GOTHAM/ Anticipazioni puntata 12 febbraio 2016: Gordon a caccia dell’Orco

- La Redazione

Gotham, anticipazioni delle puntate del 12 febbraio 2016 in onda in seconda serata su Italia 1. Il dove eravamo rimasti con la trama degli episodi precedenti trasmessi la scorsa settimana.

GOTHAM_Cast_R439
Gotham

Questa sera, venerdì 12 febbraio 2016, Italia 1 trasmetterà a partire dalle 23.05 due nuove puntate di Gotham, in prima visione TV. Gli episodi trasmessi saranno il diciannovesimo ed il ventesimo, dal titolo “Orco” e “Pulsione omicida“. Prima di scoprire le anticipazioni, ecco dove siamo arrivati la settimana scorsa: Bullock (Donal Logue) e Gordon (Ben McKenzie) indagano su una serie di rapine in banca in cui è coinvolto un misterioso aggressore con il cappuccio rosso. Una dipendente afferma che qualche tempo prima la banca era stata oggetto di uno strano scherzo che aveva fatto scattare l’allarme. I due poliziotti capiscono che si è trattato di uno stratagemma e riescono a risalire all’autore grazie alle telecamere. Scoprono quindi che si tratta di Gus Floyd (Michael Goldsmith) ma lo trovano già morto nell’officia in cui lavorava, ucciso dal suo complice Destro (Jonny Coyne). Nel frattempo, Fish (Jada Pinkett Smith) scopre di essere stata rapita da un gruppo di malviventi che usano le vittime per venderne gli organi e che il leader è il dottor Francis Dulmacher (Colm Feore). Destro rientra nel suo covo e viene ferito da un terzo complice che diventa così il nuovo “cappuccio rosso”. Tempo dopo, l’uomo viene salvato dall’arrivo di Gordon e Bullock che riescono anche a scoprire che Destro agiva per vendetta, dopo che numerose banche gli avevano rifiutato un prestito. Mentre la Polizia ferma i rapinatori, i contrabbandieri di organi decidono di sottoporre Fish ad un trattamento, ma la donna reagisce. Davanti agli occhi del medico, Fish si toglie un occhio da sola, svenendo poi sul pavimento.

Nel frattempo, Alfred (Sean Pertwee) riceve la visita di un suo vecchio amico e Bruce (David Mazouz) si offre di ospitarlo nella villa. Tuttavia il maggiordomo sorprende Reggie Payne (David O’Hara) mentre sta rubando e viene accoltellato. Bruce ritrova il suo maggiordomo quasi morente, accasciato sul pavimento, e chiama in fretta l’ambulanza, venendo raggiunto da Gordon in ospedale. Reggie riporta gli aggiornamenti su quanto Bruce ha scoperto sulla morte dei propri genitori e concorda che è arrivato il momento di eliminare la minaccia. Il detective Arnold Flass (Dash Mihok) viene scagionato dalle accuse di omicidio e si candida come Presidente del sindacato della Polizia. Intanto, Selina (Camren Bicondova) si presenta a casa Wayne e cerca di convince Bruce a lasciar perdere le indagini sulla morte dei genitori perché finirà con il mettere a rischio la propria vita. Gordon scopre invece che Bullock ha dovuto testimoniare a favore di Flass perché Loeb (Peter Scolari) lo ha ricattato per un omicidio che ha dovuto compiere alcuni anni prima.

Gordon, con l’aiuto di Dent (Nicholas D’Agosto), inizia a cercare il nascondiglio in cui Loeb conserva tutti i fascicoli con cui ricatta i poliziotti. Interrogano l’agente Charley Griggs (Michael J. Burg), l’ex compagno di Loeb nella Omicidi, che li porta verso una falsa pista, finendo per farli aggredire da un killer. Bullock salva i due amici appena in tempo e decide di usare i propri metodi con Griggs, scoprendo che Loeb è un alleato di Falcone (John Doman). Oswald (Robin Lord Taylor) accetta di aiutarli ma chiede in cambio che Gordon lo aiuti in un futuro, senza fare troppe domande. Oswald trova una casa appartenuta a Loeb e che appartiene ora ad una coppia di anziani. Tuttavia i tre vengono aggrediti ma Gordon e Bullock riescono a metterli fuori combattimento, scoprendo che tengono nascosta Miriam, la figlia che Loeb ha aiutato a fuggire dopo che aveva ucciso la madre. Gordon ha quindi gli elementi per ottenere le dimissioni del Commissario ma invece gli chiede di rimediare a tutti i guai. Ottiene così che Flass abbia un giusto processo, i fascicoli sui poliziotti e la candidatura come Presidente del sindacato. Nel frattempo, Dulmacher riesce a ripristinare l’occhio di Fish e le spiega che gli organi vengono dati a clienti abbienti. La donna gli propone di essere il suo nuovo braccio destro e consegna i propri compagni di cella in modo che vengano sottoposti alle operazioni, scoprendo anche che la clinica si trova su un’isola.

L’agente Len Moore incarica Gordon di svolgere degli indagini su un omicidio di una ragazza rimasto irrisolto. Intanto, Fish fugge dalla clinica a bordo di un elicottero e porta con sé gli altri prigionieri. Gordon e Dent raggiungono il bar in cui è stata vista l’ultima volta la vittima e scoprono che quella notte stava parlando con un ragazzo. Nel frattempo, Bruce chiede a Selina di aiutarlo a trovare Reggie, costringendolo a rivelare i nomi di chi lo ha ingaggiato come killer. Nonostante tutto, Selina lo uccide buttandolo giù dalla finestra, temendo che possa giocare un brutto tiro a Bruce. Le indagini portano Gordon a scoprire che il killer adesca le sue vittime seducendole e viene messo in guardia sul fatto che Leslie possa essere messa in pericolo.

Gordon chiede a Leslie di lasciare Gotham per qualche tempo perchè teme che l’Orco possa prenderla di mira. Per catturarlo, chiede aiuto al detective che anni prima aveva indagato sul serial killer e scopre che una delle vittime era un’infermiera di una clinica estetica. Tempo dopo, l’Orco si mette in contatto con Gordon e gli comunica di non temerlo. Gordon e Dent scoprono che l’infermiera uccisa aveva fatto entrare Constance van Groot nella clinica ma anche che la donna è morta diversi anni prima.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori