GABRIELE CIRILLI/ Video, monologo per l’ultima puntata: che esibizione farà? (Finale Tale e quale show 2017)

- Dario Ghezzi

Gabriele Cirilli sarà protagonista dell’ultima puntata del programma di Rai Uno Tale e quale show 2017, dove non imiterà nessun personaggio ma farà un vero e proprio monologo. 

gabriele_cirilli_fb_2017
Gabriele Cirilli

Gabriele Cirilli sarà uno dei protagonisti della puntata di questa sera di Tale e quale show, giunto ormai alla finalissima che decreterà il vincitore del torneo 2017 del programma. Cirilli, da anni, è uno dei protagonisti incontrastati della trasmissione, sorprendendo di volta in volta i telespettatori con le sue “missioni impossibili” e cioè le imitazioni di personaggi molto lontani da lui per fisicità e stile ma nella puntata di questa sera di Tale e quale show, l’uomo smetterà i panni dell’imitatore e tornerà ad indossare quelli a lui più congeniali e cioè da comico. Infatti, secondo quando diffuso dalle anticipazioni, Gabriele Cirilli salirà sul palco di Tale e quale show per spezzare la tensione della gara e lo farà con un intervento incentrato sulla sua esperienze pluriennale nel varietà di Rai Uno. Quindi, dopo molte performance che hanno spaccato il pubblico, il comico farà una sorta di riflessione su quello che è stato il senso del suo lavoro e la partecipazione a Tale e quale show, dove è stato anche spesso criticato e dove si è scontrato con un certo scetticismo da parte dei telespettatori da casa. Quindi, sarà interessante capire cosa si sia inventato per questo gran finale.

GABRIELE CIRILLI IN SCENA A MILANO

Dopo la sua esperienza a Tale e quale show, Gabriele Cirilli tornerà al suo primo amore e cioè il teatro. Dal 6 dicembre sarà in scena al Teatro Nuovo di Milano con lo spettacolo #Taleequaleame…AGAIN” scritto con Maria De Luca, Carlo Negri per la regia di Gabriele Guidi. In questo spettacolo, Cirilli aprirà il suo cuore e i suoi ricordi al pubblico nel luogo a lui più congeniale e cioè il palcoscenico. Cirilli, da anni, è uno dei protagonisti incontrastati del programma condotto da Carlo Conti ed ha interpretato numerosi personaggi in queste edizioni. In una recente intervista a Tv Sorrisi e Canzoni, il comico ha parlato di quelle a lui più vicine, quelle che sono state più difficili e le più divertenti. Si è divertito moltissimo a prestare voce e volto a Al Nano e Romina e Wess e Dori Ghezzi. La più laboriosa è stata, sicuramente, quella di Ligabue, dove il reparto trucco ha faticato molto per farlo somigliare al cantante. Per ogni imitazione, Cirilli ha sempre fatto un lavoro su se stesso e ha raccontato le sue difficoltà per entrare nei panni delle donne, dovendosi depilare ogni volta, come accaduto ad esempio quando ha imitato Giusy Ferreri.

“HO IMPARATO A IMITARE ALLE ELEMENTARI”

Gabriele Cirilli, da anni grande protagonista di Tale e quale show, ha recentemente rilasciato alcune dichiarazioni su come sia nata in lui la passione per le imitazioni. “Da piccolo a scuola mi chiamavano Ivan il Terribile. Imitavo le maestre, facevo degli spettacoli. A sei anni recitavo Petrolini e cantavo con la voce da tenorino perché mia nonna Concetta mi portava spesso a teatro a Sulmona a vedere le opere liriche”. Insomma, un talento innato fin da bambino che lo ho portato poi a voler esplorare le sue potenzialità e avvicinarsi al ruolo da attore. Da allora, per Cirilli è iniziata la strada verso il successo, frequentando prima la scuola di Gigi Proietti e iniziando poi a lavorare in tv. Grazie a Zelig ha iniziato a farsi conoscere dal grande pubblico ed è stata propria la sua “Tatiana” a renderlo noto anche a Carlo Conti che nel 2001 lo ha chiamato per una sua trasmissione. Da quel momento è nata la loro collaborazione che lo ha condotto fino a Tale e quale show dove, tra le sue imitazioni dell’ultima edizione si ricordano quelle del Coro dell’Antonino, Heidi, Elsa di Frozen, l’Ape Maia, spesso controverse e oggetto di critiche e perplessità.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori