Rimbocchiamoci le maniche / Anticipazioni terza puntata e ascolti seconda: fallisce il piano di Delfino, Angela resta in carica

- La Redazione

Rimbocchiamoci le maniche, anticipazioni puntata 21 settembre e commento seconda: Sabrina Ferilli viene messa con le spalle al muro, sarà costretta alle dimissioni?

Foto-Mediaset_new
film

F – Delfino non è riuscito a far cadere Angela Tusco e sulla pagina Facebook dedicata a “Rimbocchiamoci le maniche”, la fiction di Canale 5 con Sabrina Ferilli si celebra oggi la vittoria del neo sindaco di Offitella, che già nella seconda puntata ha dovuto affrontare non poche sfide senza dimenticare di difendersi dai nemici. Per fortuna Angela è una “tosta” come ben sanno i telespettatori della rete ammiraglia Mediaset e non sarà facile fermarla: clicca qui per vedere il post e tutti i commenti.

Angela è una donna normale arrivata in un posto speciale: si è infatti guadagnata la carica di sindaco del suo piccolo paese, Offitella. Ieri nella seconda puntat andata in onda su Canalr 5 l’abbiamo vista affrontare la prima crisi: ridare l’acqua al paese rimasto a secco. Nel provvedere alle necessità della sua città, Angela deve però fare i conti con qualche nemico senza scrupoli, che come ci ricorda un post sulla pagina Facebook della fiction con Sabrina Ferilli, ha già un piano per spodestarla: “Dobbiamo trovare una talpa, un assessore che ci dica tutti i suoi movimenti. Ognuno di noi ha un suo prezzo, l’importante è trovare la persona giusta!”. Qualcuno tra gli assessori tradirà Angela? Clicca qui per vedere il post.

Ieri sera, mercoledì 14 settembre, la seconda puntata di Rimbocchiamoci le maniche ha raccolto davanti al video 2.995.000 spettatori pari al 13.1% di share. La fiction con Sabrina Ferilli è stata “battuta” dalla terza puntata di “Un Medico in Famiglia 10”, in onda su Rai 1, che ha conquistato 3.528.000 spettatori pari al 15.4% di share. Entrambe le fiction hanno registrato un calo rispetto alla settimana scorsa: mercoledì 7 settembre la prima puntata di Rimbocchiamoci le Maniche aveva raccolto davanti al video 3.499.000 spettatori pari al 15.8% di share. Inizialmente non era previsto questo secondo “scontro” tra la fiction Rai e quella Mediaset, ma a inizio settimana la Rai ha deciso di raddoppiare l’appuntamento con la famiglia Martini. Anche settimana prossima Angela Tusco dovrà affrontare la concorrenza di Lele Martini e famiglia?

La seconda puntata di Rimbocchiamoci le maniche, la fiction con protagonista Sabrina Ferilli nel ruolo di Angela Tusco, è stata accolta con molto favore dall’opinione pubblica italiana, che ha guardato il telefilm in maniera divertita e appassionata. Come sempre è l’attrice romana a essere al centro dell’attenzione: alcuni utenti di Twitter hanno addirittura ironizzato sul fatto che forse ci vorrebbe una come Angela Tusco all’interno della giunta Raggi (o come sindaco addirittura!). Insomma, c’è grande attesa per la terza puntata di Rimbocchiamoci le maniche, “La Clinica”, che andrà in onda mercoledì 21 settembre sempre alle 21.10 su Canale 5: un altro successo per Sabrina Ferilli, che si conferma essere una delle attrici più amate dal pubblico italiano. Non solo per la sua innata simpatia romana, ma anche perché interpreta una donna come tante, in preda a mille difficoltà che la vita le pone davanti, ma che non si perde d’animo, anche se il marito non la supporta e la tradisce con un’altra. Il prossimo episodio di Rimbocchiamoci le maniche, avrà lo stesso successo e lo stesso favore di questo?

La seconda puntata di Rimbocchiamoci le maniche, è andata in onda questa sera su Canale 5 alle 21.10. La fiction con Sabrina Ferilli ha visto Angela, l’ex operaia eletta a sindaco di Offidella, alle prese con i primi problemi: il danneggiamento dell’acquedotto del paese, che ha così privato dell’acqua i suoi abitanti per una settimana. Come se non bastasse, la donna deve tenere testa alla gelosia e ai tradimenti di suo marito Fabio, dal quale ha chiesto la separazione, l’attrazione per Paolo, il suo assessore che è stato anche un suo fidanzato da ragazza, e le avances di Massimo, il capo dei carabinieri di Offidella. Alla fine della puntata Angela riuscirà a smascherare Zonta e far decadere le accuse di danneggiamento su Attilio: l’uomo però, è deciso a non parlare e a non dire che il mandante dell’operazione è in realtà Mario Delfino, rivale politico di Angela. Addirittura, alla fine del secondo episodio di Rimbocchiamoci le maniche, Delfino annuncia alla sua squadra che ha intenzione di corrompere un membro della squadra di Angela, per distruggerla dall’interno e ottenere ciò che desidera: il posto di sindaco di Offidella. La serie televisiva con Sabrina Ferilli, Rimbocchiamoci le maniche, è una fiction piacevole e simpatica, che intrattiene molto bene i telespettatori di Canale 5. Nonostante sia ambientato in un borgo fittizio, Offidella, il telefilm affronta i problemi della vita reale: la disoccupazione, la chiusura delle fabbriche, la corruzione politica e la commistione di questa con il mondo delle aziende private. Rimbocchiamoci le maniche, ha il merito di riuscire a tenere insieme tutti questi temi senza risultare pesante o troppo banale: il tocco di classe è stato l’inserimento nella serie del Comitato Acqua Bene Comune, tra i promotori del referendum del 2011 contro la privatizzazione dell’acqua pubblica. Insomma, un telefilm che all’apparenza sembra poco impegnativo ma che in realtà affronta i grandi temi che oggi affliggono la società: un nuovo successo per Sabrina Ferilli che, ancora una volta, ha dimostrato di essere non solo una brava artista, ma anche una donna impegnata che ha molto a cuore l’attualità del nostro paese. E che ama portarla sul piccolo schermo, dove può raggiungere milioni di persone. La prossima puntata di Rimbocchiamoci le maniche andrà in onda mercoledì 21 prossimo alle 2016 e s’intitolerà “La Clinica”. Angela, l’ex operaia diventata sindaco di Offidella interpretata da Sabrina Ferilli, si troverà a dover aiutare la figlia di Gina a partorire i suoi due gemelli: l’unico posto in cui può portarla però, è una clinica privata. Qui Angela penserà, in buona fede che accreditare la clinica privata sia una buona mossa per Offidella – dato che nel paese manca una struttura ospedaliera pubblica – e deciderà quindi di procedere per questa via. Purtroppo però, questo si rivela un gesto che Delfino prenderà a pretesto per far sembrare che Angela stia agendo per i suoi interessi personali e la metterà in seria difficoltà. Riuscirà il nuovo sindaco a risolvere la situazione? Sembra anche che, nella prossima puntata di Rimbocchiamoci le maniche, tra Angela e Paolo ci sia un passo in avanti nella loro relazione e che si scambieranno un bacio. Resta da vedere come reagirà Fabio, il marito di Angela, a questa sua nuova relazione!

Angela è quasi vicina alla verità riguardo il danneggiamento dell’acquedotto che ha levato l’acqua a tutti gli abitanti di Offidella. La donna è convinta che sia stato Zonta, e non Attilio, a compiere l’atto, e si sta facendo aiutare da Massimo (che è invece convinto della colpevolezza del geologo esponente del comitato Acqua Bene Comune) per smascherare l’uomo. Fabio vede Angela mentre è in compagnia del carabiniere, e diventa ancora più geloso: aspetta l’ex moglie sotto casa e le chiede spiegazioni, ma lei lo allontana brutalmente ricordandogli anche i suoi tradimenti passati. Intanto Massimo interroga l’autista di Zonta, e l’uomo confessa di aver spaccato l’acquedotto sotto ordine dell’uomo: interrogato alla caserma dei carabinieri, Zonta però nega che il mandante sia stato Delfino e si addossa tutta la colpa dell’accaduto. Angela capisce che l’uomo è stato corrotto con molti soldi dal suo rivale, che però è deciso a non parlare. Angela va quindi in consiglio comunale dove la aspetta Delfino, convinto che il sindaco rassegnerà le dimissioni: la cosa non avviene e, anzi, la donna comunica che sarà l’azienda di Zonta a riparare gratuitamente l’acquedotto. Angela accusa Delfino, e gli dice che è a conoscenza del fatto che è lui ad aver pagato Zonta.  Angela è stata molto vicina a smascherare la combutta tra Zonta e Mario Delfino, il suo rivale nella cittadina di Offidella: alla fine della seconda puntata di Rimbocchiamoci le maniche, “L’acqua”, l’uomo era convinto di riuscire a far dare le dimissioni ad Angela a causa del problema generato dall’acquedotto: la donna ha invece risolto con successo la situazione, ed è sempre più amata dai suoi concittadini. In privato, Delfino parlando con la sua squadra dice che dovranno corrompere qualcuno della squadra di Angela, per farla cadere dall’interno: riuscirà nei suoi loschi propositi? Intanto la donna deve anche tenere a bada il suo ex marito Fabio, che è tornato alla carica sperando di riuscire a conquistarla, e le avances del capo dei carabinieri Massimo. Che il nuovo lavoro porti con sé anche un nuovo amore? Non lo sappiamo, ma sembra che Paolo, il suo fidanzato di quando era ancora una ragazza, provi ancora dei sentimenti molto forti per lei.

Il sindaco protagonista di Rimbocchiamoci le maniche, Angela, viene convocata dal padre di Barbara che gli dice ciò che è successo in casa con i due ragazzi: sembra che l’uomo dia la colpa a Caty di quanto accaduto, mentre in realtà la ragazza è stata addirittura aggredita. Angela è alle prese anche con i problemi della mancanza d’acqua e sembra farsi convincere dal precedente sindaco a dare in gestione la manutenzione dell’acquedotto alla compagnia privata interessata. La donna teme che se non risolverà il problema Delfino non la farà arrivare nemmeno al secondo Consiglio comunale, visto che è chiaro che sta cercando di farla dimettere prima del tempo. Intanto anche Ercole, il figlio di mezzo di Angela, sta avendo dei problemi dato che è stato preso di mira da alcuni bulli del paese. Come se non bastasse, la donna interpretata da Sabrina Ferilli deve anche parlare con sua figlia Caty, dato che non crede che la ragazza non le abbia detto la verità: durante la discussione, Caty si arrabbia con il padre, rinfacciandole il tradimento nei confronti della moglie e dicendo che lo aveva visto mentre aggrediva Paolo. Angela inizia a discutere con l’uomo e gli dice che manca solo una firma per la separazione: Fabio gli dà allora con sdegno le chiavi di casa, suscitando l’immediata reazione della donna. “Ah Fà, non fa ste sceneggiate che lo sanno tutti che tua madre ha la copia delle chiavi”.  La situazione per Angela, in questa seconda puntata di Rimbocchiamoci le maniche, diventa sempre più critica: l’acqua continua a mancare a Offidella e la popolazione del paese inizia a esasperarsi e a prendersela con lei. La donna interpretata da Sabrina Ferilli si reca quindi con Attilio Bottai e scopre che qualcuno ha spaccato l’acquedotto: i loro sospetti ricadono immediatamente su Zonta, che avrebbe tutto l’interesse a farlo per prendere in gestione la distribuzione dell’acqua, ma l’uomo e Delfino riescono a screditare Attilio, tirando in ballo i suoi precedenti penali dovuti a manifestazioni a cui ha partecipato in passato. Il ragazzo si reca di notte all’acquedotto per cercare delle prove al fine di incastrare Zonta, ma viene arrestato subito da Massimo, che è convinto che il ragazzo abbia provocato il danno e voglia coprire le sue tracce con il favore della notte. Quest’ultimo evento scredita ancora di più Angela, che è accusata di inserire nella sua giunta dei criminali con precedenti penali: la donna è però decisa a dimostrare l’innocenza di Attilio.

Nella prima parte della seconda puntata di Rimbocchiamoci le maniche, gli oppositori di Angela Tusco hanno distrutto l’acquedotto di Offitella, levando l’acqua all’intero paese. Il loro scopo è quello di far cadere la neo eletta a sindaco e prendersi il potere nella cittadina. Paolo, l’insegnante, porta dei fiori ad Angela, così come il suo ex marito Fabio che però, una volta che vede la donna in sua compagnia, getta i girasoli e se ne va via dalla casa. L’ex operaia inizia così il suo primo giorno da sindaco di Offitella, facendo con i suoi nuovi assessori e consiglieri una visita nel municipio: qui si rende conto che l’acqua non è ancora tornata. Angela parla così con un tecnico, che gli sta dicendo che dovrebbero rifare interamente l’acquedotto: siccome ci vorrebbero un paio di giorni per trovare la falla, gli viene consigliato di riempire le cisterne comprando però l’acqua. Angela non è a conoscenza che Zonta è in combutta con il suo rivale, Mario Delfino. La donna cerca di risolvere il problema iniziando a chiudere le scuole. Fabio, in preda alla gelosia per la vicinanza di Paolo a sua moglie, lo aggredisce violentemente intimandole di stare lontano da lei. Intanto Gina si trasferisce davanti casa di Angela, decisamente infastidita dalla cosa.  Vista la situazione tesa che si respira nella casa della neo aletta a sindaco di Rimbocchiamoci le maniche, Caty decide di andare a dormire a casa della sua amica Barbara per stare un po’ tranquilla e non sentire i suoi genitori litigare. Fabio infatti è passato da Angela, e ha litigato con lei per la sua vicinanza con Paolo Sciacca, il suo ex amore diventato assessore. Barbara però, ha invitato a casa due ragazzi più grandi di loro. Caty non vuole che gli si avvicinano e respinge con decisione le sue avances: il ragazzo allora perde le staffe e la aggredisce. Caty si salva chiudendosi a chiave nella sua camera. Intanto Angela deve affrontare in sede di Consiglio comunale le ingiurie di Mario Delfino, che la accusa di sperperare soldi pubblici a causa della sua incompetenza: aiutata però dal suo staff e da un geologo del Comitato Acqua Pubblica si reca nel posto dove sono parcheggiate le autobotti che, a quanto pare, non possono partire perché i due autisti sono malati. Si mettono quindi alla guida Angela e Bottai, con il disappunto di Massimo che accompagna la donna a destinazione.

Torna in onda questa sera Rimbocchiamoci le maniche, la fiction con Sabrina Ferilli, a partire dalle 21.10 su Canale 5. La serie televisiva vedrà Angela Tusco, l’ex operaia divenuta sindaco della sua cittadina, Offitella, alle prese con il primo problema della sua carica. Qualcuno, infatti, sembrerebbe aver manomesso l’acquedotto. Un’altro problema da aggiungere alla lista per Angela quindi, che si trova anche alle prese con le beghe della sua vita privata e con il suo ex marito Fabio. Quest’ultimo, inoltre, non è affatto contento che la sua ex moglie lavori a fianco dell’assessore Sciacca, di cui è molto geloso: effettivamente l’uomo non ha preso proprio bene la decisione di Angela di candidarsi ma, visti i suoi precedenti nella loro vita coniugale, non è che abbia molta voce in capitolo con la donna. Insomma, stasera vedremo Angela al lavoro nel suo primo giorno da sindaco di Offitella: riuscirà a risolvere con successo i primi problemi dovuti alla mancanza d’acqua?

Stasera, sul piccolo schermo di Canale 5, il pubblico potrà ritrovare anche Sergio Assisi, nella seconda puntata di Rimbocchiamoci le maniche, la nuova fiction con Sabrina Ferilli. Sergio Assisi – che a breve sarà impegnato anche su Rai 1 nel cast di Tale e quale show 2016 – interpreta il ruolo di Fabio Ranzi, ex marito della protagonista Angela, che l’ha tradita ma è ancora profondamente innamorato e intende riconquistarla (anche se non ha reagito benissimo all’idea della sua candidatura). “Sono temi attuali, popolari, e abbracciano la quotidianità in ogni settore” ha spiegato Assisi in un’intervista esclusiva rilasciata a TvZoom, raccontando di che cosa parla la fiction “Si va dall’amore al tradimento, dalla scuola al bullismo, dai problemi del lavoro alla disoccupazione. Parliamo anche di donne in carriera con un occhio attento al delicato universo dei bambini. Personalmente ho cercato ridare il massimo” ha aggiunto, in merito al suo ruolo “È stato un impegno importante, anche faticoso, ma gratificante”. Lo vedremo più collaborativo stasera, quando Angela dovrà affrontare l’emergenza dell’acqua in paese? Riuscirà a riconquistare sua moglie? Forse qualcuno potrebbe mettergli i bastoni tra le ruote…

” – Stasera su Canale 5 va in onda la seconda puntata di “Rimbocchiamoci le maniche”, la fiction con Sabrina Ferilli e Sergio Assisi. Vediamo qualche anticipazioni anche grazie al video promo della puntata. Angela è al primo giorno da sindaco e deve affrontare un’emergenza: Offitella è rimasta senza acqua. Delfino, rivale di Angela, ne approfitta per accusare di incompetenza la nuova giunta. Angela è costretta a rinviare il provvedimento per la fabbrica, generando lo scontento tra le sue ex colleghe. Complicazioni anche per quanto riguarda la vita privata di Angela. Fabio, cacciato di casa dopo aver tradito la moglie, è geloso della vicinanza di Paolo alla sua famiglia. L’assessore diventerà un ostacolo tra Angela e il marito? Clicca qui per vedere il promo della puntata.

Ci sarà anche Gilles Rocca nella seconda puntata di Rimbocchiamoci le maniche, la fiction con Sabrina Ferilli che torna sul piccolo schermo di Canale 5 stasera, mercoledì 14 settembre 2016: il volto di Don Matteo, Carabinieri e Distretto di polizia (solo per citarne alcune) vestirà i panni di Antonio, come ha rivelato lui stesso in un’intervista esclusiva rilasciata ad AgoraVox. “Il mio ruolo è quello di Antonio, 26enne, proprietario di un wine bar sul mare, un ragazzo molto spaccone e spocchioso, circondato da belle ragazze e abituato ad averla sempre vita” ha spiegato Gilles Rocca “Antonio fa bere i ragazzi minorenni e, a volte, organizza per loro, in alcuni posti, delle “bevute alla cieca” a pagamento (ovvero non si sa cosa i minorenni bevono). Il personaggio di Sabrina Ferilli farà emergere dei provvedimenti, comincerà a mettermi dei bastoni tra le ruote. Avrò anche a che fare con la figlia della Ferilli, interpretata da Benedetta Gargari. Ci saranno diverse vicissitudini. Insomma, nella fiction sarò un poco di buono…”. Gilles Rocca ha assicurato che sarà presente nella seconda, nella quarta e nella settima puntata: chi non se lo perderà?

Torna puntale l’appuntamento con Rimbocchiamoci le maniche su Canale 5: oggi, mercoledì 14 settembre 2016, il piccolo schermo della rete ammiraglia Mediaset manderà infatti in onda la seconda puntata che porta il titolo di “L’acqua”. Angela Tusco è a capo di Offitella da pochissimo e lo stato di emergenza sembra già conclamato, dal momento che in tutto il paese manca l’acqua: la situazione, per la donna, non è più semplice neanche a casa dal momento che Caterina non riesce ad accettare il fatto che i suoi genitori non stiano più insieme. Neanche la vicinanza e l’affetto di Paolo saranno in grado di aiutare la giovane. Nel frattempo, il rivale di Angela in sede elettorale, Delfino, non ci pensa un secondo prima di gettare fango sulla Giunta del Paese, e anche le ex colleghe di Angela – che prevedevano un intervento in fabbrica da parte sua, in tempi brevi – dovranno ricredersi. Angela sta deludendo tutti? Avrebbe dovuto ascoltare suo marito Fabio? La protagonista si rimboccherà le maniche, e riuscirà a dimostrare a tutti che l’acquedotto della città è stato in realtà manomesso: è stato Delfino?

La prima puntata di Rimbocchiamoci le maniche, la nuova fiction con Sabrina Ferilli, ha preso il via mercoledì scorso, 7 settembre 2016, sul piccolo schermo di Canale 5. Andiamo a vedere che cosa è successo nella serata del debutto. Nel primo episodio della serie, Angela Tusco si è trovata ad affrontare difficoltà sia in campo lavorativo che famigliare: la fabbrica dove lavora insieme a diverse colleghe, infatti, sta per chiudere. Il marchese che la possiede si è detto disposto ad incontrare le proprie dipendenti, dopo una manifestazione di protesta che le ha viste protagoniste, durante la quale proprio Angela è finita in commissariato. Il marchese ammette di non poter fare più nulla, e le operaie provano a proporgli di mettere a disposizione tutti i loro TFR per poter salvare l’azienda. Non sanno che, in realtà, l’uomo è d’accordo per vendere, dal momento che il terreno sul quale sorge l’edificio è appena diventato edificabile e può fruttare molto. Angela, nel frattempo, manda via suo marito Fabio da casa dopo aver scoperto di essere stata tradita con una collega: una situazione non facile, dal momento che Caterina – la figlia più grande della coppia – sta capendo perfettamente cosa sta accadendo, e si reca sul posto di lavoro dell’uomo per cercare risposte e conferme. Angela scopre il reale motivo per il quale la fabbrica verrà venduta, e si arrabbia molto con il sindaco, che era a conoscenza di tutto ciò: quasi per caso, si ritrova candidata alle prossime elezioni e in breve tempo – davanti allo stupore di molti – anche con indosso la fascia di primo cittadino di Offitella.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori