LE REGOLE DEL DELITTO PERFETTO/ Anticipazioni e video promo puntata 17 marzo 2015: il confronto tra Hannah e Annalise

- La Redazione

Le regole del delitto perfetto, anticipazioni puntata 17 marzo 2015 dal titolo “Best Christmas Ever”: Annalise ha un confronto con Hannah, Laurel rivela una preoccupazione a Frank

le-regole-del-delitto-perfetto_R439
Le Regole del Delitto Perfetto 2 - prima visione Tv su Fox
Pubblicità

Nella nuova puntata de Le regole del delitto perfetto (titolo originale How to Get Away With Murder) – in onda stasera su Fox – Annalise dovrà vedersela con la sorella di Sam, che è arrivata in città alla disperata ricerca dell’uomo. L’avvocato inizialmente eviterà accuratamente il confronto con Hannah, concentrando tutti i suoi sforzi su un caso, ma infine mentirà spudoratamente alla donna, confessando le che suo fratello in realtà ha ucciso una ragazza ed è per questo che nessuno riesce a trovarlo. È fuggito, si è nascosto perché non ha nessuna intenzione di andare in prigione. Cosa succederà quando Hannah scoprirà finalmente la verità? Clicca qui per vedere il video promo di 1×11 “Best Christmas Ever“.

Pubblicità

Stasera, martedì 17 marzo 2015, su Fox va in onda un nuovo appuntamento con Le regole del delitto perfetto (titolo originale How to Get Away With Murder): si tratta dell’undicesimo episodio 1×11 intitolato “Best Christmas Ever”. Prima di scoprire le anticipazioni, ecco cosa è successo nella puntata di settimana scorsa: Annalise (Viola Davis) viene interrogata dalla polizia. Lei spiega ai detective come abbia scoperto che Sam la tradiva, per poi confrontarsi con lui e dirgli infine che avrebbe deciso di richiedere un test del DNA, così da scoprire finalmente se era davvero suo il figlio che Lila portava in grembo quando fu uccisa. L’uomo, a suo dire, ebbe una reazione violenta, e questo l’ha spinta a ritenerlo colpevole dell’omicidio. I detective però le fanno una domanda scomoda, ovvero come abbia fatto a non riconoscere il pene del marito, quando la foto rubata dal cellulare della ragazza è arrivata alle news. Lei dice di non essere ossessionata da certe cose, e di non conoscere a memoria il pene del marito. Ora però il marito è morto ed è tempo di fornire un alibi credibile. Annalise dice che era sconvolta e che dunque aveva bisogno di sfogarsi. Quella notte andò a casa di un’amica, e una volta tornata a casa si rese conto che Sam non c’era. Si ritorna alla notte dell’omicidio, con Annalise che dà istruzioni a Wes (Alfred Enoch) su come liberarsi del corpo.

Pubblicità

Gli dice che dev’essere bruciato. Wes bara nel lancio della moneta e Annalise chiama Bonnie (Liza Weil) per dire che Sam è scomparso. I detective le chiedono il nome della persona con la quale ha trascorso del tempo dopo il litigio con Sam, e lei dice trattarsi di Nate Lahey, poliziotto e suo amante (cosa che non specifica). Una volta uscita dalla stazione di polizia, Annalise incontra Nate e gli dice d’aver indicato lui come suo alibi. I due parlano e nel frattempo uno dei detective che ha condotto l’interrogatorio li fissa da lontano. Gli studenti di Annalise stanno sul suo porticato, attendendo d’essere interrogato a loro volta. Laurel (Karla Souza) dice agli altri che non converrebbe a nessuno vendersi a vicenda. Dovranno restare zitti e mantenere il segreto. Tutti sono nel panico. Annalise arriva e Michaela (Aja Naomi King) riesce solo a chiedere se tutto questo la esonererà dall’esame. Annalise chiama Wes e gli dice che nessuno deve sapere del suo coinvolgimento, neanche Rebecca (Katie Findlay). Il ragazzo è stressato, ma lei gli dice che ha un piano. Con il DNA dimostrerà che Sam era il padre, e col pc che era su quel tetto per uccidere Lila. Wes le dà l’anello di Sam, che gli ha tolto prima di bruciarlo. Si torna agli interrogatori, e a ogni domanda i ragazzi tornano indietro con la memoria al cadavere e al falò sulla spiaggia, almeno nella loro mente. Annalise si scusa con Rebecca, che Wes ammette ai detective di star frequentando, e le dice che le accuse contro di lei cadranno a breve. Tutto ciò però la fa insospettire non poco. 

Si tratta di un cambio repentino della donna, e la cosa non le piace, soprattutto se accostata all’eccessiva calma di Wes. Ora Annalise e i suoi ragazzi sono al lavoro per dimostrare che Sam abbia ucciso Lila, e non Rebecca. Ora è importante incolpare a ogni costo l’unica persona non in grado di difendersi, tutelendo Rebecca, così da evitare crepe nel gruppo che deve mantenere lo sporco segreto. Wes ha un’idea, ovvero estrapolare i dati del cellulare di Sam dal suo computer portatile, ammesso che avesse realizzato un back up. Il portatile dovrà essere preso dalla stanza dei reperti della polizia, e Annalise manda Bonnie e Asher (Matt McGorry), ma il pc non c’è perché sottoposto a test. Rebecca dice che Lila poteva essere alla ricerca di una clinica che le consentisse di abortire. Annalise si mette in azione e dice di volere tutte le documentazioni della clinica. La richiesta viene negata. Annalise allora va da Nate, i due hanno una piccola ricaduta e poi si confrontano. Lui ritiene lei sappia qualcosa sulla morte di Sam, ma lei giura il contrario. Laurel durante l’interrogatorio dice che Sam era solito fissarla, in maniera sessuale.

Bonnie intanto vuole un confronto con Annalise dopo quanto accaduto, ma lei le dice chiaramente che è tempo che dimentichi tutto. Michaela riesce a recuperare un caso che potrebbe rappresentare un ottimo precedente e consentire loro di mettere le mani almeno sulle telecamere di sicurezza della clinica, così da dimostrare che Lila si era recata lì. Il giudice stavolta deve accettare, e intanto Frank (Charlie Weber) consegna ad Annalise i test del DNA effettuati su Sam. Asher racconta ai detective d’aver visto il SUV di Connor (Jack Falahee), ma che non c’era nessuno in casa. Dice anche d’aver avuto una notte di sesso con un’amica, e così anche Bonnie viene interrogata su questa relazione con Asher. Lei dice che non era una relazione, e che per le nove era già via da casa sua, dopo aver detto però ad Annalise che Lila era incinta. Dopo confronta Asher e quasi lo uccide per aver detto quelle cose alla polizia. Inoltre chiarisce che tra i due non avverrà mai nulla di nuovo. Le riprese di sicurezza mostrano Sam e Lila dinanzi alla clinica discutere animatamente. Un infermiere conferma la cosa e Annalise inserisce il test nel novero delle prove, chiedendo che le accuse contro Rebecca vengano fatte decadere, consegnandole inoltre il portatile per un test. Annalise in classe dice ai ragazzi che devono riuscire a scagionare, ipoteticamente, un gruppo di persone che si sono liberate di un corpo, senza uccidere la persona. Infine la professoressa viene contattata d’urgenza. Deve andare in centrale di polizia perché c’è un serio problema. In città infatti è appena arrivata una persona sgradita, la sorella di Sam.

Le regole del delitto perfetto, trama puntata 17 marzo 2015 – Hannah, la sorella di Sam, è arrivata in città ed è convinta a scoprine di più sulla presunta scomparsa di Sam. Infastidita dal modo in cui la tratta, Annalise focalizza l’attenzione sul caso del marito di una donna, Jackie Wilson, accusato di aver abusato di lei e di altre due persone nello scantinato della loro abitazione. Nel frattempo, Laurel si confida con Frank: la giovane ha paura che la loro copertura salti, dal momento che il SUV di Connor ci sono un sacco di prove che potrebbero incriminarli. Infine, Hannah e Annalise finalmente si confrontano.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità

I commenti dei lettori