CHE TEMPO CHE FA/ Silvio Berlusconi ospite fa volare gli ascolti ed esulta su Instagram. Replica e riassunto puntata 24 maggio 2015: video streaming

- La Redazione

Che tempo che fa, replica e riassunto puntata 24 maggio 2015: come vederla in video streaming dal sito di Rai.tv. Silvio Berlusconi super ospite: la chiaccherata con Fabio Fazio

fabio_fazio
Fabio Fazio

Boom di ascolti per Che tempo che fa, che ieri sera ha ospitato l’ex premier Silvio Berlusconi. La puntata che ha visto protagonista indisusso il leader di Forza Italia ha fatto segnare al programma condotto da Fabio Fazio il 13.2% di share con picchi del 16% grazie a tre milioni e mezzo di telespettatori. Su Instagram l’ex Cavaliere ha commentato così i dati degli ascolti: “A quanto pare abbiamo portato un ‘anticiclone’ a Che tempo che fa”. Anche il popolo della rete ha dimostrato di gradire l’ottimo risultato raggiunto da Che tempo che fa e quindi da Berlusconi: i like in poche ore sono stati infatti più di 560.

La puntata di Che tempo che fa in onda ieri è partita con un momento dedicato alla musica: in studio si sono infatti esibite le Ibeyi, che hanno eseguito il brano “Mama Says“. Quindi è arrivato il momento del secondo ospite della serata, un volto storico della televisione pubblica, ovvero Piero Angela. Fazio l’ha introdotto affermando che in studio stava “entrando la Rai”. Prima di cominciare la chiacchierata Fazio ha mandato in onda una clip celebrativa della sua parabola professionale e ha messo l’accento su come la carriera di Piero Angela sia iniziata quando l’uomo sulla Luna non era ancora realtà. Quindi Fazio ha svelato un simpatico aneddoto, portando a conoscenza degli spettatori il fatto che Piero Angela prima di approdare in televisione faceva l’artista jazz e il suo nome d’arte era Peter Angela. Quindi Angela ha spiegato come è arrivato a lavorare in Rai e come ciò sia avvenuto per un puro caso del destino.

Parlando sempre della Luna, Piero Angela ha ricordato le forti emozioni provate quando dovette commentare una delle prime missioni preparatorie allo sbarco umano sulla Luna, quella dell’Apollo 8. Quindi Fazio ha approfittato del fatto di averlo come ospite per fargli alcune domande di natura scientifica, come ad esempio quella sulla presunta “immortalità” dei buchi neri. Dopo Piero Angela è arrivato un momento atteso per anni, quello di Silvio Berlusconi ospite del programma. L’ex premier ha iniziato con una battuta, affermando di non aver mai ricevuto gli inviti precedenti. Fazio ha risposto rammentando una volta in cui Berlusconi gli garantì la propria presenza e poi disertò la trasmissione. Quindi Berlusconi, affermando di parlare in veste di editore, gli ha consigliato di “tagliarsi la barba”. Dopo queste schermaglie iniziali è partita l’intervista e Fazio ha chiesto chi gli succederà alla guida di FI: Berlusconi ha risposto che “sarà il popolo, come in ogni democrazia, a scegliere” e ha poi aggiunto che le primarie che ha in mente non sono proprio delle primarie, ma qualcosa di simile. Quindi ha auspicato la nascita di uno schieramento moderato in grado di “battere la sinistra” e ha affermato che il suo partito “potrà esserne il lievito”.

Berlusconi ha poi specificato come la sua idea sia quella di un partito che ricalchi in struttura e ideali quello repubblicano americano e che la futura coalizione dei moderati vada “al di là di un insieme di forze politiche”. Sul discorso della leadership Berlusconi ha affermato che “nessuno si è ancora fatto avanti”, ma che è fondamentale avere il carisma e l’appoggio degli elettori. Poi, tornando sul discorso delle primarie ha detto che non le vuole “manipolabili” come quelle del PD. Fazio gli ha poi chiesto perchè non abbandoni la politica attiva e Berlusconi, dopo aver detto che il suo sogno sarebbe quello di “potersi riposare”, ha affermato che in Italia il pericolo comunista c’è ancora, pur non essendo Renzi comunista, aggiungendo poi che c’è un deficit di democrazia in Italia, dato dagli ultimi tre esecutivi non eletti democraticamente. Fazio allora gli ha ricordato come due governi di questi tre siano stati sostenuti anche da Forza Italia e Berlusconi ha replicato affermando che la speranza sua e del suo partito era di vedere concretizzarsi la rivoluzione liberale.

Quindi, sulla perdita di voti da parte di Forza Italia, Berlusconi ha affermato che ciò dipende dalla sua scarsa presenza in televisione, mentre Renzi e Salvini sono onnipresenti. Qui è nata una discussione con Fazio sul potere della tv nel creare consenso. Fazio gli ha quindi fatto presente come con oltre 3000 giorni al governo non sia riuscito a concretizzare la rivoluzione liberale tanto auspicata, mentre Renzi in 365 giorni ha messo in cantiere molte riforme. Berlusconi ha risposto dicendo che non ha potuto realizzare mai il proprio programma a causa delle forze politiche minori, che “guardano il proprio tornaconto” e anche per il dover coabitare con inquilini del Quirinale a lui ostili. Quindi ha voluto esplicitare quelli che per lui sono i “punti cardine della rivoluzione liberale”, ovvero meno tasse, giustizia più giusta e meno burocrazia. Fazio a questo punto gli ha chiesto di nuovo se non pensa di avere qualche colpa e Berlusconi ha risposto dicendo che l’unica colpa che si addebita è quella di “non aver convinto gli elettori a darmi il 51% dei voti alle elezioni”.

Il discorso si è poi spostato sul Milan e l’ex premier ha confermato l’intenzione di cercare nuovi soci. Sul referendum irlandese che ha detto “si” ai matrimoni tra persone dello stesso genere sessuale ha affermato di “essere favorevole alla istituzionalizzazione delle coppie di fatto e al garantire diritti ai compagni”. Quindi ha detto di avere rispetto per Renzi, definendolo però “politico di professione”. Fazio gli ha chiesto se è felice e lui ha risposto di non sapere cosa sia la felicità, ma di poter dire di “esser sereno” per essere “sempre riuscito a fare le cose che voleva”. Questa è stata l’ultima battuta dell’intervista, al termine della quale i due si sono salutati con un “arrivederci” e una stretta di mano. Dopo la pubblicità è arrivato il momento di Luciana Littizzetto, la quale ha detto che ora “manca solo Bergoglio” ospite sulla poltrona del programma. Quindi ha detto che Berlusconi “deve essere alla frutta per aver accettato l’invito” e lo ha accostato a Piero Angela, perchè tutti e due “sono esperti di buchi neri”. Quindi dopo altre battute su Berlusconi ha criticato il comportamento del dipendente FS che ha fatto perdere il treno a dei ragazzi disabili e dopo un altro paio di battute ha salutato i telespettatori con Fazio.

Replica Che tempo che fa, puntata 24 maggio 2015: come vederla in video streaming – E possibile vedere o rivedere la puntata di Che tempo che fa in onda ieri, domenica 24 maggio 2015, grazie al servizio web di video streaming disponibile su Rai.tv, cliccando qui.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori