SQUADRE DA INCUBO/ Al via su MTV8 il nuovo programma sul calcio con Vialli e Amoruso. I due resuscitano La Setina! (prima puntata, 18 febbraio 2016)

- La Redazione

Squadre da incubo: questa sera, giovedì 18 febbraio 2016, alle 21.15 su Mtv8 debutta il programma sul calcio con Gianluca Vialli e Lorenzo Amoruso.

squadre_da_incubo_R439
Squadre da Incubo

C’era grande attesa per il debutto su Mtv8 di “Squadre da incubo“, il nuovo programma in cui Gianluca Vialli e Lorenzo Amoruso provano a togliere le castagne dal fuoco alle squadre di calcio peggiori di Italia. I due hanno iniziato la loro “mission impossible” da Sezze: qui gioca La Setina Calcio, una squadra che perde da ben 35 partite consecutive! Discorsi motivazionali, indicazioni tattiche, suggerimenti tecnici di due grandi campioni del passato basteranno a far rinascere La Setina? Evidentemente sì se è vero che la squadra guidata da quello che viene definito “Il Profeta” è riuscita a strappare una vittoria per 3 a 2 in rimonta al 90′! Un finale da sogno per una ormai ex squadra da incubo! Clicca qui per vedere l’esultanza liberatoria del “Profeta”!

Scatta oggi, giovedì 18 febbraio 2016, su Mtv8, il nuovo programma sul calcio “Squadre da incubo” in cui Gianluca Vialli e Lorenzo Amoruso avranno il compito di risollevare le sorti delle compagini più disastrate del mondo del pallone. La prima squadra che beneficierà (si spera) dell’intervento dei due grandi calciatori del passato è “La Setina Calcio”, squadra di Sezze, che non vince da ben 35 partite! Qualche ora fa il profilo Twitter del programma ha pubblicato il video che dà testimonianza del viaggio in macchina che condurrà Vialli e Amoruso sul posto. Se l’ex bomber bianconero si dice curioso di vedere “che faccia hanno dei giocatori che non vincono da 35 partite”, l’ex difensore dei Glasgow Rangers è più realista:”qui ci vuole un miracolo!”. Clicca qui per vedere il video di Vialli e Amoruso su Twitter! 

Questa sera, giovedì 18 febbraio 2016, alle 21.15 su Mtv8 (canale 8 del digitale terrestre e 121 del telecomando Sky) debutta Squadre da incubo, il nuovo programma dedicato al modo del calcio. I protagonisti sono Gianluca Vialli – 286 gol e 5 trofei come allenatore del Chelsea – e Lorenzo Amoruso – difensore del Bari e della Fiorentina e capitano dei Rangers di Glasgow. La loro missione sarà salvare dalla retrocessione le squadre di dilettanti relegate ai margini delle classifiche: “Ci siamo trovati di fronte a gente che non gioca per soldi, ma solo per passione. Detto questo, sempre di calcio si tratta e il fatto che non giri denaro non vuol dire che lo sport valga meno. L’impegno deve essere al top e l’obiettivo non cambia: sempre la palla in rete bisogna buttare”, ha detto Vialli a Tv Zap. Quali sono i consigli che hanno dato Vialli e Amoruso ai giovani calciatori: “Ci siamo concentrati su tutti gli aspetti del gioco: dall’allenamento fisico alle questioni tattiche fino allo spirito di gruppo. E i risultati ci sono stati. Uno dei giocatori della prima squadra dove abbiamo fatto tappa, a Sezze Scalo, in provincia di Latina, è diventato capocannoniere del suo girone. Si chiama Gismondi, ribattezzato Gisbomber”.

In ogni puntata Gianluca Vialli e Lorenzo Amoruso affronteranno problemi di spogliatoio, disorganizzazione e strutture fatiscenti: avranno una sola settimana per invertire la rotta delle squadre. Vialli è la mente, con il compito di intervenire sul management, mentre Amoruso il braccio in tuta e fischietto. Dopo 5 giorni di allenamenti, la squadra si metterà alla prova con una partita “in casa” del campionato di categoria.

Ecco le squadre che Vialli e Amoruso hanno seguito: Asd Setina Calcio di Sezze Scalo, Asd Martirano Lombardo in provincia di Catanzaro, As Football Club Chieve di Giffoni, Asd Buttrio in provincia di Udine, FC Roma Nord e Asd Carunchio in provincia di Chieti. La squadra protagonista della prima è il Martirano.

Sarà possibile seguire Squadre da Incubo anche sui canale social: Facebook e Twitter (@SquadreDaIncubo) con l’hashtag #SquadreDaIncubo. Il programma ha anche un sito ufficiale.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori