VIKINGS 2/ Anticipazioni e diretta streaming puntata 3 giugno 2015: Floki e re Horik tramano contro Ragnar

- La Redazione

Vikings 2, anticipazioni puntata 3 giugno 2015: Floki avvelena un valido uomo di Ragnar e si dimostra fedela a re Horik, ma la vendetta di Ragnar arriverà più spietata che mai

Vikings_logo
Vikings - terza stagione

A partire dalle 21:10 Rai 4 trasmette il decimo episodio della seconda stagione di “Vikings”.  La serie televisiva canadese frutto dell’immaginazione di Michael Hirst, mette in scena la lotta fra i due fratelli vichinghi Rollo e Ragnar. La puntata in onda oggi è intitolata “The Lord’s Prayer”. Clicca qui per seguire la diretta streaming di “Vikings”

Stasera, mercoledì 3 giugno 2015, Rai 4 trasmette il finale della seconda stagione di Vikings: si tratta appunto del decimo episodio, intitolato The Lords Prayer. Ecco qualche anticipazione: Floki dimostra a re Horik di essergli fedele avvelenando per lui un valido uomo di Ragnar. A questo punto Re Horik sente di potersi fidare di lui ed allora gli parla del proprio piano di uccidere Ragnar e quindi di prendere il controllo di tutto. Tuttavia le cose andranno in maniera differente con Re Horik che si troverà a dover tenere testa ad una terribile vendetta da parte di Ragnar che aveva architettato tutto per farlo uscire allo scoperto.

Lassalto da parte dei Vichinghi nei confronti del Wessex è sempre più vicino, con gli uomini di Ragnar (Travis Fimmel), re Horik (Donal Logue)e della stessa Lagertha (Katheryn Winnick) che marciano spediti verso il punto di scontro con i sassoni che nel frattempo hanno stretto unalleanza e nello specifico tra re Ecberth (Linus Roache) e re Aelle (Ivan Kaye). Il patto tra i due regnanti prevede il respingere lavanzata degli invasori ed in seguito puntare direttamente al controllo del regno di Mercia, volendo mettere sul trono la principessa Kwenthrith (Amy Bailey). Inoltre, re Ecberth fruendo dellaiuto di Athelstan (George Blagden) che traduce alcuni vecchi scritti risalenti allepoca romana, riesce a conoscere una antica tattica di guerra con la quale pensa di riuscire a respingere lavanzata dei propri nemici.

La battaglia sta per avere luogo in campo aperto con i vichinghi che vedono in lontananza lesercito nemico che a sua volta sta avanzando verso di loro. Ragnar vorrebbe attendere nella propria posizione mentre invece re Horik ansioso di vendicarsi del tradimento di Re Ecbert, non vede lora di attaccare e quindi assalta lesercito per cui allo stesso Ragnar e Lagertha non resta che seguirlo. Questo però si rivelerà un incredibile errore in quanto si trattava di una terribile trappola tattica che permette alla cavalleria dei due re sassoni di assaltare i nemici che vengono sopraffatti nonostante molti dei guerrieri si battano in maniera praticamente eroica come nel caso di Ragnar, Bjorn e della stessa Lagertha. 

Anche lo stesso Rollo si batte al meglio delle proprie possibilità ma viene abbattuto. Ragnar rendendosi conto di come le cose si stiano mettendo per il peggio decide di battere in ritirata verso l’accampamento. Naturalmente c’è molto scoramento tra i vichinghi anche se Ragnar è molto contento di come si è battuto il proprio figlio Bjorn (Alexander Ludwig) tant’è che decide di soprannominarlo Bjorn la corazza. Quest’ultimo però è affranto dal fatto che il proprio zio sia morto sul terreno di battaglia, mentre Lagertha fa presente come debbano decidere nel più breve lasso di tempo possibile cosa fare indicando a proprio giudizio due opzioni: tornare in patria oppure tentare di razziare delle zone meno ostili. Intanto sul campo di battaglia Athelstan riconosce Rollo ed accorgendosi di come sia ancora vivo, invita re Ecbert e re Aelle a salvarlo facendo presente come sia il fratello di Ragnar per cui molto importante.

Portato nel castello di re Ecbert, Rollo viene curato da i migliori medici presenti con Athelstan che si assicura che lui stia sempre meglio nonostante Rollo lo indichi come un traditore a cui non vedere l’ora di spezzare il collo. Re Ecbert a questo punto fa presente come la prossima mossa non sia quello di attaccare il resto dell’esercito bensì quella di trattare un ottimo accordo al fine di chiudere per sempre il capitolo delle razzie nelle proprie zone. Per trattare decidono di inviare Athelstan che non appena arriva al campo viene accolto non benissimo dalla maggior parte degli uomini del Nord con l’eccezione di Ragnar e Lagertha che credono alle parole di pace che lui porta per un possibile e vantaggioso accordo. Ragnar, ben sapendo come Athelstan possa essere colpito da qualche arciere viene accompagnato fino a che non è in salvo riuscendo a sapere da lui come in realtà sarebbe ben contento di tornare con loro. Lagertha, Re Horik e Ragnar si presentano al tavolo della diplomazia con re Ecbert che manda all’accampamento nemico come assicurazione delle sue buone intenzioni un ostaggio di un certo valore come re Aelle. L’accordo prevede la liberazione di Rollo, un vasto terreno che i vichinghi possano coltivare ed inoltre un pagamento in oro in maniera tale che loro non tornino mai più nel Wessex per invaderlo.

Lagertha, Ragnar e lo stesso Re Horik accettano l’accordo e quindi tutti gli uomini del Nord abbandonano il Wessex compreso Athelstan con la sola eccezione di quei guerrieri che intendono combattere come mercenari agli ordini della principessa Kwenthrith che vuole assalire il regno di Mercia. Tornati a Kattegat, qui ci sono ad attenderli la principessa Auslag (Alyssa Sutherland) e Borunn (Gaia Weiss) diventata nel frattempo una donna libera per volere della stessa principessa. Bjorn è molto contento della cosa in quanto adesso può amarla senza nessun ostacolo. Mentre Ragnar e Siggy (Jessalyn Gilsig) cercano di curare con l’aiuto dei medici il povero Rollo, Re Horik nell’ombra ha una proposta da fare a Floki (Gustaf Skarsgård) che sembra pronto a seguirlo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori