The Following 3/ Anticipazioni puntate 19 e 12 ottobre 2015: Ryan e la nuova caccia al topo!

- La Redazione

The Following 3, anticipazioni puntate 19 e 12 ottobre 2015: Ryan torna a far visita a Carrol, prima della sua esecuzione, per capire chi sia davvero l’allievo migliore di Strauss

the-following-R439
The Following 3, in prima Tv su Top Crime

Un nuovo appuntamento con The Following ci attende lunedì prossimo, 19 ottobre 2015. Il primo dei due episodi che andrà in onda s’intitola in lingua originale “Kill the messenger” ed è il nono di questa terza stagione. In questa puntata vedremo Ryan, dopo l’ultima sconvolgente scoperta, ritrovarsi ad essere seguito dal nuovo assassino e iniziare un gioco del gatto col topo che porterà entrambi, anche se per motivi diversi, da Joe Carroll. Nel frattempo Max e Mike cercheranno un indizio rubato e Mark prenderà una decisione scioccante. Quale sarà? Lo scopriremo nel prossimo appuntamento con The Following.

The Following 3 torna stasera su Premium Crime è la prima delle due puntate che andranno in onda è la settima di questa stagione, intitolata “La Caccia”. Come vediamo nel video promo, al giorno dell’esecuzione di Joe Carroll manca solo una settimana ma Ryan non ha tempo di gioire: uno degli allievi del serial killer si è infatti trasformato in un “maestro” e ora la squadra ha due uomini da fermare. Il tempo però gioca contro Ryan e Mike e i due dovranno fare l’impossibile per sventare questa nuova minaccia. Clicca qui per vedere il video promo de “La caccia”.

Stasera, lunedì 12 ottobre 2015, torna sul piccolo schermo di Premium Crime la terza stagione di The Following, con il settimo e l’ottavo episodio intitolati “La caccia” e “Carne e sangue”. Prima di scoprire le anticipazioni, vediamo dove siamo rimasti la settimana scorsa. Daisy (Ruth Kearney) allontana Mark (Sam Underwood) con la scusa di prendere delle bende per Kyle (Hunter Parrish), ma quando rimangono soli escono per incontrare Julianna (Anna Wood). Il leader non si fida ancora dei suoi adepti e si apposta seguendoli fino all’incontro capendo che sono implicati nel caso Strauss (Gregg Henry). Durante il processo la coppia si introduce nella stanza sotto sorveglianza arrivando fino alla testimone mentre in aula l’avvocato scredita Ryan (Kevin Bacon) agli occhi della giuria mostrando dell’email che Clarke (Felix Solis) aveva inviato al direttore sul comportamento aggressivo dell’agente. L’unica speranza rimane la testimone Carrie Cooke (Sprague Grayden), ma la difesa viene avvisata che è scomparsa ed il giudice concede 24 ore di tempo perché venga ritrovata.

Gli agenti vengono indirizzati verso un furgone usato dalla coppia per fuggire che trovano in fiamme con il corpo di Carrie all’interno. La Mendez (Valerie Cruz) concede altro tempo ai suoi agenti per trovare una connessione fra Daisy e Strauss prima di sospenderli come richiesto dal direttore ma alla fine lei stessa è costretta a rinunciare al suo incarico per aver fallito. Ryan crede che i criminali siano ancora nelle vicinanze e infatti poco dopo riesce a raggiungerli fino ad una recinzione dove i due si separano, e Kyle preferisce scagliarsi contro l’agente con l’intento di farsi uccidere. Nel frattempo, Mark uccide Jiulianna e nel suo appartamento l’FBI trova delle ricerche su un molo dove trovano Strauss e Daisy in fuga, ma anche Mark che comincia a sparare. Ryan decide di dividere il gruppo, ordinando a Mike (Shawn Ashmore) e Max (Jessica Stroup) di inseguire Strauss mentre lui si lancia all’inseguimento di Mark. Mentre stanno catturando l’insegnante, Max vede Mark e lascia la collega da sola che viene aggredita brutalmente da Daisy che riesce a fuggire insieme al suo mentore. Ryan capisce che l’unico modo per trovare Strauss è parlare con Joe Carroll (James Purefoy).

Ryan riesce ad attirare l’attenzione di Joe Carroll che gli suggerisce di cercare il professore da qualche conoscente nelle vicinanze ed in cambio gli chiede di fargli visita fino al giorno della sua condanna. Ryan capisce che Strauss viene aiutato da un hacker geniale in grado di introdursi nei server dei servizi segreti e crede che la persona da cercare si trovi nelle vicinanze di Beacon. Il vice sceriffo della città riconosce una delle ragazze che gli agenti le mostrano in foto come una delle vittime trovate nel lago. Ryan si fa condurre sul posto del ritrovamento dove gli agenti iniziano a scavare trovando nove vittime risalenti a quindici anni prima a cui sono stati rimossi denti e dita per renderle irriconoscibili. La cameriera di un pub in cui lavora lo zio del vice sceriffo suggerisce di interrogare il figlio dello sceriffo Windsor (Michael Gaston) ma viene rilasciato perché Ryan crede che non possa essere all’altezza degli studenti del professore.

Nel frattempo Strauss si trova in un capanno nel bosco e viene avvisato dallo zio del vice sceriffo che l’FBI è in città e Duncan gli confessa anche che gli agenti potrebbero arrivare a lui perché aveva ucciso già prima di imparare da lui come proteggersi. Tuttavia Strauss è convinto che il tempo sia dalla loro parte perché è in arrivo il suo miglior studente di cui chiunque ignora la vera identità. Il coroner scopre che una delle vittime è stata uccisa in modo differente rispetto alle altre e Ryan intuisce quindi che il killer abbia colpito una persona conosciuta. Dalle analisi sul corpo si scopre che la vittima è la zia del vice sceriffo e l’FBI viene quindi condotta alla cattura del marito Duncan (Tim Guinee). Intanto l’hacker raggiunge Strauss al capanno ringraziandolo per tutto quello che aveva fatto per lui negli anni precedenti. Approfittando di un abbraccio fraterno, l’uomo passa un filo d’acciaio attorno al collo del suo mentore e stringe fino a quando non arriva quasi a staccargli la testa.

Vediamo qualche anticipazione in merito a quello che succederà negli appuntamenti con The Following 3 in onda oggi. Nella settimana precedente alla condanna a morte di Carrol, Ryan gli fa nuovamente visita nella speranza di capire chi sia lo studente migliore di Strauss. Joe gli riferisce che Strauss aveva l’abitudine di tenere i suoi studenti isolati e senza che l’uno conoscesse l’identità dell’altro. Nel frattempo l’FBI risale a chi ha creato i passaporti falsi dell’insegnante scoprendo che si tratta di un dipendente del governo. Lo stesso uomo è cercato dall’hacker che cerca di battere gli agenti sul tempo dopo aver liberato Duncan. Mark comincia a fare dei sogni sul suo vecchio mentore Joe Carrol. Mike e Ryan cominciano a svolgere delle ricerche su Theo, ma vengono fermati dal nuovo capo Donovan. Un’ amica informa la moglie di Theo di essere a conoscenza di alcune attività del marito incitando l’hacker ad uccidere lei e la sua famiglia. Gli agenti scoprono l’omicidio e risalgono al nome vero dell’hacker ma Theo li scopre e uccide la moglie lasciando i figli drogati. Dopo la fuga entra in contatto con Ryan giurando di rovinargli la vita. Nel frattempo Joe invita Ryan ad assistere alla sua esecuzione…

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori