CHE TEMPO CHE FA/ Chi è Frankie Hi-Nrg MC, il rapper de LOvvio

La puntata di Che tempo che fa in onda oggi su Rai Tre vedrà tra i suoi ospiti anche Frankie hi-nrg MC, uno dei più noti e controversi rapper della scena artistica tricolore

17.05.2014 - La Redazione
frankie_hinrg_r439
Frankie HI-NRG MC

La puntata di Che tempo che fa in onda oggi su Rai Tre vedrà tra i suoi ospiti anche Frankie hi-nrg MC, uno dei più noti e controversi rapper della scena artistica tricolore. Nato come Francesco Di Gesù, a Torino, il 18 luglio del 1969, è cresciuto prima a Caserta e poi a Città di Castello. La sua attività musicale è iniziata proprio in contemporanea con l’arrivo dell’hip hop nel nostro Paese, nei primi anni Novanta, con una serie di brani in cui affrontava tematiche sociali e politiche da un punto di vista chiaramente antagonista, lo stesso dei centri sociali da lui frequentati. Ha iniziato aprendo i concerti di Beastie Boys e Run DMC nel corso del tour italiano che ebbe luogo nel 1992, per poi pubblicare il suo lavoro d’esordio, Verba manent nell’anno successivo. Proprio dall’album di esordio è stato tratto Fight da faida, un pezzo contro la criminalità organizzata e la corruzione, che fu diffuso anche nelle discoteche, ottenendo grande successo, ma anche un coro di critiche da parte del mondo riunito intorno ai centri sociali, Critiche cui il rapper ha risposto ricordando che la funzione di un artista è quella di approfittare di ogni ribalta possibile per diffondere il suo messaggio.

Il secondo lavoro in studio risale invece al 1997, quando ha pubblicato La morte dei miracoli, introdotto da Quelli che ben pensano, un brano ancora una volta premiato da largo successo e dal Premio Italiano della Musica in qualità di canzone dell’anno. A questo primo singolo hanno poi fatto seguito Giù le mani da Caino, nella quale Frankie si schierava risolutamente contro la pena di morte, e Autodafè. Il terzo episodio della sua discografia è invece arrivato ben sei anni dopo, nel 2003, quando ha dato alle stampe Ero un autarchico, cui ha fatto seguito due anni più tardi Rap©ital, una raccolta di suoi vecchi pezzi riarrangiati, integrati da un solo brano inedito, Dimmi dimmi tu. Album caratterizzato da un curioso esperimento, quello che ha visto il brano Giù le mani da Caino cantato sulla celebre colonna sonora di Le avventure di Pinocchio.

Il 2008 lo ha invece visto pubblicare DePrimoMaggio, in contemporanea con la sua partecipazione al Festival di Sanremo, dove ha cantato Rivoluzione, un pezzo in cui ha preso di mira gli scandali finanziari italiani e la degenerazione politica di un Paese ormai in preda al malcostume. Nello stesso anno ha partecipato a Isola in collina, il tradizionale concerto che vede ogni anno teatro Ricaldone, il paese che dette i natali al grande Luigi Tenco. Il 2009 lo poi visto partecipare ad Artisti Uniti per l’Abruzzo, progetto di beneficenza per la regione colpita dal terremoto, mentre nell’anno successivo ha scritto Meno Male, il brano con cui Simone Cristicchi ha preso parte alla consueta edizione annuale del Festival di Sanremo.

Nel 2011 ha dato vita a collaborazioni con Raf e Nathalie, oltre a partecipare a Non è un film, brano con il quale Fiorella Mannoia ha ottenuto il Premio Amnesty Italia. Proprio con la cantante romana ha quindi partecipato al Sud Tour, nel corso del 2012. Infine, nel 2014 ha preso parte al Festival di Sanremo, piazzandosi all’ottavo posto finale e pubblicato il suo quinto lavoro, Essere umani. Questa sera a Che tempo che fa presenterà il nuovo singolo LOvvio.

I commenti dei lettori