CRISTIANO DE ANDR/ Chi è il cantautore italiano ospite ad Amici 2015, il duetto con Emma Marrone

- La Redazione

Stasera su Canale 5 va in onda l’ottavo appuntamento con il talent di Maria De Filippi, Amici 2015. Ospite della puntata troveremo il cantautore Cristiano De Andrè

cristiano-deandre
Cristiano De Andrè
Pubblicità

Tra gli ospiti che animeranno la semifinale della quattordicesima edizione di Amici di Maria De Filippi ci sarà anche Cristiano De Andrè, il figlio del grandissimo Fabrizio De Andrè. Sul profilo Twitter dellartista, è stata pubblicata una foto del suo duetto con Emma Marrone. Nello scatto, Cristiano De Andrè suona il violino mentre la vocal coach della squadra bianca lo accompagna con la voce. Quale brano regaleranno al pubblico? Lo scopriremo questa sera. Clicca qui per vedere la foto.

Anche Cristiano De Andrè sarà tra gli ospiti di Amici, il talent show ideato e condotto da Maria De Filippi per Mediaset. Un’ottima occasione per ammirare e ascoltare di nuovo uno dei migliori cantautori del nostro pPese e sapere magari qualcosa di più sui suoi programmi per il futuro. Nato a Genova, nel dicembre del 1962, è figlio di Fabrizio ed Enrica Rignon. Naturalmente ha presto iniziato ad interessarsi di musica sulle orme del padre, iniziando a suonare la chitarra e il violino presso il Conservatorio cittadino dedicato a Niccolò Paganini. La sua carriera è iniziata coi Tempi Duri, gruppo formato con alcuni musicisti veronesi, che dopo avergli fatto da spalla si è poi sciolto nel 1985. Proprio in quell’anno, ha partecipato al Festival di Sanremo, nella sezione dedicata alle giovani promesse, arrivando in quarta posizione e aggiudicandosi il premio della critica specializzata.

Pubblicità

Due anni più tardi è poi uscito il suo primo album solista, titolato con il suo stesso nome, con la collaborazione di Massimo Bubola. La seconda prova in studio è invece arrivata nel 1990, dal titolo L’albero della cuccagna, seguita nel 1992 da Canzoni con il naso lungo. Il 1993 lo ha poi visto tornare a calcare le tavole del Teatro Ariston, a Sanremo, ottenendo un lusinghiero secondo posto con Dietro la porta. Risale invece al 1995 l’album Sul confine, ove compariva anche il padre Fabrizio, con il quale ha poi iniziato a girare l’Italia negli anni a seguire. Sono quindi passati ben sei anni prima della prova successiva, accolto bene sia dalla critica che dal pubblico. Dopo questo album, però, si è allontanato dalla scena musicale a causa di alcuni problemi personali. Il ritorno è avvenuto nel 2009, quando ha preso parte al tributo dedicato da Che tempo che fa al padre scomparso. Subito dopo ha iniziato un tour in giro per l’Italia, nel quale ha interpretato le canzoni del più famoso genitore.

Pubblicità

Il suo ritorno in grande stile è però datato 2013, quando ha pubblicato Come in cielo così in guerra, ricominciando a girare lungo la penisola per presentarlo. Infine, nel 2014 ha preso nuovamente parte al Festival di Sanremo, ove ha portato due brani, Il cielo è vuoto e Invisibili. Il secondo pezzo, in particolare, ha conquistato il premio della critica, mentre nella classifica finale Cristiano De Andrè si è classificato al settimo posto. Da sempre interessato alla politica, è apertamente schierato a sinistra. Nell’ottobre del 2014, insieme al collega Francesco Baccini, ha guidato un corteo di manifestanti che ha chiesto con forza le dimissioni delle giunte di regione e città, apertamente incapaci di fronteggiare l’emergenza maltempo che si è abbattuta in particolare sul capoluogo.

Per quanto riguarda la sua vita privata, ha avuto una lunga storia con Alba Parietti, andata avanti tra alti e bassi. Negli ultimi tempi si rincorrono le voci riguardanti una sua presunta relazione con Nastassja Kinski. Al riguardo va registrata la polemica sorta a seguito della pubblicazione su Novella 2000 di alcuni commenti della showgirl emiliana sulla nuova storia d’amore del suo ex partner. Commenti smentiti con forza dalla stessa Alba Parietti, la quale ha voluto precisare di non aver mai fatto dichiarazioni riguardanti i suoi ex partner.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità

I commenti dei lettori