THE BLACKLIST 2/ Anticipazioni puntate del 22 e 15 maggio 2015: Tom combatte per la sua vita

- La Redazione

The Blacklist 2 anticipazioni puntate del 22 e 15 maggio 2015: mentre Tom chiede aiuto a Liz, Red deve gestire Vanessa Cruz, splendida artista che attrae nella sua tela uomini ingenui

The_Blacklist_Facebook_Spader_Reddington
The Blacklist 3, in prima visione Tv assoluta su Fox Crime

Ultimi episodi per questa seconda stagione di Blackslist che si è conclusa ieri negli Usa con il gran finale. Cosa succederà la prossima settimana? Carne al fuoco ce n’è davvero tanta e la nostra amata serie, rivelazione della scorsa stagione televisiva, tornerà su Fox con l’episodio numero 19 dal titolo “Leonard Caul”. In questo episodio Raymond “Rosso” Reddington combatterà per la sua vita ma non prima di incaricare l’agente speciale dell’FBI Elizabeth “Liz” Keen di trovare Leonard Caul che ha saputo decifrare The Fulcrum . Allo stesso tempo, Liz scoprirà un legame più profondo tra lei e Rosso. Cosa succederà adesso? Riusciranno a risolvere la missione anche questa volta? Lo scopriremo solo la prossima settimana. 

Come ogni venerdì da un po di tempo, anche oggi – 15 maggio 2015 – torna sul piccolo schermo di Fox Crime una nuova puntata della seconda stagione di The Blacklist: verrà trasmesso il diciottesimo episodio, intitolato Vanessa Cruz. Red propone un nuovo nome dalla lunga lista di persone che potrebbero risultare pericolose per il mondo. Si tratta di un’artista splendida, che fa spesso uso della propria sensualità per prendere di mira uomini ingenui e facili da corrompere col sesso, o almeno con la speranza di farne. Non si ferma però neanche dinanzi alle donne, qualora ci fosse un possibile interesse, e tutti fanno parte dell’alta società americana. Al di là del caso settimanale, Liz si ritrova nuovamente a parlare con Tom, che le dice d’aver bisogno ora più che mai d’aiuto. Red intanto fa incredibili pressioni sull’agente per fare in modo che inizi a occuparsi della Fulcrum, dicendole che stavolta è davvero questione di vita o di morte.

La puntata ha inizio a New York, dove due uomini, Lloyd e Powell, sono in un van e iniziano a discutere. Si parla di persone da trovare e non di certo uccidere, e invece sono già tre i decessi in questo mese. Non capiamo bene cosa stia accadendo, ma Powell inizia a minacciare il compagno, che teme d’essere preso e inizia a parlare di esperimenti umani. Un poliziotto li ferma lungo la strada, credendo siano dei cacciatori, e per eseguire un controllo completo gli fa aprire il portellone posteriore. Alla fine ne nasce una discussione violenta e l’agente viene ammazzato. Infine riusciamo a scorgere nel retro un cadavere ferito. Buone notizie per Harold (Harry Lennix), che nota miglioramenti nella propria condizione. Il tumore pare davvero star regredendo come dicevano i dottori. Tom (Ryan Eggold), intanto, chiama Elizabeth (Megan Boone) e le dice d’essere nei guai a causa di Red (James Spader), che ha svelato la sua identità, e ora dei tedeschi gli danno la caccia. Ecco Red, che arriva da lei, iniziando a parlarle del progetto della Longevità. 

L’idea iniziale era quella di offrire alle persone ricche un modo per restare in vita per sempre o quantomeno il più a lungo possibile. Il problema è che Roger Hobbs, il creatore, è ora ben più che letale di altri ricchi scienziati, perché è più intelligente della media. Le parla del cadavere nel van. Liz sapeva tutto ma credeva si trattasse di omicidio, mentre Red le spiega che un esperimento, o almeno uno dei tanti. Donald e Liz vanno da Hobbs, chiedendogli una lista di scienziati che potrebbero agire da soli, pur lavorando per lui. Cellule esterne sono state inserite nei cervelli dei cadaveri trovati, e alcune non erano umane. Lloyd è spaventato e vorrebbe fuggire, ma nel frattempo vediamo Powell che ha messo le mani su una nuova paziente, una donna drogata fino a svenire. Le indagini infine portano a Lloyd, che era impegnato sempre nei luoghi in cui dei pazienti sparivano misteriosamente. Scoprono che ha comprato un biglietto dell’autobus per Buffalo, e Amar (Amir Arison) contatta la polizia locale per fermare il bus. Tom si confronta con Bud, che gli dice che forse l’unica scelta sarebbe abbattere Red, e che l’aveva avvertito sui rischi corsi con Liz.

I due vengono interrotti dall’arrivo dei tedeschi. Lloyd è stato preso e interrogato, dicendogli che hanno le prove per incastrarlo per l’omicidio del poliziotto, e che consegnando gli altri potrebbe scampare la pena di morte. Lui inizia a parlare di Powell, che lo ha pagato per ricevere dei corpi specifici, ma esclude dal giro Hobbs. Indica un posto dove potrebbero trovarlo, ma Powell è già scappato. L’esperimento che stanno conducendo è basato su una medusa che si rigenera, e dunque immortale. Hobbs però è coinvolto, anche se Lloyd non lo conosceva. Vediamo infatti Powell contattarlo e chiedergli aiuto, che lui non gli nega. Red conosce bene Hobbs e gli parla in privato, pretendendo spiegazioni in merito a Powell, dicendogli che proverà a fare quanto possibile per risolvere la questione. Intanto i tedeschi hanno preso Tom, minacciandolo di tortura, per poi cambiare strategia e ottenere le risposte cercate facendo semplicemente il nome di Liz, minacciando di ucciderla dolorosamente.

L’uomo parla di Sarah Hastings, e loro vogliono sapere chi l’abbia uccisa, ovvero Bud, che ora temere d’essere venduto per la vita di Liz. Hobbs viene accusato di complicità, ma nega tutto e si trincera dietro i suoi tantissimi avvocati. In pratica il collegamento è solo circostanziale e non basta per aprire un caso contro di lui, che ha anche amici molto influenti. Per risolvere il caso si dovrà trovare Powell, che stava tracciando un’altra donna, e sperando che trovando lei possano arrivare anche a lui. Prima di tutti però arriva Red, che lo porta via, soffiandolo all’FBI. Dopo un duro confronto Powell si suicida e Red spiega quanto accaduto a un deluso Hobbs. Alla fine Liz si confronta Red, chiedendogli se abbia ucciso lo scienziato, e lui le spiega che il tutto è nato da parte sua per fare in modo che Hobbs gli dovesse un favore, e ora le cose stanno così.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori