LA VITA IN DIRETTA/ Gli ultimi aggiornamenti su Mario Bozzoli, l’imprenditore scomparso. Riassunto scorsa puntata (oggi 16 ottobre 2015)

- La Redazione

La vita in diretta, tornano Marco Liorni e Cristina Parodi: gli auguri ad Angela Lansbury “la signora in giallo”. Riassunto della scorsa puntata e i possibili temi di oggi, 16 ottobre 2015

liorni-parodi-vita-in-diretta
Marco Liorni e Cristina Parodi

Nel corso della puntata di oggi de La vita in diretta si è tornati a parlare del caso di Mario Bozzoli, l’imprenditore scomparso a Marcheno. L’inviata Elena De Vincenzo si è recata sul posto e ha intervistato il sindaco della cittadina in provincia di Brescia, il dott. Diego Bertussi, al suo primo mandato amministrativo. Nelle ultime ore il giallo si è infittito ulteriormente visto che sembra scanito nel nulla anche un operaio, uno dei tre presenti nella fonderia l’ultima volta che Mario Bozzoli è stato visto vivo. In questa foto pubblicata su Twitter vediamo Elena De Vincenzo fuori dalla fonderia, poco prima del collegamento: clicca qui per vedere lo scatto.

Torna la coppia del pomeriggio di Rai 1, Marco Liorni e Cristina Parodi che conducono come sempre La vita in diretta: ultimo giorno della settimana e grandi sorprese e ospiti come di norma per il programma di intrattenimento pomeridiano del servizio pubblico. La sfida a Pomeriggio 5 per le storie di cronaca e costume, anticipazioni sui casi più spinosi di attualità e molti racconti di spettacolo e televisione italiana sono come sempre il piatto forte del menu de La vita in diretta. Da antica tradizione, bocce scucite della produzione e dei conduttori su cosa accadrà tra poche ore, ma di certo la cronaca nera sarà al centro della puntata di oggi, con la conduzione specifica di Marco Liorni sempre molto sul pezzo tra collegamenti e ospiti in studio.

Alla bella Cristina invece è affidata la seconda parte tra storie, musica e costume e questo giusto mix regala al pubblico a casa un altro pomeriggio di compagnia. Sull’account Twitter ufficiale della trasmissione arrivano come da tradizione gli auguri per i compleanni famosi e quello di oggi è davvero speciale: tanti auguri alla Signora in giallo, alias Jessica Fletcher, alias la vera Angela Lansbury che compie oggi la bellezza di 90 anni netti. Tra i misteri e la sua simpatia ha tenuto compagnia per il pubblico di Rai 1 per tantissimi pomeriggi e ancora oggi mandano in onda le sue repliche. In attesa però di sapere se oggi in trasmissione verrà ricordata questa curiosa ricorrenza, andiamo a vedere cosa è successo nella puntata di ieri 15 ottobre 2015.

– La vita in diretta di ieri si apre con il caso di cronaca più dibattuto delle ultime settimane: a Pordenone, Teresa e Trifone sono ancora in attesa di giustizia e intanto Giosuè Ruotolo è a Somma Vesuviana, nella casa di famiglia, mentre l’appartamento dove viveva a Pordenone è ancora sotto sequestro. Certo le coincidenze che lo legano a questo omicidio sembrerebbero tante, ma resta il fatto che per ora non ci sono prove e il militare resta a piede libero. Si è discusso tanto delle sue bugie e di come la sua posizione potrebbe aggravarsi. L’altro elemento chiave dell’inchiesta è la pistola con cui i ragazzi sono stati uccisi e che è stata ritrovata nel laghetto. Da Palermo il professor Gianfranco Buccia, criminologo, ha letto i risultati della perizia sulla pistola e ha spiegato che gli stessi sembrerebbero proprio confermare che sia quella l’arma che uccise Teresa e Trifone. Mario Bozzoli è scomparso dalla sua fonderia e pare che il giorno successivo alla scomparsa abbia squillato il suo telefono. Ora si attende la conferma di queste novità per capire cosa ne conseguirà nelle indagini. Gli avvocati fanno appello a chiunque possa sapere qualcosa affinché vada dagli investigatori a raccontare quel che sa.

L’inviata è andata ad incontrare l’avvocato della famiglia, che ha voluto diffondere un appello, perché Mario è affetto da ipertensione arteriosa e gli devono essere somministrati dei farmaci. Marco Liorni ha parlato poi con Piera Maggio (mamma della scomparsa Denise Pipitone), che ha spiegato che i risultati del DNA non sono stati ancora comunicati ufficialmente nè a lei nè all’avvocato. Dai media comunque hanno saputo che il risultato sarebbe negativo. La mamma della bambina che ha procurato l’allarme ha voluto inoltre scusarsi con Piera Maggio. Cosima e Sabrina sono in carcere per l’omicidio di Sarah Scazzi ma la procura cerca ancora ed ha inviato dei rinvii a giudizio per falsa testimonianza. Tra questi anche Ivano Russo. Questo nuovo filone dell’inchiesta nasce dalle dichiarazioni spontanee di Virginia Coppola, ex compagna di Ivano, in merito al caso Scazzi. Ivano continua a sostenere che quel pomeriggio era solo a casa a riposare. Filomena Rorro, ospite di Cristina Parodi ha fatto notare quanto sia assurdo che un processo ne abbia generati altri due, perché questa è stata tutta una storia di menzogne. Oltre a Ivano Russo ci sono altre persone che potrebbero aver mentito e per questo ben 12 sono state rinviate a giudizio.

Cristina Parodi si è occupata delle polemiche sulle condizioni in cui sono costretti a vivere gli anziani in molti centri. Ovviamente si tratta di eccezione, ma le strutture che hanno fatto scoppiare il caso, a Palermo non rispettavano affatto la dignità di queste persone. Il marito di Scialpi si è lamentato perchè da quando il cantante è in ospedale per un intervento al cuore lui viene trattato come un perfetto estraneo. Questa polemica è stato motivo per discutere in studio dell’opportunità di modificare la legge per far sì che due persone che si vogliono bene possano restare l’una affianco all’altra. Un idrocinesiologo ci ha poi spiegato come in piscina madri e figli appena nati possano condividere emozioni, come nel periodo della gravidanza. Francesco Facchinetti ha poi raccontato della sua famiglia, dei suoi due figli e del terzo che è in arrivo. Dal punto di vista lavorativo egli ha deciso di mettersi al servizio dei più giovani talenti che ci sono in Italia, facendo loro quasi da fratello maggiore, per aiutarli a sfondare nel mondo dello spettacolo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori