LE IENE / Puntata di oggi 17 settembre, i servizi. La SLA e la papalina di Papa Francesco: i dettagli sull’asta e gli ascolti di ieri

- La Redazione

Mercoledì 17 settembre 2014, in diretta alle ore 21.10 su Italia 1, al via la nuova edizione de Le Iene show. Conducono Ilary Blasi, Teo Mammucari e la Gialappas Band

Le-iene-2014_R439
Ilary Blasi e Teo Mammucari

Ottimo esordio per Le Iene Show di ieri. Ilary Blasi, molto sexy e quasi nuda, e Teo Mammucar, pungente come sempre, hanno tenuto le redini della lunga diretta tra Gaza, violenze domestiche, narcotraffico e papalina del Papa. Vi ricordiamo, infatti, che la famosa papalina può essere acquistata in tutto il mondo attraverso eBay allindirizzo: http://www.ebay.it/itm/111465997086 e che avrete tempo fino alle 21 e 30 della puntata della prossima settimana. I soldi raccolti andranno devoluti al progetto di Soleterre Onlus a Zongo nel Congo per un ospedale che si occupa di fornire visite specialistiche a mamme e bambini. Lasta, partita da 1 euro, ha raggiunto una quota superiore a 90.000 euro. La puntata in onda ieri ha ottenuto un 13.41% di share, 2.428.000 telespettatori, con picchi del 26% di share e 3.600.000 telespettatori. Se non avete visto il servizio sul Papa, ecco il video:

Dopo una presentazione tutt’altro che lusinghiera da parte della Gialappa’s, facciamo la conoscenza di Damiano, aspirante Iena rifiutata dalla redazione, che ha però inviato un filmato nel quale dà fastidio a chiunque nel mondo dello spettacolo, tentando poi il colpaccio, riuscito, di Papa Francesco, che scambia la papalina ecclesiastica con la sua. A questo punto le Iene lo intervistano e gli propongono di mettere l’oggetto all’asta, il cui ricavato andrà a Suor Marie in Congo. Agresti ascolta le lamentele di una signora truffata, come tanti, da un agente immobiliare, che sette anni prima l’aveva convinta a comprare un appartamento a Dubai. Cifra spesa 500mila euro, ma lavori sospesi definitivamente. La Iena raggiunge Dubai e va a parlare con l’uomo, il quale sostiene addirittura d’essere lui il truffato. La Toffa si occupa di una delicata questione di pensioni, con una donna che ha percepito per un anno la pensione di sindacalista, oltre a quella di professoressa, pari a circa 2mila euro mensili, pur non avendo mai operato in tale settore. La sua costante assenza è testimoniata da quelli che sarebbero dovuti essere i suoi colleghi. La donna minaccia denunce e di chiamare i carabinieri, mentre la Iena le mostra le foto dei presunti colleghi. Lei dice d’aver lavorato, ma in ufficio nessuno la conosce. Si scopre che è sposata con uno dei vertici dello Snals, il sindacato appunto. Toffa raggiunge un responsabile, che mostra anche l’ufficio della donna, ma il portiere lo smentisce. Renzi ha partecipato all’ice bucket challenge per la lotta alla SLA, ma in realtà la situazione in Italia non cambia, con macchinari costosi, come il pc per comunicare col mondo, che è a carico dei parenti del disabile. I macchinari offerti dallo Stato sono fermi al ’99, anche se dovrebbero essere aggiornati ogni tre anni. Renzi accetta la sfida, e chiede alla Iena di tornare tra dieci giorni. Golia si occupa di una coppia separata ormai da anni, ma che continua la propria relazione tra agguati, minacce e una causa in corso. L’ex marito della donna che racconta la storia l’ha più volte malmenata, spedendola in ospedale, e inoltre entra in casa di lei per far danni, come staccare la corrente. Le Iene piazzano le telecamere, così da facilitare il compito dei carabinieri, per ora incapaci di procedere. Parlano poi con l’uomo, che accusa lei d’averlo tradito, ma soprattutto dice che la casa non le appartiene. Alla fine la soluzione la trova il tribunale, costringendo l’uomo a tenersi a distanza dalla donna e dalla sua abitazione. Prendendo spunto dallo scandalo foto vip di iCloud, Vivini vuole analizzare la vicenda nel dettaglio, chiedendo a Belen e alla Blasi se hanno il cellulare sincronizzato al cloud. Entrambe l’hanno, ma non sanno come, e neanche lo usano, eppure tutti i loro scatti, anche i cancellati, sono su una nuvola, accessibile da parte di malintenzionati. La iena parla con un esperto del settore che spiega come in tanti usino password ridicole e semplici da craccare. Per non parlare del fatto che esistono programmi in grado di tenatare migliaia di password e combinazioni al minuto, fino a trovare quella giusta. Il consiglio è di non sincronizzare, o almeno di cancellare le foto indesiderate dal cloud. O magari trovare una password più complessa. In studio si gioca sul presunto odio tra Ilary e Belen, tanto chiacchierato sui giornali. Lei nega, ma Teo mostra una sua maglia con la scritta “Odio Belen”. Lucci si diverte su una nave per single, dove però in tantissimi sono depressi. Poco divertimento, almeno tra gli intervistati, e tanti che, tra il sogno di trovare l’amore e una notte di sesso, provano a rimettere insieme i pezzi dopo una dura rottura. Come sempre le storie più rischiose toccano a Pelazza, che si occupa di droga. Va in Albania, dove si coltiva alla luce del sole. Un paesino fornisce quasi la maggior parte della marijuana importata in Italia. Insieme a una complice e una telecamera nascosta arriva sul posto, dove raggiunge e fa un ordine a un grosso narcotrafficante, che spiega lui il tragitto, le modalità e il costo. Angelo Duro torna a sognare. Si traveste e passa da delinquente a bellerina. La Palmieri è stata ospitata sulla Striscia di Gaza da una famiglia del posto. Vi è rimasta una settimana, senza elettricità o acqua calda. Nessuno ormai spera la cora si risolve, e tutte le famiglie conosciute hanno perso qualcuno. Le Iene vanno anche dalla Bindi, resasi protgonista nei giorni scorsi di una dichiarazione poco elegante nei confronti delle ministre scelte da Renzi. A suo dire l’ago della bilancia avrebbe toccato loro soprattutto perché belle. Parte così il Miss Parlamento, o meglio Mister, con la Bindi che indica i parlamentari, maschi, più avvenenti. Viviani raggiunge la neo miss Italia per chiederle di uno status facebook contenente un errore di grammatica. Lei dice che è opera di un’amica. Per sicurezza la Iena le propone un test, che lei però fallisce miseramente. Ottiene un 5 solo perchè simpatica, ma intanto promette che un calciatore non sarà mai il suo fidanzato. La prima puntata termina qui, e si può dire che le Iene siano tornate alla grande. Gli scherzi in studio non mancano mai, anche se la Gialappa’s sembra sempre un po’ troppo estranea al gioco, tra lanci di filmati e stacchetti programmati. Teo è stato preso un po’ di mira, beccandosi una secchiata d’acqua per scherzo, ma soprattutto un colpo di scopa tra le gambe e un calcio da Ilary dove non batte il sole. Vedremo alla prossima puntata.

Si avvia verso il gran finale con un servizio sulla striscia di Gaza e Rosy Bondi e le sue “battute sessiste” sulle nuove ministre. L’inviata Giovanna “Nina” Palmieri è stata ospite per una settimana sulla Striscia di Gaza da una famiglia locale che l’ha accolta e le ha parlato del conflitto e della loro vita dopo il conflitto. La famiglia vive senza acqua calda e con l’elettricità centellinata per non fare sprechi. Alla fine dei suoi giri, delle sue interviste e della settimana, saluta a fatica la sua famiglia adottiva. Dopo il servizio toccante e che lascia senza parole anche i due conduttori, è il momento di Rosy Bondi e della sua selezione di Mister parlamentare. Chiude la puntata, o almeno si spera, un’interrogazione di italiano alla neo miss Italia Clarissa Marchese.

quasi agli sgoccioli ed è proprio alla fine della puntata, o quasi, che ci possiamo gustare un nuovo servizio sul narcotraffico di Luigi Pelazza. L’inviato, da infiltrato, si occupa del narcotraffico e degli albanesi che spacciano in Italia. La situazione è difficile e quando arriva nella città dii Lazarat sembra che il suo “gancio” non possa e non voglia fargli incontrare il suo capo e addirittura il giornalista viene fermato quando lo vedono girovagare per la città alla ricerca di immagini da mostrare sulle piantagioni di Marijuana.Addirittura il sindaco prima si offre di aiutarlo capire che in giro non c’è droga ma arrivato sulla porta lo scarica con una scusa. Dopo la sua visita, anche la polizia ha messo a fuoco e fiamme la città sequestrato armi e droga. Dopo il servizio, Ilary Blsi lancia la candid camera di Angelo Duro.

Al giro di boa della prima puntata di questa nuova edizione. Quando manca poco più di un’ora alla fine della puntata, eccoci qua a parlare di Sla e violenza domestica con Giulio Golia. Il premier Matteo Renzi ha deciso di aiutare i malati di Sla aggiornando le liste dei dispositivi elettronici che potranno avere a disposizione per migliorare la loto vita per quanto è possibile. Dopo Renzi si passa Giulio Golia che si sposta ad Olbia per “risolvere” un caso di presunta violenza domestica. Infine, Belen Rodriguez e Ilary Blasi vengono intervistate per sapere di più sui loro scatti privati e la possibilità che questi vengano resi noti a causa degli hacker.

Prosegue dritto dritto verso la prima ora di messa in onda. Dopo la papalina del Papa messa all’asta (raggiungendo offerte che hanno superato 3000 euro) e della presunta truffa della venduta di appartamenti a Dubai, eccoci a parlare di pensioni e SLA. Il primo servizio, firmato da Nadia Toffa, riguarda alcuni sindacalisti che, stranamente s aumentano lo stipendio negli ultimi mesi di lavoro per andare in pensione con un’integrazione che in alcuni casi è davvero “vergognosa”. La Toffa viene aggredita vocalmente dall’intervistato ma senza ottenere riposte concrete. Il programma continua con le docce gelate e la Sla con delle richieste di alcuni malati su nomenclatori e non solo. Renzi promette che si impegnerà e tra venti giorni risolverà la questione.

Inizia da qui, quattro mesi dopo dall’ultima puntata della scorsa stagione, e una Ilary Blasi che non delude i fan a cui aveva “ammiccato” del promo dello spettacolo. Il primo servizio riguarda un aspirante Iena che, rifiutato dalla redazione, si da da fare per avere la papalina del Papa e guadagnare un posto sul palco. Il giovane riesce a mettere le mani sulla papalina del Papa e, su invito de Le Iene,, decide di metterlo all’asta. Il ricavato sarà dato in beneficenza e potrà essere acquistato in tutto il mondo attraverso eBay allindirizzo: http://www.ebay.it/itm/111465997086. La base dasta è pari a 1 euro e rimarrà aperta per sette giorni. Il Papa e la sua papalina lasciano il posto ad una truffa o presunta tale di una vendita di alcuni appartamenti fantasma a Dubai.

Manca davvero poco alla prima puntata de Le Iene Show 2014, il programma di inchieste condotto da Ilary Blasi e Teo Mammuccari in prima serata su Italia1. L’ex letterina di Passaparola e moglie di Francesco Totti ha appena postato sul suo profilo Twitter una foto che la ritrae con un autore della trasmissione mentre ripassa probabilmente le ultime battute. Arriverà preparata all’appuntamento? E’ possibile seguire la puntata in streaming . 

A poche ore dal ritorno de Le Iene Show 2014 in prime time su Italia1 con Teo Mammuccari e Ilary Blasi, il profilo Facebook del programma di Davide Parenti diffonde una clip della durata di trentatrè secondi che propone un servizio di Giulio Golia. Un uomo fa irruzione in un appartamento sfondando a calci la porta di vetro. La voce fuoricampo della iena ci dice che si tratta di una violazione di domicilio, frutto di una separazione tra coniugi finita male. Appuntamento alle 21.10 sulla rete giovane di Mediaset (clicca qui per l’anteprima del servizio di Giulio Golia).

Riprende il via questa sera, mercoledì 17 settembre 2014, Le Iene Show. Il programma, che si occupa prevalentemente di servizi di inchiesta, per questa sera ha una sorpresa ben precisa in ambito, firmata Filippo Roma. Questestate sono spopolati sul web i video in cui personaggi famosi, tra cui attori, cantanti, ma anche giornalisti e politici – tra cui lo stesso premier Matteo Renzi e il ministro della Salute Beatrice Lorenzin – si rovesciavano addosso una secchiata ghiacciata e facevano una donazione monetaria destinata ai fondi per la ricerca contro la SLA: liniziativa si chiamava Ice Buckett Challenge ed è servita per riportare lattenzione su questa malattia, le cui ricerche per una cura erano pressoché ferme. Detto questo, ecco cosa ha scoperto linviato delle Iene Filippo Roma: nel nostro Paese esiste un documento, chiamato Nomenclatore tariffario, che annovera tutti i dispositivi e le protesi che le Asl forniscono gratis ai disabili. In vigore dal 1999, dovrebbe essere aggiornato ogni tre anni, ma da quando è nato ciò non è mai avvenuto: questo significa che moltissimi disabili, tra cui appunto anche tutti i malati di SLA, possono usufruire solamente di attrezzatura oltremodo antiquata, risalente addirittura al millennio scorso. Linviato si recherà, dopo aver incontrato due malati di SLA, direttamente dal premier Renzi per chiedergli di occuparsi di questa situazione, facendogli tra laltro anche una proposta davvero particolare.

Tutto pronto per la nuova stagione de Le Iene. Il programma di inchieste e reportage giornalistici, che non si fa mai mancare una vena leggera e comica, torna in onda questa sera alle 21.10 su Italia 1. Alla conduzione dello storico e sempre amato format troviamo loliata accoppiata Ilary Blasi e Teo Mammucari. La pagina Facebook de Le Iene ricorda, come se ce ne fosse bisogno, il gran ritorno odierno e i fan commentano così: Per fortuna il pericolo di vedere belen al posto di Ilary è scampato ed erano solo voci; in caso contrario avrei immediatamente smesso di vedere Le Iene. A domani!!, Già che non c’è più Pablo Trincia io non vedrò manco mezza puntata, Ma Teo Mammucari non si può sostituire?, Non vedo l’ora, Coppia televisiva perfetta, Ci sarò e L unico vero programma di approfondimento in Italia.

Questa sera, mercoledì 17 settembre 2014, in diretta alle ore 21.10 su Italia 1 prende il via la nuova edizione de Le Iene show. Confermati alla conduzione Ilary Blasi, Teo Mammucari e la Gialappas Band (composta da: Giorgio Gherarducci, Marco Santin e Carlo Taranto). Tra i servizi di questa puntata ci sarà un reportage di Giovanna Nina Palmieri che per una settimana ha vissuto con una famiglia palestinese che vive nella Striscia di Gaza. Dopo le dichiarazioni del Ministro degli Interni Angelino Alfano che, parlando del terrorismo internazionale di matrice religiosa, ha posto laccento sulla minaccia del reducismo” (ossia gli jihadisti che tornano nei territori di provenienza dopo avere preso parte alle attività belliche per conto dell’ ISIS o alla guerra civile siriana), le Iene hanno intervistano un reduce della guerra civile siriana, Ammar Bacha. Ammar, 37 anni, vive in Italia da 13 anni. Nel 2012 è tornato in Siria per combattere contro il regime di Assad, ma nel 2013 è rientrato in Italia, perché ferito a una gamba. Su segnalazione dellAntiterrorismo, ad Ammar sono stati ritirati i documenti, in quanto potenziale reclutatore di guerriglieri da avviare alla jihad e allislamismo violento. Ai microfoni delle Iene Ammar racconta le sue posizioni sull’Isis. Infine Maurizio Casciari ha monitorato per alcuni giorni i 7 sette siti di previsioni meteo più consultati: quali sono attendibili?





© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori