Stargate/ Su Italia 1 il film con Kurt Russel. La prima pellicola con sito web

- La Redazione

Oggi, domenica 4 ottobre 2015, nel primo pomeriggio Italia 1 manda in onda Stargate, un film d’animazione di fantascienza diretto da Roland Emmerich con Kurt Russel. La trama della pellicola

Foto-Mediaset
Mediaset

Stargate, film in onda nel primo pomeriggio di Italia 1 oggi domenica 4 ottobre 2015, è il primo film ad avere un suo sito web, ad opera di Dean Devlin. Durante la sua prima proiezione ricevette solo il 48% di giudizi positivi. Sembra che il regista avesse concepito ‘Stargate’ come il primo episodio di una trilogia, che però non fu mai realizzata.

Va in onda questo pomeriggio alle 14.04 Stargate, un film del 1994 a firma di Roland Emmerich chhe per il pubblico italiano ha acquisito il seguito nel titolo “La porta delle stelle”. Si tratta di un film di fantascienza prodotto dalla Metro Goldwyn Mayer Carolco Pictures. Fra gli attori principali si segnalano Kurt Russel, Jaye Davidson, James Spader e John Diehl. Il film inizia mostrando episodi apparentemente distaccati accaduti nel corso del tempo partendo dall’8000 a.C. con il rapimento di uno sciamano da parte di una strana astronave. La scena poi si sposta nel 1928 quando in Egitto viene rinvenuto un grande anello con particolari geroglifici ad opera di Robert Langford, ricercatore americano. Con Robert è presente la figlia di nove anni Cathrerine, che sottrae un amuleto dorato con rappresentato l’occhio di Ra. Infine l’ambientazione diventa contemporanea, fermandosi al 1994.

Le analisi sui reperti rinvenuti da Langford sono ancora in corso, sotto la costante supervisione dei militari. L’equipe dei ricercatori è guidata dalla cresciuta Catherine Langford, che decide di affidare alcune parti della ricerca al giovane dottor Daniel Jackson, ricercatore emarginato dalla comunità scientifica per le teorie piuttosto bizzarre sull’orgine del mondo egizio. L’idea principale di Jackson è che la costruzione delle piramidi non sia da attribuire al popolo egizio, ma va retrodatata di molti anni. A capo del controllo militare della ricerca, invece, troviamo Jonathan Jack O’Neil, radiato dal servizio appena due anni prima per gravi disturbi psichici. Durante il suo lavoro Jackson non riesce a proseguire nella decifrazione dei geroglifici. Per giorni i suoi progressi sono fermi, fino a quando non ha un’intuizione osservando un semplice giornale sfogliato da una guardia. Jackson, infatti, intuisce che i simboli da decifrare rappresentino le costellazioni, a loro volta collegate a dei numeri ed a posizioni spaziali. Tali indicazioni permettono di identificare uno specifico pianeta, come se fossero le tappe di un percorso.

A Jackson viene, quindi, rivelata l’esistenza dell’anello, denominato Stargate, sul quale compaiono gli stessi simboli identificati. Lo scienziato, decifrando il settimo ed ultimo simbolo, attiva Stargate e il conseguente collegamento verso un pianeta alieno. Una volta attivato il portale in forma computerizzata i militari decidono di inviare una sonda sperimentale verso il primo pianeta, collocato nella Galassia di Kalian, fuori dalla Via Lattea. In seguito parte anche la squadra militare e il dottor Jackson. Qui si scopre l’esistenza di umani deportati da un’entità divina di nome Ra, costretti a lavorare in una miniera per estrarre un particolare minerale, lo stesso di cui è composto lo Stargate.

Durante l’esplorazione del pianeta giunge il dio Ra, in realtà un alieno fuggito da un mondo in via di estinzione e giunto sulla terra ben 10.000 anni prima. Qui, grazie alle tecnologie in suo possesso, riuscì a donare l’eternità agli esseri umani incontrati, rendendoli di fatto suoi schiavi. Il gruppo di terresti visitatori viene fatto prigioniero e condannato a morte. Durante l’esecuzione, però, il popolo insorge e ne permette la fuga. E’ questo l’avvio di una serie di rocamboleschi avvenimenti che portano alla conclusione del film. Il film si conclude con la morte dell’alieno Ra e con un commuovente saluto fra Jackson ed il comandante O’Neil. Jackson, infatti, innamorato dalla schiava Sha’re, decide di non tornare sulla Terra, ma di restare sul pianeta Abydos e di sposarla.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori