ripercussioni irreversibili sul futuro e obbligano i genitori a risarcire i danni, che possono essere anche molto ingenti. 

Edoardo Stoppa si è recato a Scandicci (provincia di Firenze), per parlare di Billy, un cane che vive da 20 mesi in un camper con la sua famiglia, in condizioni impossibili, al freddo, senza acqua, in mezzo ai topi. I due proprietari del cane sono in condizioni di povertà assoluta e sopravvivono con una pensione di invalidità di appena 280 euro al mese, abbandonati dalle istituzioni. L’inviato ha incontrato i dirigenti del comune di Scandicci che si sono impegnati ad assicurare una sistemazione dignitosa ai tre occupanti del camper.

Nell’ultimo servizio l’inviato Jimmy Ghione è tornato ad occuparsi della vicenda del parcheggio Cornelia, nel quartiere Boccea di Roma, realizzato per il Giubileo e mai entrato in funzione. L’opera è costata 50 milioni di euro e giace inutilizzata, in condizioni di estremo degrado. Il Presidente del Municipio XIII, Valentino Mancinelli, intervistato, ha dichiarato che è in fase di studio una riqualificazione del parcheggio e che entro fine anno si troverà una soluzione definitiva.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori