STRISCIA LA NOTIZIA/ MasterChef Italia, nuovi documenti e testimonianze su Stefano Callegaro. Puntata 20 aprile 2015

- La Redazione

In attesa di scoprire di cosa si parlerà stasera a Striscia la Notizia, in programma su Canale 5 alle 20.40, vediamo il riassunto della puntata di sabato.

ficarra_picone_striscia_r400
Ficarra e Picone - Striscia la notizia

Si torna a parlare di MasterChef Italia nella nuova puntata di Striscia la Notizia in onda questa sera. Il tg satirico ha infatti annunciato documenti inediti e nuove testimonianze su Stefano Callegaro, il vincitore della quarta edizione del talent culinario: in particolare, l’annuncio di lavoro della Unilever food (che controlla il marchio Knorr), a cui avrebbe risposto proprio Callegaro, confermerebbe che la multinazionale era alla ricerca di “chef venditori, responsabili della promozione e vendita della linea di prodotti”. Inoltre la stessa azienda spiega: “grazie ad un gruppo specializzato di cuochi professionisti e di nutrizionisti siamo in grado di aiutare i nostri Clienti a proporre offerte equilibrate: piatti saporiti e nutrienti serviti costantemente al livello qualificativo più alto”. Max Laudadio ha poi raccolto anche la testimonianza di Domenico Follo, il quale ha anche lavorato come chef promoter della Knorr: “Lo chef promoter è un cuoco che prepara il prodotto davanti al cliente. Per questa posizione lazienda selezionava dei professionisti e durante larco dellanno ci incontravamo per sessioni di aggiornamento”.

Nella puntata di Striscia la Notizia in onda su Canale 5 questa sera, lunedì 20 aprile 2015, vedremo anche un servizio di Edoardo Stoppa. L’inviato del tg satirico di Antonio Ricci, come annunciato da Ficarra e Picone nel promo della trasmissione, è tornato in un allevamento di animali per controllare le condizioni di vita di quest’ultimi. Stoppa non è stato però accolto nei migliore dei modi: il proprietario dell’allevamento ha infatti tentato di aggredirlo e poi l’ha rincorso per svariati metri. Stasera a Striscia la Notizia vedremo come sono andati i fatti e perché l’allevatore ce l’aveva tanto con Edoardo Stoppa.

Striscia la Notizia tornerà stasera su Canale 5 per il primo appuntamento di questa nuova settimana. Tra gli inviati più celebri del tg satirico ideato da Antonio Ricci c’è Jimmy Ghione, che quest’oggi ha voluto condividere con i suoi numerosi fans un pensiero sulle recenti tragedie che nel Mar Mediterraneo hanno visto la morte di centinaia di persone. Sul suo sito, è poi su Facebook, Ghione si è detto “profondamente affranto dalla tragedia dei migranti”. Il titolo del post apparso sul sito dell’inviato di Striscia la Notizia s’intitola “Europa ci sei?” ed è accompagnato da una foto della Croce Rossa Italiana che mostra una mano che affiora dall’acqua accompagnata da queste parole: “E’ una carneficina! Basta con il silenzio dell’Europa, #marenostrum deve essere un piano europeo”: clicca qui per leggere il post di Jimmi Ghione.

In attesa di scoprire di cosa si parlerà stasera a Striscia la Notizia, in programma su Canale 5 alle 20.40, vediamo il riassunto della puntata di sabato. Dopo il balletto delle veline e l’immancabile ironia di Ficarra sulla loro bravura, va in onda un servizio proposto dall’inviato Christian Cocco. A Bunnari, in provincia di Sassari, c’è un bellissimo parco costato milioni di euro, che versa in totale stato di abbandono e di degrado. All’interno ci sono una splendida piscina ed un campo da mini golf rovinati dall’incuria e dall’incedere della natura.

Una struttura ricettiva di quattrocento metri quadri e strutture ricreative e ristorative lasciate a marcire senza nessun controllo, in balia di ladri e vandali. Addirittura c’era un’area didattica caratterizzata dalla ricostruzione di un villaggio nuragico. Le antiche dimore riprodotte sono tutte cadenti. Il mago Casanova invece va a sciogliere una delle sue famose bacchette magiche. Si è risolto il problema dei disabili di Cotignola, in provincia di Ravenna, che non potevano usufruire dei servizi di un furgone a loro riservato perché lo stesso veniva utilizzato per distribuire volantini pubblicitari in paese. Il mezzo è stato rimesso a disposizione dei disabili, ma anche degli anziani e di chiunque abbia difficoltà a muoversi soprattutto per recarsi presso le locali strutture sanitarie per effettuare visite o terapie mediche. E’ la volta poi di Luca Galtiero che attraverso la rubrica “Ma perché” affronta il problema delle forze di polizia che, a causa dei tagli effettuati dal governo, non hanno i soldi per le divise, per la benzina e sono senza mezzi. In particolare le forze di polizia del Lazio, della Toscana e dell’Emilia Romagna lamentano di utilizzare caschi di protezione ormai usurati e non più in grado di offrire alcuna protezione. Giubbotti antiproiettili vecchi di oltre dieci anni ed anch’essi senza più garanzie protettive. Le auto sono vecchie ed usurate con oltre duecentomila chilometri percorsi, quindi inaffidabili nel caso in cui dovessero effettuare un inseguimento. Esistono auto in circolazione con oltre vent’anni di esistenza. A Bologna una caserma versa in condizioni di degrado vergognose, dovrebbero essere dichiarate inagibili ed invece sono costretti a viverci centinaia di poliziotti. Non ci sono fondi per la formazione professionale e neppure quelli per acquistare i proiettili per le esercitazioni. Mancano i computer per le indagini ed i collegamenti internet veloci e manca la carta per scrivere. Per non parlare poi della carenza di uomini in cui versa l’intero corpo nazionale. Luca Sardella e Janira Majello mostrano poi una struttura botanica a Pontina, in provincia di latina, in cui si possono ammirare piante e fiori dei cinque continenti. Un patrimonio botanico di inestimabile valore non solo economico. Sono presenti piante dell’era primordiale ed alberi in grado di vivere anche tremila anni. Janira invece mostra un servizio su come decorare le uova soda per portarle a tavola in maniera veramente originale. Una serie di idee particolari da utilizzare per un incontro festoso con gli amici, un cenone di capodanno ed una festa di compleanno. Le uova decorate sono di grande effetto visivo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori