GABRIELE CIRILLI E’ ELSA DI FROZEN/ Video, il comico ha scelto il personaggio più assurdo! (Tale e Quale show)

- Francesco Agostini

Gabriele Cirilli, famoso comico romano, interpreterà Elsa di Frozen nella puntata di Tale e Quale show. Nel frattempo Cirilli chiede più spazio in Rai e reagisce alle critiche.

gabriele_cirilli_fb_2017
Gabriele Cirilli

Gabriele Cirilli sarà Elsa di Frozen nella prossima puntata di Tale e Quale Show uno dei personaggi Disney più amati dai bambini di tutto il mondo. L’accostamento Cirilli-Elsa provoca immediatamente il sorriso, anche al solo nominarlo. Prima di tutto perché Elsa è una giovane principessa bionda e delicata, mentre Cirilli, beh… non è proprio come ci immagineremmo una principessa, insomma. E un po’ anche per la sua fisicità che è lontama anni luce da quella di una esile fanciulla dei ghiacci, stretta in un elegante vestito azzurro e blu fatto di merletto. Siamo convinti che la sua imitazione sarà certamente apprezzata dai grandi, ma anche dai più piccoli. Il suo ruolo all’interno di Tale e Quale Show è quello conclamato di comico capace di spezzare un po’ la tensione della gara con imitazioni e balletti francamente improbabili. Per il gran finale dell’11 novembre, comunque, Gabriele Cirilli si è ritagliato forse il personaggio più assurdo che poteva scegliere come Elsa di Frozen: le risate sono assicurate.

GABRIELE CIRILLI, CHIESTO PIU’ SPAZIO IN RAI

Gabriele Cirilli è certamente un volto affermato della televisione italiana. L’esordio nelle tv private romane c’era stato tanti anni fa, ma già a quel tempo si poteva notare il talento cristallino di un comico dalla verve e dalla innata simpatia. Dopo le tv private, Cirilli aveva visto l’esordio sui canali più grandi con il programma di Canale 5 ‘Zelig’, in cui aveva fatto vedere tutte le sue grandi potenzialità. Impossibile non ricordare le sue memorabili performance con il mitico tormentone ‘Chi è Tatiana?‘ urlato a più non posso e con un crescente pathos. Nonostante l’ottimo riscontro di pubblico, comunque, Cirilli non è mai riuscito a staccarsi dal ruolo di comico ospite oppure con uno spazio limitato sul palcoscenico. Molto spesso il romano ha lamentato un certo dispiacere per non essere mai stato scelto per condurre uno spettacolo ‘one-man show’, un po’ come accadeva a Fiorello nei primi anni 2000, sempre per la Rai. Più che dispiacere, per Cirilli c’è una punta d’amarezza per una tv di Stato che, probabilmente, su di lui non ha mai voluto puntare più di tanto. Che sia la scelta giusta?

‘ACCETTO LE CRITICHE MA NON LE OFFESE’

Il mestiere del comico, ma più in generale quello dell’uomo di spettacolo, deve fare i conti con il giudizio tagliente del pubblico. Negli ultimi anni stiamo assistendo a un fenomeno sempre più inquietante come quello degli haters, ossia i leoni da tastiera che si lanciano in volgari offese contro questo e quell’altro vip. Il fenomeno (assai deprecabile) è in preoccupante ascesa e oramai è impossibile non imbattersi negli haters girando per i social network più famosi (vedi Facebook). Lo stesso Gabriele Cirilli è stato colpito in maniera dura da questo fenomeno e ha deciso di reagire giustamente alle critiche subite. Su Lanostatv.it si possono leggere le sue parole cariche di risentimento: ‘Accetto le critiche di tutti ma non le offese. Mi puoi dire tranquillamente “non mi fai ridere” ma non “non fai ridere” in senso generale.’

Ma le critiche non si sono fermate alla sua comicità. Sul banco degli imputati è finito anche Carlo Conti. Cirilli ha detto: ‘Io e Carlo siamo amici da 18 anni e se mi chiama nelle sue trasmissioni lo fa per la mia professionalità. Non cerco di certo l’elemosina di nessuno.’



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori