RUSLAN/ Il film d’azione con Steven Seagal su Rete 4

- La Redazione

Questa seram su Rete 4 a partire dalle 21.15, andrà il onda il film Driven to Kill, noto anche con il nome di Ruslan, che vede protagonista assoluto Steven Seagal

driven-to-kill
Steven Seagal - Ruslan

In occasione della prima serata di questoggi, mercoledì 16 aprile, a partire dalle 21,15, Rete 4 offre la visione del film Driven To Kill-Guidato per uccidere, conosciuto anche come Ruslan, una pellicola di azione diretta nel 2009 da Jeff King della durata di 98 minuti. La trama vede protagonista Ruslan Drachev (interpretato da Steven Seagal) un noto scrittore di thriller, il quale ha un passato estremamente oscuro alle spalle. Si tratta infatti di un ex mafioso russo, il quale ha prestato i suoi servizi per la delinquenza organizzata, prima di decidere di cambiare vita. Quando ormai pensa di essersi messo del tutto alle spalle i suoi ingombranti trascorsi, viene contattato dalla ex moglie, la quale lo mette al corrente delle novità riguardanti la figlia, che sta per unirsi in matrimonio con il rampollo di un noto criminale, invitandolo allo stesso tempo alla cerimonia nunziale. Prima del matrimonio, però, Ruslan rimane sgomento quando gli viene comunicata la notizia riguardante l’aggressione subita dalla figlia, con conseguenze pesantissime. La ragazza si trova infatti ricoverata in una struttura ospedaliera, in coma, mentre la ex moglie è stata a sua volta uccisa.

A questo punto decide di scendere in campo per rimettere a posto le cose, fin dove possibile e in accordo con il personale ospedaliero e la polizia, sparge la falsa notizia che la figlia sarebbe deceduta per le conseguenze delle ferite riportate. Allo stesso tempo si attiva per vendicarsi, in concorso con il fidanzato della figlia, anche se questo comporta il riannodare i fili ormai recisi con i suoi vecchi commilitoni della mafia russa. Nel corso delle indagini, Ruslan scopre che il mandante dell’aggressione è stato il padre del fidanzato, contrario al matrimonio: decide perciò di eliminarlo. Nel corso delle serrate battute finali, elimina uno dopo l’altro anche i componenti della banda mafiosa, sgombrando il campo da ogni possibile ostacolo per la felicità della figlia. Sarà proprio una sua telefonata a informarlo che la coppia è appena tornata dal viaggio di nozze che conclude la pellicola.

Si tratta di un film incentrato sulla figura poderosa di Steven Seagal e sulla sua maschera imperturbabile, che pure vanta tanti fan anche nel nostro Paese. Insieme a Jackie Chan, Bruce Lee, Bruce Norris e Jean Claude Van Damme, l’attore di Lansing, nato nel 1952, è uno dei protagonisti degli action movie che vedono un largo uso di arti orientali nel corso dei concitati combattimenti che infiorettano la trama. Ognuno di questi interpreti vanta un suo personale stile, di recitazione e combattimento, e quello di Steven Seagal è caratterizzato da pochissime espressioni facciali e una relativa lentezza nell’elaborazione delle mosse. Proprio questo particolare modo di lotta, gli ha procurato il soprannome di Tortuga, tartaruga, in tutto il mondo latino, mentre la quasi totale assenza di emozioni nel corso delle sue performance cinematografiche ha spinto molti critici specializzati ad accusarlo di non saper recitare.

Una fama consolidata dalla nomination del 2002 per il Razzle Awards, il premio che viene ironicamente conferito alle peggiori performance annuali, per il film “Infiltrato speciale”. Seagal Ha imparato a combattere in Giappone, dove si è recato nel 1971 con la fidanzata Miyako Fujitani, i cui genitori gestivano una scuola di aikido. Secondo i suoi detrattori, a spingerlo nel continente asiatico non sarebbe però stato l’amore, bensì una cartolina precetto per la guerra del Vietnam. Nel corso di questo periodo è stato il primo straniero a gestire una scuola di aikido in Giappone, per possedere la quale, in base ai suoi racconti, avrebbe combattuto contro la yakuza, la potente mafia locale, in quanto la stessa era stata persa dal suocero giocando d’azzardo. È noto anche per essere stato marito di Kelly LeBrock, dopo esserne stato guardia del corpo, attività svolta anche per il celebre agente cinematografico Michael Ovitz il quale, impressionato dalla sua bravura, ha poi deciso di finanziare personalmente il provino con la Warner Bros, al termine del quale ha iniziato la sua carriera di attore.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori