Giuseppe Di Martino/ Leader della pasta: Il ritorno nei panni del Boss (Boss in Incognito 2016, Ed. 3 sesta puntata 25 gennaio)

- La Redazione

Giuseppe Di Martino, a capo dell’omonimo pastificio, sarà protagonista come boss su Rai 2: come se la caverà? (Boss in Incognito 2016, Ed.3 sesta puntata 25 gennaio)

boss-in-incognito
Il programma

Giuseppe Di Martino è il protagonista de Il Boss in Incognito, oggi ha fatto incursione nei panni di Giordano all’interno della sua azienda per valutare aspetti positivi e negativi della sua azienda. Alla fine dell’avventura questi è tornato a vestire i panni del capo, dimostrando nel percorso di aver imparato molto da questa esperienza. Di Martino è un capo di una grande azienda, ma questo percorso lo ha portato nell’umiltà dei semplici ingranaggi della sua azienda facendogli capire diverse cose molto importanti per il suo lavoro. Ha dimostrato alla fine di avere la volontà per andare di fronte ai suoi dipendenti come un uomo, al loro livello e senza nessun tipo di presunzione. Possiamo dire che la trasmissione ha migliorato il Boss che è riuscito a capire dei problemi di tutti i giorni di alcuni suoi dipendenti.

Giuseppe Di Martino è il protagonista de Il Boss in Incognito, facendo incursione sotto false vesti all’interno della sua azienda sta provando a capire quali sono i limiti e i pregi della sua azienda. L’incontro con Sara (clicca qui per la foto) per Di Martino è sicuramente di grande spessore emotivo, l’uomo dimostra di essere una persona comprensiva che riesce a capire anche le esigenze del più piccolo ingranaggio di quella macchina perfetta che è la sua azienda. Notiamo così un altro lato di un uomo importante che ha il compito di gestire un’azienda dall’alto verso il basso. Per Di Martino è un bagno di umiltà che ci mostra anche il suo spessore umano. Certo i panni del metallaro però non gli si addicono proprio.

Giuseppe Di Martino si è calato perfettamente nei panni del Boss in Incognito lavorando al fianco dei suoi impiegati all’interno del Pastificio De Martino. L’uomo da questa esperienza sta capendo quanto è difficile lavorare nella sua azienda, soprattutto per uno che si occupa piuù che altro di lavoro gestionale. Di Martino si è trasformato in Giordano, un uomo con i capelli lunghi e la passione per il rock (clicca qui per la foto). E’ così che ha affrontato il suo primo giorno di lavoro accanto a Michele, provando a coltivare i campi di grano. Di Martino ha capito che questo non è il lavoro che fa per lui, anche perchè appena ha provato a guidare il trattore ha fatto un brutto danno alla macchina. Ma soprattutto ha capito, toccandole con mano, le grandi difficoltà che devono sostenere i suoi impiegati, pronti per l’azienda anche a incollarsi sulle spalle come niente fosse pacchi pesanti oltre 25 chilogrammi.

Giuseppe Di Martino sarà il protagonista della puntata di oggi 25 gennaio de Un Boss in incognito. Sarà per lui l’occasione perfetta per conoscere meglio i suoi dipendenti, scoprendo le loro realtà e problematiche sociali. Ma la chiamata al reality di Rai 2 è solo uno dei progetti dell’imprenditore napoletano, già proprietario di tre importanti aziende produttrici di pasta: Antonio Amato (in questo stabilimento sarà girato il reality), il Pastificio Di Martino e Pastificio dei Campi. Come dichiarato nell’intervista al Gambero Rosso, De Martino ha in programma di diffondere i suoi marchi anche nel campo della ristorazione con l’apertura di 65 ristoranti Antonio Amato in Italia, ben 35 con marchio Di Martino in zone di grande transito in varie località mondiali oltre che 15 store Pastificio dei Campi in centri storici italiani. A ciò si aggiunge un progetto intrapreso con Cristina Bowerman che prevede numerosi incontri di formazione sulla cultura e sul vino.

Deve essersi davvero divertito Giuseppe Di Martino a infiltrarsi nel suo pastificio sotto mentite spoglie per Boss in incognito. In particolare l’imprenditore sembra aver apprezzato il suo travestimento, che oltre a cappellino ed abiti casual prevedeva una folta parrucca bionda. Di Martino ha infatti scelto proprio un selfie nei suoi abiti “da lavoro” fittizi come immagine del profilo, che ha cambiato proprio poco fa. Tra i commenti divertiti dei suoi amici virtuali ne troviamo anche uno di Giuseppe che ricorda a tutti le coordinate: “Rai2 21:00”. Clicca qui per vedere la foto e tutti i commenti.

Giuseppe Di Martino sarà protagonista della puntata di Boss in Incognito che andrà in onda stasera, 25 gennaio, su Rai 2. Leader del pastificio Di Martino, che è stata fondata da suo nonno: erano gli inizi del XX secolo e i problemi economici non mancavano per la gran parte delle famiglie del nostro Paese. Il signor Giuseppe decise di prendere in mano la situazione e di apprendere i segreti di un mestiere grazie al quale avrebbe potuto dare un futuro a sè e ai suoi figli. La sua prima esperienza di lavoro all’interno di un pastificio la fece all’età di 10 anni, quando un pastaio di Gragnano, proprietario del pastificio Cipolla – Lauritano, decise di prenderlo con sè perché voleva qualcuno a cui lasciare in eredità la sua impresa. Giuseppe si rese conto subito di essere particolarmente portato per quel lavoro e dedicò tutto il suo impegno nell’apprenderne ogni segreto. A quei tempi la produzione della pasta avveniva in due modalità differenti, con la fase di essiccazione che si poteva attuare direttamente in azienda con gli appositi strumenti e la giusta procedura, oppure all’aria aperta, seguendo il metodo più naturale.

Sarà Giuseppe Di Martino il protagonista della puntata di oggi 25 gennaio di Boss in incognito 2016, la trasmissione di Rai 2 condotta da Flavio Insinna. L’Amministratore Delegato del Pastificio Di Martino nonchè proprietario di Antonio Amato dovrà lavorare a stretto contatto con i suoi dipendenti senza svelare la sua identità. Indosserà infatti una parrucca bionda e abiti da operaio, facendo finta di essere un nuovo dipendente in prova per una settimana. I colleghi, ovviamente ignari di trovarsi di fronte al loro datore di lavoro, dovranno aiutarlo durante i giorni di prova e dargli un voto al termine della sua esperienza confermando se sia all’altezza del ruolo ricoperto. Sarà questa l’occasione per il CEO del famoso pastificio napoleatano di mettersi alla prova sia come lavoratore che come uomo: i momenti trascorsi con i propri dipendenti potrebbero infatti portare alla nascita di nuove amicizie, ma allo stesso tempo far capire all’imprenditore chi davvero nutre rispetto nei suoi confronti. Le sorprese non mancheranno per uno degli uomini più potenti nell’industria gastronomica italiana.

Di Martino è infatti il discendente di una famiglia che dal 1912 produce pasta a Gragnano, in provincia di Napoli. Attualmente possiede ben quattro stabilimenti con un fatturato di circa 105 milioni di euro per il 2015. Il Pastificio di Martino distribuisce i propri prodotti alimentari in oltre 45 paesi in tutto il mondo, confermandosi come un’azienda fiore all’occhiello di tutto il panorama industriale italiano. L’obiettivo dell’Amministratore Delegato è di portare avanti la tradizione della sua famiglia e della terra in cui vive, dove la pasta viene prodotta da più di 500 anni. Assieme alla tradizione, il Pastificio Di Martino si pone l’obiettivo di produrre pasta di alta qualità e all’insegna dell’innovazione tecnologica: i dipendenti lavorano in sintonia con la famiglia, contribuendo insieme alla realizzazione di prodotti di alta gastronomia. Gli aspetti così importanti per la famiglia Di Martino potrebbero però incappare in qualche problema durante l’esperienza del CEO a Boss in Incognito. Quale sarà l’opinione dei dipendenti nei confronti del loro datore di lavoro mascherato?

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori