Gianni Morandi/ Gli sfottò di Tozzi sulla fiction: “Adesso fai il medico?” (40 anni che Ti Amo)

- Fabio Belli

Gianni Morandi, con Umberto Tozzi sul palco di “40 anni che Ti Amo” (30 dicembre). A 73 anni il cantante di Monghidoro sulla scena col suo nuovo album “D’amore d’autore”

annadangiannimorandi
Gianni Morandi e la moglie anna

L’ESIBIZIONE

Il trio Tozzi-Morandi-Ruggeri si esibisce sulle note del suo cavallo di battaglia: Si può dare di più. “Sono passati 30 anni. Non si direbbe, però, perché al di là dei volti uno vede delle anime”. Non si scherza mica, con Morandi l’eterno ragazzo. “Secondo voi”, chiede Enrico, “chi è rimasto più simile?”. Risate da parte del pubblico. “Noi ci siamo conosciuti negli spogliatoi della Nazionale cantanti, e secondo me prima o poi dovremmo tornare a giocare”. Ma Morandi ha altre aspirazioni: “Io invece mi auguro di tornare a cantare. Questa canzone. Con voi. Tra trent’anni”. Il loro Festival fu tra i più fortunati di sempre: “Ve lo ricordate? Ascolti da finale dei mondiali… o da fiction di Morandi”. Ma sì. siamo su Canale 5, si può dire. La fiction a cui i compagni si riferiscono è quella che lo ha visto protagonista, quest’autunno, nei panni di un medico: “Veramente ero un pediatra”, precisa lui. E Tozzi: “Avrei potuto chiamare te per quell’appendicite…”. Ancora risate. [agg. di Rossella Pastore]

UN CAFFÈ SU FACEBOOK

Gianni Morandi è pronto a duettare con Umberto Tozzi nella serata speciale all’Arena di Verona per i 40 anni della canzone “Ti amo”. Sempre social e sorridente, Gianni Morandi, anche in questi giorni di festa, continua ad aggiornare il suo profilo condividendo con i fans i suoi momenti quotidiani. Nel sul ultimo post, il cantante condivide con i fans un caffè. “Non dico mai di no…”, scrive su Instagram. Gianni Morandi resta uno degli artisti più amati della musica italiana. Oltre ad essere uno dei migliori cantanti, Gianni Morandi è molto amato per anche la simpatia e l’umiltà che non ha mai perso nonostante il grande successo. Questa sera, insieme ad Umberto Tozzi ed Enrico Ruggeri canterà il brano “Si può dare di più” per la gioia di tutti coloro che hanno amato e continuano ad amare quella canzone (aggiornamento di Stella Dibenedetto).

IL DUETTO CON L’AMICO UMBERTO

Ci sarà anche Gianni Morandi nello speciale “40 anni che Ti Amo” dedicato alla carriera di Umberto Tozzi e ai 40 anni del suo più grande successo, “Ti Amo”, appunto. Gianni Morandi salirà sul palco per omaggiare il collega con il quale ha vissuto in parallelo una lunghissima carriera e con cui soprattutto, non bisogna dimenticarlo, nel 1987 ha vinto una storica edizione del Festival di Sanremo con “Si può dare di più”. Ma per Gianni Morandi il passaggio sul palco della grande festa per Umberto Tozzi è solo un momento per chiudere un 2017 pieno di soddisfazioni, dal successo riscosso dalla fiction “L’Isola di Pietro” che l’ha visto protagonista all’uscita, a 73 anni, del suo nuovo album “D’amore d’autore”, per il quale ha avuto brani scritti da grandi cantautori della uova generazione come Luciano Ligabue, Ivano Fossati,  Tommaso Paradiso dei Thegiornalisti, Elisa, Levante, Giuliano Sangiorgi e Ermal Meta.

GIANNI MORANDI E IL RAPPORTO CON SANGIORGI, LEVANTE, ERMAL META 

In una recente intervista a RadioNorba, Morandi ha raccontato la gestazione del suo nuovo album: “Giuliano Sangiorgi mi aveva mandato un’altra canzone, diversa da quella che poi ho cantato, che non riuscivo a cantare. Allora gli ho chiesto una canzone d’amore e mi ha dato “che meraviglia sei”, scritta per una donna e che io dedico alla mia Anna! “Mediterraneo” è il pezzo che ho fatto più fatica a far mio, perché Levante scrive in un modo che per lei è naturale, ma per me un po’ meno. Conoscevo anche Ermal Meta e lo avevo visto fin dai tempi in cui era voce della band La fame di Camilla, poi sono andato a vederlo in concerto a Bologna e gli ho chiesto la canzone per il disco. Lui ha una vocalità straordinaria ed è assolutamente padrone della scena quando si esibisce e ha scritto per me “un solo abbraccio”. Anche sulla carriera d’attore Morandi ha le idee chiare: “Ho interpretato un pediatra, se volete ora posso visitare i vostri figli! E’ stato molto bello tornare sul set dopo venti anni, si farà la seconda serie ma ora ho voglia di concentrarmi sul canto.”

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori