Enrico Nigiotti / Over con la Maionchi: complimenti anche per la seconda esibizione (X Factor 2017)

- Morgan K. Barraco

Enrico Nigiotti, concorrente degli Over di Mara Maionchi a X Factor 2017, canterà due brani italiani: Vento d’estate e Mi fido di te di Jovanotti. Deve continuare a stupire Agnelli

enrico_nigiotti_over_xfactor_2017
Enrico Nigiotti

La prima manche del sesto Live di X Factor si conclude con l’eliminazione di Rita Bellanza e si apre con Enrico Nigiotti la seconda manche. Il cantante di Mara Maionchi, che vede ancora tutti e tre i suoi concorrenti in gara, ha scelto “Vento d’estate” come seconda esibizione. Emozionato ma “più leggero” Enrico Nigiotti torna di fronte ai giudici ed è Fedez il primo ad esprimersi. Il rapper ha trovato Enrico “un pò piatto e poco grintoso”. A Manuel Angelli invece piace molto questo tipo di cantautorato e gli fa i complimenti. Anche Levante ha per Nigiotti solo complimenti “Si vede la tua impronta” confessa. L’ultima ad esprimersi in merito è Mara Maionchi che ha trovato l’arrangiamento piacevole così come l’esibizione “leggera e bella”. Ottimi quindi i giudizi per Nigiotti. Si salverà anche nella seconda manche? (Anna Montesano)

TONALITÀ SBAGLIATA PER FEDEZ

È Enrico Nigiotti il secondo concorrente ad esibirsi questa sera al Live di X Factor che vedrà non una ma ben due eliminazioni. Enrico si esibirà su “Mi fido di te” di Jovanotti, esibizione nel quale è pronto a dare tutto se stesso. Andiamo ora a raccogliere i giudizi dei giudici. Fedez continua a pensare che la forza di Nigiotti è il suo inedito. Secondo lui ha riadattato bene il pezzo ma all’inizio ha abbassato troppo la tonalità. Manuel Agnelli gli dice che ha trovato la giusta direzione e gli è piaciuto il fatto che abbia rifatto la versione. Levante concorda con quello che è stato detto e da cantautore ha la fortuna di suonare i brani a modo suo. Mara Maionchi ringrazia i colleghi e spera naturalmente che Enrico Nigiotti vada avanti in questa grande avventura. (agg. Anna Montesano)

IL SIGNIFICATO DEI SUOI TATUAGGI

A un passo dl sesto live di X Factor 2017, Enrico Nigiotti ha spiegato ai sui fan il concetto che si cela dietro a ogni simbolo che ha scelto di tatuarsi sul corpo e, in un video condiviso sul sito ufficiale del talent di Sky, ha brevemente ripercorso ogni tatoo per rivelarne il significato. “Qui (sul polso destro, ndr) ho il Campari che è un po’ una mia passione! Poi qui (indicando l’avambraccio) c’è Brigitte Bardot, che per me è la donna più bella del mondo”, ha ammesso infatti il concorrente degli over, che, oltre a quelli già citati, ha sul corpo una marea di simboli. Il tatuaggio più interessante, però, è quello che si trova sul suo bicipite destro e che rappresenta una frase di Charles Bukowski: “L’amore è una nebbia che scompare all’apparire della realtà”. Fra i tanti simboli anche una chitarra, elemento che lo lega in maniera indissolubile alla musica, e una frase di Neriuda: “Se non scali la montagna, non potrai mai goderti il paesaggio”. (Agg. di Fabiola Iuliano)

CON L’AMORE È HA FINALMENTE CONVINTO AGNELLI

Enrico Nigiotti può ritenersi soddisfatto dall’ultimo Live Show di X Factor 2017, dove è riuscito a portare sul palco il suo inedito. Un’impresa che il concorrente attendeva da tanto tempo e che gli ha permesso di esprimere il proprio vissuto interiore in tutta la sua pienezza. L’amore è racchiude infatti tutta la sua anima da scrittore di testi e il suo rapporto con l’amore, vero perno della sua vita sia musicale che privata. La reazione dei giudici del resto non poteva che essere positiva proprio in base a questo: per Manuel Agnelli è evidente che l’inedito di Enrico sarebbe entrato in rotazione radio già da quella sera. Il toscano ha potuto quindi rilassarsi per qualche minuto: il coach dei Gruppi non gli ha risparmiato di certo critiche nelle precedenti puntate. Manuel lo ha trovato bravo questa volta, ma Nigiotti riuscirà a mantenere questo verdetto positivo? Agli occhi del pubblico il concorrente ha già vinto diverse volte ed è forse fra i più forti in gara di quest’edizione. Anche per questo un errore potrebbe essergli fatale, soprattutto perché Agnelli non esiterebbe ad eliminarlo dalla competizione per evitare un rischio calcolato alle sue due band.

ENRICO NIGIOTTI QUESTA SERA DOVRA CONVINCERE CON IL BRANO DI JOVANOTTI

Sono due i brani in cui si dovrà esibire Enrico Nigiotti al sesto Live Show di X Factor 2017. Il primo riguarda un brano scritto da Jovanotti, Mi fido di te. Una canzone del repertorio più recente del cantautore toscano, che riuscirà finalmente ad avvicinare il concorrente degli Over alla sua regione natale. Si tratta comunque di una canzone ricca di insidie e difficoltà, soprattutto per l’impronta di Lorenzo Cherubini. Il brano scelto da Enrico riguarda invece una collaborazione fra Niccolò Fabi e Max Gazzè, Vento d’estate. Anche in questo caso è evidente come il cantante del talent abbia deciso di esibirsi su un testo che trasmetta qualcosa al pubblico, ricco di significato ed allo stesso tempo molto vicino alle sue corde. L’impressione è che comunque Enrico stia giocando sul sicuro e che non sia ancora pronto per rischiare il tutto per tutto pur di dimostrare le sue evidenti abilità nel canto.

ENRICO NIGIOTTI POTREBBE ARRIVARE IN FINALE, MA DEVE RINNOVARSI

X Factor 2017 potrebbe consacrare Enrico Nigiotti alla vittoria finale. Il concorrente degli Over di Mara Maionchi ha avuto finora un percorso tortuoso all’interno del programma ed a dargli filo da torcere è stato soprattutto Manuel Agnelli. Non si tratta in questo caso di superare uno scoglio facile, dato che non si tratta della più acerba Levante, ma di uno dei giudici in grado di porre fine al percorso di Enrico all’interno del talent. Dal suo canto, il concorrente ha dimostrato fin troppe volte di avere le qualità per diventare un grande cantautore ed è forse uno dei pochi ad essere riuscito a conquistare il pubblico italiano senza enormi difficoltà. Appare allo stesso tempo però troppo poco definito dal punto di vista della personalità, spingendo i telespettatori a fare continui paragoni fra la sua identità canora e quella di grandi artisti come Niccolò Fabi e Gianluca Grignani. Si tratta forse di una somiglianza fortemente estetica e artistica, soprattutto nel secondo caso, e che rischia di non dimostrare quanto Enrico possa rinnovare il repertorio italiano in fatto di musica.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori