SQUADRA MOBILE/ Il dilemma delle anticipazioni su Claudio e il paragone con Distretto di Polizia. Daniele Liotti divide i fans, buono o cattivo?

- La Redazione

La nuova fiction di Canale 5, Squadra mobile, ha riportato molti telespettatori ai tempi di Distretto di polizia. E nelle anticipazioni gli occhi sembrano puntati su Claudio

Liotti-Bilello-Tirabassi-squadra-mobile-w439-h302
I protagonisti di Squadra Mobile

Squadra Mobile  torna la prossima settimana con uno dei personaggi più discussi dai tempi di Ivan di Meo in Squadra Antimafia. Anche il personaggio interpretato da Daniele Liotti nella nuova serie poliziesca Mediaset prodotta da Taodue, lascia i fans interdetti. Sarà un cattivo puro o c’è qualcosa che lo spinge ad agire così? Lo stesso Liotti dice: “In realtà sarò tutto fuorché un poliziotto integerrimo. Pronti a nuovi colpi di scena?

Squadra Mobile torna la prossima settimana con una nuova puntata che i fans vorrebbero un più lunga e con meno pubblicità. Ieri sera, infatti, erano oltre 4 milioni gli spettatori che hanno seguito la prima puntata della fiction Mediaset e sono stati migliaia quelli che lo hanno fatto in live twitting con gli attori. In un piccolo video postato su Facebook l’attrice ringrazia tutti per l’interesse e l’affetto, ecco qui il link per vederla.

Squadra Mobile torna lunedì prossimo dopo la buona partenza di ieri. I fans non hanno ancora capito bene se la serie è una sorta di spin off di Distretto di Polizia o altro ma questo non li ha fermati. Taodue colpisce ancora e mette a segno un altro buon risultato in questa stagione conquistando la gara degli ascolti. In particolare, la prima puntata della fiction porta a casa 5.032.000 con il 17.85% di share nel primo episodio e 4.247.000, con uno share del 18.23%, nel secondo. Si ripeterà il risultato anche lunedì prossimo?

Daniele Liotti, nella fiction Squadra Mobile andata in onda ieri sera con la prima puntata, svolge il ruolo del poliziotto colluso, che inganna i colleghi e gli amici a partire da Ardenzi (Giorgio Tirabassi). Sulla sua pagina Facebook ufficiale si leggono alcuni commenti di telespettatori che ammettono di non essere riusciti subito a metabolizzare questo nuovo volto dellattore, dal momento che sono abituati a vederlo dalla parte dei buoni. Ti preferisco nei ruoli da buono, non mi piace il tuo personaggio comunque complimenti per tutto il resto scrive infatti un utente del web dopo aver seguito gli episodi su Canale 5, e altri aggiungono Preferisco la parte del buono come in Operazione Odissea e Il capo dei capi così è odioso e Complimenti a tutti, ma che cavolo di parte di parte ti hanno dato Daniele non ti si addice proprio brutta ti preferisco in altre vesti ieri mi hai fatto molta impressione. Nonostante limpressione iniziale, riuscirà il suo personaggio a conquistare i fan? In realtà, alcuni già si sono complimentati, dal momento che un ruolo del genere non è certo facile da gestire

La nuova fiction di Canale 5, Squadra mobile, ha riportato molti telespettatori ai tempi di Distretto di polizia, altra fortunata serie, targata anchessa Taodue, della rete ammiraglia Mediaset. Oltre che Roberto Ardenzi, si è rivisto anche Antonio Parmesan e cè da chiedersi se nelle prossime puntate non ci saranno altri riferimenti alle vicende del X Tuscolano. Visto quel che la giovane Mauretta ha scoperto sulla morte della madre, questo potrebbe avvenire. Le anticipazioni non ci diranno però tanto facilmente quando Roberto scoprirà che Claudio è un poliziotto corrotto. In effetti la sceneggiatura di tutta la serie potrebbe reggersi proprio su questa vicenda oppure potrebbe quel che combina Sabatini potrebbe essere la tessera di un mosaico più grande che verrà pian piano svelato. Non resta quindi che seguire le prossime puntate di Squadra mobile, avendo la coscienza che forse, rispetto al suo predecessore Distretto di polizia, i poliziotti non sono così buoni o perfetti come al X Tuscolano. Ma del resto questa non è una novità nel panorama recente delle fiction italiane.   

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori