POMERIGGIO 5/ Puntata 1 ottobre: Emanuela Tittocchia difende i ragazzi de Il Volo

- La Redazione

Pomeriggio 5, anticipazioni puntata 1 Ottobre: Barbara D’Urso torna alla conduzione del suo programma parlando ancora del caso di Trifone e Rossella. Novità dal Grande Fratello.

pomeriggio-5
pomeriggio 5
Pubblicità

Barbara DUrso, nel suo programma Pomeriggio Cinque, non poteva non occuparsi di Piero Barone, Ignazio Boschetto e Gianluca Ginoble ovvero i tre ragazzi de Il volo accusato di aver distrutto la stanza di un albergo. In diretta, Barbara DUrso ha ospitato lattrice Emanuela Tittocchia, grande amica di Ignazio Boschetto e che ha difeso i tre ragazzi da tutte le accuse che considera nate solo dallinvidia. Emanuela Tittocchia, infatti, difende a spada tratta i tre ragazzi e attacca tutti coloro che stanno cercando dinfamare limmagine di tre giovani artisti, conosciuti ormai in tutto il mondo nonostante la loro giovane età. Cliccate qui per vedere il post.

Torna anche oggi con tanta cronaca e spettacolo. Barbar D’Urso sarà ancora in collegamento con i suoi inviati in possesso di ultime novità sul caso dei fidanzati di Pordenone e non solo. Teresa e Trifone ieri hanno occupato gran parte della puntata e anche oggi una parte sarà dedicata a loro. Proprio per via dello stravolgimento della scaletta, la D’Urso ha dovuto rinunciare a parlare del Grande Fratello 2015 e quindi a far entrare in studio due ex, ovvero Martina Pascutti e Guendalina Canessa. Oggi quest’ultima non ci sarà perchè impegnata a Roma in un’inaugurazione. Cosa vedremo? In attesa di scoprirlo, ecco cosa è successo ieri.

Pubblicità

Riassunto puntata di ieri. L’appuntamento pomeridiano nel salotto di Pomeriggio Cinque, in onda ogni giorno alle 17, inizia con la polemica che ha investito i ragazzi de Il Volo, accusati di aver devastato la loro camera d’albergo presso l’Hotel Du Lac, lasciandola sottosopra e imbrattando con le feci le pareti, per quello che sembrerebbe un gesto di stizza. Ma i tre ragazzi si difendono, spiegando di essersi ritrovati in una camera sporca e piena di polvere che li ha costretti, quindi, a lasciare l’albergo, decisione che ha sicuramente scatenato una reazione avversa da parte dell’albergatore.”Ci dispiace molto per chi ha creduto a questa storia”, “Speriamo che questa vicenda ci porti molta…fortuna!”, così, i ragazzi, si difendono a colpi di tweet.Barbara D’Urso è in diretta con gli amici dei tre tenori, i quali hanno fondato il fan club de Il Volo, essi non credono a quanto detto poiché conoscono bene i ragazzi e le loro famiglie. Inoltre, ci spiegano che il trio è stato ospite di numerosi alberghi in tutto il mondo, senza avere mai avuto problemi del genere.La diretta con l’Hotel Du Lac chiarisce il mistero di come si sia diffusa la notizia, parla infatti il giornalista che, per primo, avrebbe diffuso la notizia, dopo avere ascoltato la storia da un suo conoscente.

Pubblicità

Il giornalista, inoltre, avrebbe verificato la fonte parlando con l’albergatore e chiesto la replica ai ragazzi de Il Volo i quali, successivamente, hanno smentito a mezzo stampa.Nella puntata precedente di Pomeriggio cinque, durante la pausa pubblicitaria, vi era stato uno scontro fra il direttore dell’albergo e l’addetto stampa de Il Volo, scontro mostrato nella puntata odierna, nel quale entrambi cercano di difendere le proprie posizioni. Poco dopo, però, il direttore dell’albergo, attraverso un documento inviato alla redazione di Pomeriggio Cinque, conferma quanto detto il giorno precedente ai microfoni dell’inviata, aggiungendo che, a seguito di questa vicenda, invece di ricevere delle scuse, il suo albergo è stato investito da una pubblicità negativa.Il nonno di Gianluca, intanto, dice la sua e difende i tre ragazzi, in particolare suo nipote che, allergico alla polvere, avrebbe avuto non pochi problemi a seguito della permanenza in quei locali.
Si passa al caso dell’omicidio dei due fidanzati Teresa e Trifone, il presunto assassino, Giosué Ruotolo, afferma di conoscere poco i due ragazzi ma una testimonianza delle ultime ore lo smentisce.Infatti, una signora di Pordenone, titolare di un ristorante, dichiara ai carabinieri che Teresa, Trifone e Giosué Ruotolo erano molto amici e, spesso, dopo la palestra, si recavano da lei per prendere un aperitivo assieme.Inoltre, la pistola che ha ucciso i due ragazzi apparterrebbe ad una serie di armi in uso alla famiglia di Ruotolo, in passato di proprietà del nonno.E, mentre si discute di questo, in studio arriva la notizia che gli indagati, oltre a Giosué Ruotolo, sarebbero altri due ma sarebbe stato richiesto, nei loro confronti, lo stralcio per l’archiviazione.Carmelo Abbate, intanto, anticipa che fra i complici di Giuseppe Ruotolo potrebbe esserci una donna.Oltre alle pistole, inoltre, vi è il suo cellulare che lo collocherebbe nella zona del delitto.All’interno della pistola ritrovata, è stato rinvenuto un proiettile inceppato e, ad uccidere Teresa e Trifone, sono stati cinque proiettili di un’arma che ne avrebbe contenuti sei.Il cerchio, quindi, potrebbe chiudersi nei prossimi giorni con le ulteriori verifiche sull’arma ritrovata e la testimonianza della testimone che smentisce Giusué Ruotolo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità

I commenti dei lettori