THE FALL – CACCIA AL SERIAL KILLER 2/ Anticipazioni puntata 26 maggio 2015: Kate viene arrestata

- La Redazione

The Fall – Caccia al serial killer 2, anticipazioni puntata 26 maggio 2015: si avvicina il finale di stagione. Kate viene arrestata, e Stella trova alcune prove nell’auto bruciata di Spector

The_Fall
The Fall - Caccia al serial killer
Pubblicità

Stasera, martedì 26 maggio 2015, Sky Atlantic continua a trasmettere la seconda stagione di The Fall – Caccia al serial killer: verrà mandato in onda il quinto episodio, dal titolo The Fall. Ecco qualche anticipazione: Jim Burns prova a seguire invece la pista di un prete pedofilo che crede possa aver abusato anche di Spector. Quest’ultimo scappa alla sorveglianza della polizia, mentre Katie viene arrestata: viene infine ritrovata anche la sua auto bruciata, e allinterno Stella è in grado di recuperare alcune prove. Insomma, il gran finale di settimana prossima si decisamente molto avvincente.

Lepisodio ha inizio con gli agenti della polizia che perlustrano la camera d’albergo di Stella (Gillian Anderson), piazzando sigilli in ogni dove e sequestrando gli oggetti che potrebbero condurre a Paul Spector (Jamie Dornan). Stella li guarda muoversi tra le sue cose e ne muore dentro, soprattutto perché da ora in poi il suo oggetto più prezioso sarà alla mercé degli agenti con i quali collabora ogni giorno in quest’indagine. Si tratta del suo diario, e non di quello nel quale annota le vicende quotidiane, bensì di quello definito dei sogni, dove ogni suo più piccolo segreto e ogni sua paura vengono descritti minuziosamente. Ora Paul sa tutto di lei, soprattutto del suo rapporto col padre, e così, mentre Stella prova a creare un profilo di lui, Paul ne ha già uno pronto di lei. Parlando con Jim (John Lynch) ha modo di mostrargli le riprese della sicurezza, che rendono chiari i movimenti e gli orari di Spector. I due si rendono dunque conto che l’uomo era a un passa da loro, probabilmente nascosto nell’armadio, unico vero nascondiglio della minuta camera. Soprattutto però Stella addossa ogni colpa, pur senza farne una scenata, a Jim, che con la sua presenza le ha forse salvato la vita, evitando che Paul la trovasse da sola e vulnerabile, ma allo stesso tempo nel suo stato ubriaco e molesto l’ha costretta a difendersi, a rompergli il naso e dunque a medicarlo in bagno, offrendo al killer un’occasione d’oro per svignarsela indisturbato. Paul intanto deve fare i conti con Katie (Aisling Franciosi), che si è sempre più legata a lui. 

Pubblicità

Ormai è chiaro che rappresenti per lei il primo grande amore, seppur così colmo di perversioni, al punto da scrivere una canzone su di lui, postando un video in cui la canta dal vivo con una sua amica, alla quale Paul pare prestare molta attenzione. Ricerca delle sue foto e pare proprio possa iniziare un nuovo processo d’avvicinamento a una delle sue vittime, studiandola e conoscendola a fondo prima di aggredirla e ucciderla in casa sua. Stella chiama l’agente di sorveglianza in ospedale, dov’è ancora Anne (Karen Hassan). Viene a sapere che la donna ha ricevuto nei giorni scorsi la visita di uno psicologo, Spector, ed ecco caderle dal cielo la chance perfetta per riuscire a portarlo allo scoperto e arrestarlo una volta per tutte. L’ospedale viene riempito di agenti in borghese e tutti sono pronti a fare la propria mossa. Paul arriva normalmente e gli viene detto che l’appuntamento dovrà essere rimandato.

Pubblicità

L’uomo si stranisce, soprattutto perché si rende conto che non c’è la parrucchiera che aveva chiamato. In pratica lei è stata avvertita di non presentarsi e lui è lì a perder tempo. Inizia dunque a pensare che lui sia lì per un motivo ben chiaro, essere arrestato, e così studia un modo per svignarsela. Infine ha conferma di tutto ciò quando nell’ingresso dell’ospedale vede la parrucchiera, nonostante gli fosse stato detto che non era venuta. Stella ha modo di parlare con Anne e le fa capire che Spector non è un brav’uomo, ma lei ricorda improvvisamente tutto e sa che è stato lui ad aggredirla. Ora però Paul può sfruttare il suo piano, adducendo tale rivelazione al fatto d’averla visitata. Dunque Anne potrebbe associarlo per altre ragioni a quella notte. Intanto Katie completa un diario del tutto dedicato a Paul, annotando date e giornate trascorse insieme. Crea un’opera molto dettagliata, in grado di fornire una storia d’amore convincente qualora finisse in carcere. Tra le varie giornate insieme ovviamente fornisce lui degli alibi convincenti.

Tutto ciò però, dovesse capitare in mano alla polizia, non farebbe che confermare il suo coinvolgimento in qualche modo negli omicidi di Paul, anche se non è proprio così, dal momento che la polizia ha ora la testimonianza di Anne e il DNA di Paul sull’arma del delitto dell’ultimo omicidio riportato, le forbici. Gli agenti continuano a sorvegliare sia Katie che la moglie di Paul, e si decide di operare una perquisizione illegale in casa, piazzando cimici e microcamere, così da poterli studiare da vicino. Viene trovato un disegno fatto dalla figlia di Paul, ma nessuna prova può essere prelevata, e così si limitano a scattare delle foto. Qualcosa però non va come programmato, dal momento che uno degli agenti, salito in soffitta, sfonda il solaio, per poi crollare sul letto matrimoniale. Un vero e proprio disastro che manda all’aria l’operazione. Stella potrebbe andare nel panico ma prova a controllarsi, chiedendo agli agenti di danneggiare la caldaia, così da far credere agli Spector, una volta a casa, che si sia trattato di un guasto qualunque. Paul viene lasciato libero di tornare a casa sua, dal momento che sembra essersi riavvicinato a sua moglie, ma la polizia rischia una nuova fuga. Si preferisce spiarlo e avere prove certe. Infine Paul parla con Katie vie webcam e le insinua il pensiero di fare il primo passo verso il suo mondo, prendendo di mira la sua amica, gioiosa e felice a differenza sua.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità

I commenti dei lettori