NCIS 12/ Anticipazioni puntata 29 marzo 2015: la squadra indaga su un possibile terrorista

- La Redazione

NCIS – Unità Anticrimine 12, anticipazioni puntata 29 marzo 2015: la squadra si trova a indagare sulla morte di un comandante della Marina. L’assassino potrebbe essere un terrorista

NcisR439
NCIS - Unità Anticrimine 11, in onda su Rai 2

Stasera, domenica 29 marzo 2015, su Rai 2 va in onda il sesto appuntamento con la dodicesima stagione di NCIS – Unità anticrimine: la puntata che verrà trasmessa si intitola Consigliata la presenza di un adulto. Prima di scoprire le anticipazioni, ecco cosa è successo settimana scorsa: lNCIS si addestra sulla nave della Marina Serrano con la Guardia Costiera guidata dallagente speciale Abigail Borin (Diane Neal). Durante una pausa sul ponte della nave, Gibbs (Mark Harmon) e la Borin si avvedono che cè un uomo in mare, lo recuperano e scoprono che purtroppo è deceduto. Secondo i suoi documenti, la vittima Joe Willis è un membro dellequipaggio della San Dominick, una nave da carico che non risponde alle chiamate e che si trova fuori rotta.

Poiché si trovano a poca distanza, Gibbs decide di verificare cosa stia accadendo ma prima rimanda Bishop (Emily Wickersham) al quartier generale perché scorti il cadavere della vittima. Ellie è convinta che Gibbs labbia mandata via perché ha fallito laddestramento ma McGee (Sean Murray) la consola dicendole che ha appena affrontato il cosiddetto test della Kobayashi Maru, una simulazione messa in pratica sullEnterprise di Star Trek che riproduce uno scenario in cui il tirocinante può solo perdere, qualsiasi scelta faccia, con lo scopo di costruire il carattere. Le rivela inoltre che nessuno di loro ha superato quel test, ad eccezione di Gibbs. Intanto si scopre che Willis ha servito la Marina per 15 anni e che era stato assunto sulla nave da carico come responsabile della sicurezza. Gibbs e Borin salgono a bordo della nave notando subito che lequipaggio si comporta in maniera strana, in particolare il Capitano ORourke (Jim Beaver) sembra restio a consegnare la lista dei membri dellequipaggio per linterrogatorio.

Improvvisamente luomo si accascia e comincia a perdere sangue da una ferita a un fianco quindi viene condotto a bordo della Serrano per essere soccorso. Dopo aver eseguito lautopsia, Ducky (David McCallum) conferma che la vittima ha lottato per difendersi da unaggressione ma è morto per annegamento, tuttavia lacqua nei suoi polmoni non è marina bensì potabile. Si accorge inoltre che luomo non è Willis perché ha un difetto congenito che gli avrebbe impedito di superare la visita medica necessaria per entrare in Marina. Accompagnato nella sala radio dal Primo Ufficiale Meyer (Chris Marrs), Gibbs scopre che cè sangue dappertutto e un biglietto con dei numeri mentre i cavi della radio sono recisi così chiede allingegnere di bordo Renaldo (Lobo Sebastian) di lasciarlo solo con Meyer per parlargli. Abby (Pauley Perrette) identifica la vittima come il pirata Ernesto Vilandro e invia a DiNozzo la lista dei suoi soci, tra i quali la Borin riconosce Renaldo. DiNozzo fa appena in tempo ad avvisare Gibbs che Renaldo prende in ostaggio lagente Patricia Felton (Stephanie Charles) e pretende di avere un riscatto di dieci milioni di dollari entro unora, altrimenti la ucciderà. 

Mentre si scopre che Vilandro due anni prima aveva assaltato una nave tenendo in ostaggio per dieci giorni il suo capitano, che era proprio O’Rourke, l’uomo arriva sulla Serrano e, prima di essere portato via dall’elicottero dei soccorsi, racconta la verità a DiNozzo: aveva riconosciuto Vilandro e aveva deciso di ucciderlo gettandone il cadavere in mare nella speranza che qualcuno lo ritrovasse e corresse in aiuto della sua nave, visto che la radio era rimasta danneggiata durante la lotta. Trascorsa un’ora, Gibbs si offre di prendere il posto della Felton e approfitta di un momento in cui Renaldo si agita comunicando alla radio con DiNozzo per impossessarsi della sua arma riuscendo a farsi raccontare che Vilandro ha piazzato un uomo a guardia di un container e che è in arrivo una barca per aiutarli a fuggire. Rivela anche che il sabotaggio della radio non è stato opera loro. Al quartier generale si scopre che dietro l’operazione c’è un finanziatore e che i numeri trovati da Gibbs indicano un container appartenente a una compagnia già indagata in passato per traffico di denaro per conto di un cartello della droga.

Gibbs si fa condurre al container che risulta vuoto ad eccezione di una bomba nascosta in uno scomparto segreto e pronta a detonare in pochi minuti. La situazione si fa critica quando l’uomo di guardia, Jaime (Erik Lopez), prende la Felton in ostaggio e rifiuta di lasciarla andare perché Renaldo gli racconta che la barca per la fuga è in arrivo, ma DiNozzo e Borin gli rivelano che secondo i piani di Vilandro non era prevista alcuna barca quindi il progetto era di rubare i soldi lasciando che i pirati affondassero con la nave in modo da coprire il furto e non attirarsi le ire del cartello. Finalmente Renaldo ordina a Jaime di gettare l’arma e permettere a Gibbs di disinnescare la bomba ma, quando il ragazzo lo fa, Gibbs lascia che il timer scada rivelando solo alla fine che aveva già disinnescato l’ordigno nel momento stesso in cui l’aveva trovato. Guardando nel container, DiNozzo trova del tabacco e si ricorda che O’Rourke gli aveva parlato della sua cattiva abitudine di masticare tabacco così lo raggiunge insieme alla Borin e lo sorprende mentre sta lasciando l’ospedale con un furgone carico di denaro. Smascherato, l’uomo confessa di essersi servito di Vilandro per pianificare il sequestro ma già progettava di ucciderlo per vendicarsi.

 – La moglie di un comandante della Marina viene ritrovata morta ma il caso è complicato dal fatto che l’uomo risulta essere in una lista nera jihadista così la squadra deve stabilire se il suo omicidio sia legato a un atto di terrorismo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori