Ricchi e Poveri / Nei camerini con Fedez, due generazioni a confronto. Foto (Che fuori tempo che fa, 29 gennaio 2017)

- La Redazione

I ricchi e poveri, lo storico gruppo musicale italiano ospite di questa nuova puntata del talk show condotto su Rai 3 da Fabio Fazio (Che fuori tempo che fa, 29 gennaio 2017).

Fabio_Fazio_R439
Fabio Fazio

Tra i grandi ospiti di Che fuori tempo che fa di oggi, domenica 29 gennaio 2017, ci sono anche i Ricchi e Poveri. E’ diventata subito virale una foto pubblicata proprio dallo storico gruppo su Twitter che vede Angela Brambati e Angelo Sotgiu insieme a Fedez anche lui ospite di Rai Tre da Fabio Fazio. E’ davvero molto particolare vedere a confronto quelle che sono due generazioni totalmente diverse. La prima è nata con la radio, con gli lp e con le schitarrate in spiaggia, la seconda con internet, i lettori mp3 e gli smartphone. In mezzo ce ne sono diverse, ma sicuramente riassunte dalla qualità di artisti che sono veramente di spessore al di là dell’età e delle generazioni. Nel commento alla foto i Ricchi e Poveri scrivono: “I Ricchi e Poveri nei camerini con Fedez aspettando Che tempo che fa“, clicca qui per la foto e per i commenti dei follower.

Marikita questo è il nome del nuovo singolo de I Ricchi e Poveri che, come tempi moderni vogliono, sono sbarcati su iTunes con il loro brano. Marikita è il primo singolo dei Ricchi e Poveri da quando Angela Bramabati ed Angelo Sotgiu sono diventati un duo dopo l’abbandono di Franco Gatti dello scorso maggio 2016. Dopo quasi 50 anni insieme e oltre 20milioni di dischi venduti il celebre trio italiano è diventato un duo e proprio in due questa sera saranno ospiti nel salatto di Favio Fazio dopo quasi dieci giorni dal lancio del loro primo singolo. Il latineggiante brano eseguito in lingua spagnola è nato dalla collaborazione con Mario Natale e Dario Farina ed è parte della colonna sonora del nuovo film di Fausto Brizzi, “Poveri ma ricchi” presentato nei giorni scorsi proprio nel programma di Fabio Fazio. 

Questa sera va in onda su Rai 3 un nuovo appuntamento con la trasmissione Che fuori tempo che fa condotto da Fabio Fazio. Tra i tanti ospiti che animeranno questa puntata figurano anche i Ricchi e Poveri, storico gruppo musicale italiano che ha scritto pagine memorabili di buona musica sfornando successi in serie che hanno permesso di vendere milioni di dischi in tutto il mondo. In origine il gruppo era composto da quattro elementi per poi passare ad una formazione a tre per diversi anni fino a che negli ultimi mesi Franco Gatti ha deciso di abbandonare per sempre le scene musicali. Una decisione presa dopo la drammatica morte del figlio ed in relazione alla volontà di dedicare maggior tempo al proprio ambito familiare. Tuttavia la storia artistica dei Ricchi e Poveri prosegue grazie al costante impegno di Angelo Sotgiu e Angela Brambati che nel corso di un’intervista rilasciata qualche mese fa a VanityFair hanno sottolineato come sia stato difficile rimanere in due: “È stato un cambiamento importante. Ma la gente ci considera un po’ come di famiglia: se uno va via, non è che gli altri non li saluti più”.

I Ricchi e Poveri è un gruppo musicale nato nel 1968 a Genova e nel corso della loro carriera che nel prossimo anno toccherà i 50 anni di attività, sono riusciti a vendere qualcosa come 22 milioni di dischi in tutto il mondo. Inizialmente il gruppo era composto da Angelo Sotgiu, Angela Brambati, Franco Gatti e Marina Occhiena ma dal 1981 sono diventati un trio di successi. Tantissimi i successi che hanno permesso ai Ricchi e Poveri di essere molto conosciuti ed apprezzati non solo in Italia ma in tutto il Mondo come Sarà perché ti amo, La prima cosa bella, Che sarà, M’innamoro di te, Mamma Maria, Se mi innamoro e tanti altri ancora. Nel 1981 il pezzo Sarà perché ti amo che probabilmente rappresenta l’apice per i Ricchi e Poveri, è stato premiato come il singolo più venduto di quell’anno arrivando alla ottima cifra di 8 milioni di copie vendute. Nel corso degli anni sono comunque rimasti protagonisti della musica italiana dando vita a meravigliosi tour internazionali con cui hanno portato il proprio repertorio in giro per il mondo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori