PARENTHOOD 6/ Anticipazioni puntata 13 maggio 2015: Amber bada a Nora e Max

- La Redazione

Parenthood 6, anticipazioni puntata 13 maggio 2015: Amber bada a Nora e a Max, ma si accorge che il ruolo di madre può essere anche più complicato di quanto immaginasse

Parenthood_fb
Parenthood (foto da Facebook)

Stasera, mercoledì 13 maggio 2015, su Mya andranno in onda due nuovi episodi della sesta stagione di Parenthood: si tratta della settima e dellottava puntata, intitolate rispettivamente This Are The Time We Live In e Aaron Brown-stein Must Be Stopped. Ecco qualche anticipazione: Kristina e Adam sono andati fuori città per prendere parte a un progetto scolastico, ovvero una raccolta di fondi. Amber intanto fa le prove generali da mamma, badando a Max e Nora a casa. Il tutto però non andrà come sperato, dal momento che il comportamento dei ragazzi sarà difficile da gestire. Lei ci resta molto male, credendo di non poter crescere suo figlio, ma alla fine sua madre la rincuora. Zeek vorrebbe trascorrere gli ultimi giorni all’insegna dell’avventura, mentre Hank teme d’avere la Sindrome di Asperger. Joel e Julia ormai paiono pronti al divorzio definitivo, ma Zeek incoraggia Joel a non arrendersi.

Il nuovo fidanzato di Julia (Erika Christensen) si ritrova quasi incastrato in uno dei picnic a casa di Adam (Peter Krause) e, una volta qui, è quasi costretto a giocare con i bambini di casa a basket. Fa tutto questo però con gran piacere, dimostrandosi un bravo ragazzo. Alla festa però si presenta anche Joel (Sam Jaeger) ovviamente, il che non renderà facile la situazione. Ha fatto colpo un po’ su tutti e sia Victor che Syd lo adorano. E’ vestito in maniera elegante, ma non dice di no quando c’è da scendere in campo e far felice i bambini, e mentre mangia si sporca la costosa cravatta di ketchup, ovviamente senza farne un dramma. L’impressiona dunque è ottima.

Un tipo molto diverso da Joel insomma, che di certo però non si arrenderà tanto facilmente e proverà a lottare per l’ennesima volta per far valere i propri sentimenti. Amber (Mae Whitman) ha invece incontrato un giovane e carino nerd in una caffetteria e, dal momento che il pancione non è ancora evidente, ha deciso che uscire con qualcuno mentre è incinta non è poi una cattiva idea dopo tutto. Le cose paiono andare bene tra loro, ma dopo due appuntamenti Amber decide di dire tutta la verità, ed ecco che il ragazzo, ovviamente, se la dà a gambe, lasciando la giovane nella piena consapevolezza che a determinate azioni corrispondo delle reazioni. Si sfoga con Drew (Miles Heizer), e lui l’aiuta a rendersi conto che è giunta l’ora di fare sul serio e prendersi le proprie responsabilità.

Questa gravidanza avrà necessariamente un forte impatto sulla sua vita di tutti i giorni. Crosby (Dax Shepard) si ritrova invece a fare i conti con suo padre e la sua situazione drammatica. Sa cosa sta per accadere e attualmente attraversa una fase di negazione, affondando la tristezza nell’alcool. Jasmine (Joy Bryant), per il suo bene, gli porta via la motocicletta, mentre lui prima o poi dovrà fronteggiare il fatto che Zeek (Craig T. Nelson) morirà. Nel secondo episodio di settimana scorsa, notiamo un netto cambiamento nell’atteggiamento di Amber, la cui gravidanza viene spostata in avanti di tre mesi. Ora pare finalmente aver accettato quella che sarà in poco tempo ormai il suo ruolo, quello di madre, e in particolare un esempio lo rende chiaro, quando Ruby torna a casa alle quattro del mattino ubriaca, pronta a vomitare l’anima in bagno, mentre Amber si prende cura di lei e l’accarezza dolcemente per farla riprendere.

Tutti pensano al futuro, anche con un pizzico di angoscia dentro di sé, come nel caso di Drew, che fa shopping con Amber, e quando si ritrovano dinanzi a un passeggino non possono che avere un nodo in gol al pensiero di ciò che sarà. Amber è decisa a pretendere un aumento, e allora ne parla con gli zii Adam e Crosby, che però le ricordano che i tempi per la Luncheonette non sono di certo i migliori in questo momento. Crosby però è convinto che un aumento se lo meriti in fondo. Adam invece è di tutt’altro avviso e ritiene che già tempo fa avrebbero dovuto licenziarla, non per la qualità del suo lavoro quando per il poco lavoro in sé che c’è da fare da mesi ormai. Lei ascolta tutto ciò per caso e si rimbocca le maniche per dimostrare ai due d’essere una risorsa utile per l’azienda, e alla fine Adam ricorda che sono una famiglia, e dunque lui non mollerà la presa fin quando non si saranno rialzati e potranno prendersi cura di lei e del suo piccolo.

Drew sente il peso del futuro che avanza e si sente responsabile anche per Amber, e così decide di fare della facoltà di Economia la sua assoluta priorità, ma è chiarissimo non sia così. Adam però gli parla e gli dice infine che è giusto che lui segua i suoi sogni e provi a fare ciò che ama e non ciò che dovrebbe perché la società dice che è giusto e remunerativo così. Si scontra però con Crosby, che gli dice chiaramente di apprendere come fare soldi. Essere avidi è un pregio nella vita. Continua a girare per casa Dylan, la cotta di Max (Max Burkholder), che ha approfondito il suo rapporto con Kristina (Monica Potter). Continua il rapporto tra Sarah (Lauren Graham) e Hank, con lei che lo aiuta a districarsi nel difficile ruolo di crescere un adolescente. Come detto i tempi sono duri per tutti economicamente, e così Jasmine si dà da fare duramente per trovare un modo per riuscire a realizzare il desiderio di Jabbar (Tyree Brown) di andare a Harry Potter World, ma infine resta amaramente sorpresa nello scoprire che l’azienda di famiglia sta ormai morendo. Alla fine dice la verità al piccolo, che la prende stranamente bene, per poi ricevere una festa a sorpresa a tema Harry Potter.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori