VIRUS-IL CONTAGIO DELLE IDEE/ La crisi di Forza Italia e del Centro Destra. Riassunto puntata 30 maggio 2014

- La Redazione

Questa sera va in onda una nuova puntata di “Virus-Il contagio delle idee”. Con le anticipazioni vediamo chi saranno gli ospiti nell’ultimo appuntamento della trasmissione

Virus_Nicola-Porro
Virus - Il contagio delle idee

Nella puntata di venerdì 30 maggio 2014 della trasmissione Virus Il contagio delle idee condotta da Nicola Porro che è anche lultima dellanno televisivo, sono presenti in studio Antonio Martino e Raffaele Fitto entrambi rappresentanti di Forza Italia, il direttore de Ilfattoquotidiano.it Peter Gomez, leconomista Veronica De Romanis, Silvia Motta analisti degli ascolti televisivi ed ovviamente Vittorio Sgarbi con il suo spazio dedicato al mondo dellarte. Il primo servizio è incentrato sullo sciopero che in queste ore ha interessato i trasporti pubblici e che ha creato tantissimi disagi per i cittadini che non ne hanno potuto usufruire. Il tema sui cui si inizia a dibattere è però relativo al partito Forza Italia che nel corso delle ultime elezioni europee ha subito un netto calo di consensi finendo sotto il 17%. Viene mostrato un cartello nel quale viene messo a confronto il risultato ottenuto nel 2009, ossia nelle precedenti elezioni europee, lallora Popolo delle Libertà sommati a quelli dellUnione di Centro nella regione Veneto che era pari a 964 mila voti per una percentuale del 35,7% mentre in questa tornata elettorale sono stati 436 mila considerando sia il voto di Forza Italia che quello del raggruppamento formato dal Nuovo Centro Destra e dallUnione di Centro con una percentuale del 18,2% per un calo di bene 17,5 punti percentuali pari a quasi 530 mila voti in meno. Lanalisi di Antonio Martino non è caratterizzata da toni allarmanti in quanto sottolinea come buona parte di questa perdita di consensi sia dovuto alleffetto Renzi e non certamente al Partito Democratico sottolineando come storicamente il Veneto sia una regione ostile alla sinistra. Inoltre, Martino reputa non eccezionale il risultato di Renzi in quanto il 40,8% se si tenesse conto di quanti non sono andati a votare in realtà è poco più di un 24%, etichettandolo come una minoranza. Martino però ammette che cè un problema di leadership in Forza Italia nel caso in cui Berlusconi volesse lasciare. Fitto rimarcando come lui non abbia mai messo in discussione la leadership di Berlusconi rimarca come piuttosto sia necessario utilizzare un sistema come le primarie, per scegliere dirigenti e candidati del partito. La trasmissione è in collegamento in diretta con il Veneto dove un gruppo di cittadini di Forza Italia si dimostra ostile a Fitto giacchè presente in politica dal 1990. Viene mandato in onda un spezzone dellintervista rilasciata dalla leader del Fronte Nazionale Francese, Le Pen, che attacca lEuro evidenziando come la zona Euro sia quello che nel corso degli ultimi 10 anni ha presentato i dati di crescita più bassi nellintero globo. Lanalisi di Peter Gomez nei confronti di Forza Italia è abbastanza chiara e decisa sottolineando come gli elettori non hanno visto in Renzi responsabilità della situazione dellItalia che invece trovano in Martino e Fitto. Poi sul problema della leadership, il giornalista sottolinea come sia fuori dalla realtà il pensiero di poter vedere come leader del Centro Destra nel 2018 ancora Silvio Berlusconi. Martino ricorda come prima del 1994 ossia della discesa in politica di Berlusconi non esisteva il Centro Destra. Fitto dopo aver mostrato un cartello nel quale evidenzia le cose che avrebbe promesso Renzi e che non ha ancora fatto, parla della possibile coalizione di centro destra che può avere luogo soltanto se si trova un accordo sul programma. Leconomista De Romanis fa presente come lEuropa sia una risorsa da sfruttare per lItalia rimarcando come lItalia stia crescendo meno rispetto alla media della zona Euro e rispetto a diversi altri Paesi che ne fanno parte. Dopo un servizio nel quale si parla del Ministro Boschi e del caso dei 35 bambini africani fatti rientrare in Italia, Peter Gomez evidenzia come sia chiaro che nel caso Renzi non dovesse attuare tutte le promesse che ha fatto, non verrebbe più votato. Silvia Motta pone allattenzione degli ospiti presenti in studio, unanalisi che compara i risultati elettorali dei tre principali leader rispetto alle durate dei propri interventi in televisione e nello specifico rispetto alla trasmissione Porta a Porta con Grillo che ha ottenuto il maggiore spazio. Molto interessanti sono i cartelli che propongono le presenze in tv dei candidati che sono risultati essere i più votati nello specifico con Simone Bonafè del Partito Democratico che è stata in assoluto la più votata che è stata in tv per 3 ore e 41 minuti contro i 46 minuti di Fitto che è stato il secondo più votato, i soli 14 minuti di Pittella del Pd che è stato il terzo più votato. Tra i primi sei il più presente in tv è stato Matteo Salvini con 4 ore a 7 minuti. Gomez spiega il caso di Fitto e Pittella con il fatto che abbiano una certa influenza nelle rispettive regioni parlando anche di clientele. Gomez attacca Fitto ricordando la sua condanna con la pronta replica dellesponente di Forza Italia. Dopo un servizio che celebre lex presidente del Consiglio Ciriaco De Mita che alletà di 86 anni è stato eletto sindaco di Nusco suo paese natale, si parla di fact checking ed in particolare come la frase di Grillo sul fatto che il M5S sia il partito che allesordio in una elezioni abbia ottenuto il maggior consenso e numero di eletti sia falso giacchè nel 1994 Forza Italia ottenne il 30,6% dei voti per complessivi 27 seggi. Poi cè un servizio che parla del forum della pubblica amministrazione. Martino fa capire che un Ministro non può sapere tutto quello che firma. Una dichiarazione che fa arrabbiare gli imprenditori veneti in collegamento. Pronta la replica di Martino che enfatizza quello che ha fatto da Ministro. La trasmissione si chiude con lintervento di Sgarbi che parla di un quadro di Rubens ed uno del Goya e lintervista a Luca Caprai patron del marchio Cruciani.

Manca davvero pochissimo allinizio dellultima puntata stagionale di “Virus-Il contagio delle idee”, in onda come sempre nella prima serata di Rai 2. Nel corso del conclusivo appuntamento, condotto da Nicola Porro, si tornerà a parlare dellesito delle elezioni europee 2014 andate in scena domenica scorsa, ma anche della situazione economica italiana. Gli ospiti in studio saranno Antonio Martino e Raffaele Fitto di Forza Italia, leconomista Veronica De Romanis e il direttore del Fatto Quotidiano.it Peter Gomez. Anche questultima puntata potrà essere seguita come di consueto in diretta streaming video sul sito ufficiale della Rai. Clicca qui per vedere la diretta streaming dellultima puntata di Virus-Il contagio delle idee

Politica ed economia nellultima puntata stagionale di “Virus-Il contagio delle idee”, in onda stasera alle 21:10 su Rai 2 e condotta come sempre da Nicola Porro. Si parlerà ovviamente di elezioni europee, dopo lincredibile 40% fatto registrare dal Partito Democratico del premier Matteo Renzi, ma allo stesso si analizzerà un dato altrettanto eclatante che ai più sembra essere sfuggito: la decrescita dello 0,1% del Pil italiano nel primo trimestre 2014. Riuscirà il presidente del Consiglio a non tradire la fiducia degli elettori? Tanti gli ospiti di questo ultimo appuntamento prima della pausa estiva, a cominciare da Antonio Martino e Raffaele Fitto, di Forza Italia, oltre alleconomista Veronica De Romanis e al direttore del Fatto Quotidiano.it Peter Gomez. In collegamento ci sarà Silvia Motta, analista degli ascolti tv, ma tornerà anche Vittorio Sgarbi che commenterà due opere emblematiche: “Crono che mangia i suoi figli” nelle interpretazioni di Rubens e Goya. Protagonista dellintervista finale sarà invece Marco Caprai, leader della Cruciani C, luomo che ha trasformato i braccialetti di pizzo macramé in una moda mondiale.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori