LA PORTA ROSSA/ Anticipazioni terza puntata 1° marzo 2017: Cagliostro sotto accusa

- La Redazione

La porta rossa, anticipazioni seconda puntata 24 febbraio 2017: Cagliostro continua le sue indagini e si concentra su Paoletto. Anche Anna fa delle scoperte, e rimane molto delusa

Porta_Rossa_Facebook_r439
La porta rossa (foto da Facebook)

La terza puntata de La porta rossa andrà in onda mercoledì 1° marzo. Le prime anticipazioni dicono che Vanessa si metterà sulle tracce di sua madre che credeva morta e, aiutata da Filip, si introduce in una clinica dove potrebbe essere ricoverata. Intanto in questura si fanno pesanti accuse nei confronti di Cagliostro. Alla fine della seconda puntata abbiamo visto he Piras riaccompagna a casa Anna, che poi lo bacia. Leonardo va a casa di Vanessa. E le riferisce dei suoi sospetti su Paoletto. Comincia poi a seguire il collega scoprendo che i soldi che aveva dato all’uomo che aveva fatto arrestare servivano a fare da “badante” alla moglie dell’uomo, che è paralizzata. Stella incontra un misterioso uomo che sembra far intendere che lei si sente in colpa per qualcosa. Vanessa si mette a frugare tra le cose della zia, scoprendo qualcosa che sembra importante. Viene raggiunta da Cagliostro che le dice quel che ha scoperto su Paoletto. La ragazza invece gli rivela che ha trovato un  documento che dimostra che lei era con i suoi genitori in Kosovo quando c’è stato il famoso incendio e gli chiede aiuto per trovare qualche altra prova in Questura. Leonardo la aiuta a intrufolarsi negli uffici, avendo ormai imparato a causare cali di tensione e brevi blackout come faceva Jonas. Mentre sono lì Cagliostro vede Stella intenta a fare qualcosa al computer. Tra i documenti in questura Vanessa ne trova uno che mostra che la madre è viva. E in effetti su zia la incontra…

Vanessa continua a pensare al famoso incendio in cui sono morti i suoi genitori, mentre Cagliostro sospetta dei suoi colleghi, visto che l’ultima chiamata ricevuta dal Messicano è partita dalla Questura. Anna dice a Piras che qualcosa non torna nella morte di Leonardo e gli porta una chiave con il numero 188 che era tra gli oggetti del marito, ma che non ha ancora capito cosa sia. Paoletto dice a Stella di aver cancellato dei messaggi compromettenti dal cellulare di Cagliostro che dimostravano una relazione tra di loro e le strappa un invito a cena. Leonardo, che era lì, si mette a seguire il collega e lo vede dare dei soldi a un criminale che aveva arrestato qualche tempo prima. Anna continua a cercare notizie sulla chiave 188 e riesce finalmente a trovare la porta che apre: ci trova tantissimi documenti delle indagini del marito. Avvisa quindi Piras. Filip e Vanessa si trovano costretti a lavorare insieme e si avvicinano, tanto che lei gli racconta di come sono morti i suoi genitori.

Anna va in commissariato a dire ai colleghi del marito che qualcosa non le torna nella ricostruzione sulla morte di Leonardo. Il quale continua a tampinare Vanessa, che alla fine si convince ad aiutarlo. La ragazza recupera quindi il cellulare del Messicano. E Cagliostro le racconta che ha scelto di non attraversare la porta rossa. Così Vanessa gli rivela di avere delle visioni e che i suoi genitori sono morti in un incendio e vorrebbe tanto parlare con loro, solo che l’unico defunto che riesce a vedere è lui. Stella e Paoletto litigano, mentre continuano le indagini sulla droga red ghost. Leonardo fa portare a Vanessa il telefonino del Messicano davanti a un ingresso della Questura non controllato dalle telecamere. Prima di congedarsi Cagliostro dice alla ragazza di andare fino in fondo alle cose se vuole cercare la verità e così pensa ai suoi genitori e all’incendio in cui sono morti. Mariani trova il pacco di Vanessa e scopre così che il Messicano aveva ricevuto una telefonata dalla questura.  

Anna comincia a ricordare la prima volta che ha portato Leonardo a conoscere i suoi. Le differenze sociali balzano subito agli occhi, dato che Cagliostro veniva da una casa famiglia per orfani. La Mayer ripensa ancora alla telefonata ricevuta da Vanessa e scopriamo che sua sorella sa della sua gravidanza. Jonas spiega a Leonardo che le emozioni possono dare energia agli spiriti e gli dimostra di essere in grado di controllare la luce elettrica in una biblioteca. Poco dopo scompare all’improvviso. Rambelli e Lorenzi parlano di Cagliostro. Valerio il giorno dopo ipotizza che una terza persona abbia ucciso sia il Messicano che Leonardo, ma Piras smonta questa tesi. Cagliostro torna sul luogo della sua morte e scopre dove si trova il cellulare del Messicano che la polizia non aveva rinvenuto. Va poi da Vanessa perché ha bisogno del suo aiuto, ma la ragazza lo caccia.

Su Rai 2 è cominciata la seconda puntata de La porta rossa, la fiction firmata da Carlo Lucarelli con protagonisti Lino Guanciale e Gabriella Pession. Ci troviamo al funerale di Leonardo, il cui fantasma è presente in chiesa a osservare i presenti, in particolare sua moglie Anna, che ha appena scoperto di essere incinta. Vanessa e Raffaele sembrano riappacificarsi, anche se la ragazza è ancora un po’ delusa. Al cimitero Cagliostro si imbatte in un altro fantasma, Jonas. Così il poliziotto gli chiede qualche consiglio. Mentre è con Raffaele, Vanessa ha una visione ed è spaventata. Alla fine litiga con il ragazzo e si fa lasciare in mezzo alla strada.

La porta rossa, fiction con Lino Guanciale e Gabriella Pession, torna questa sera, venerdì 24 febbraio 2017, su Rai Uno alle 21.20 con il terzo e il quarto episodio. Vedremo Cagliostro incontrare durante il suo funerale un altro defunto di nome Jonas, che gli rivelerà come interagire con i vivi. Il poliziotto chiederà quindi aiuto alla sensitiva Vanessa per scoprire chi l’ha ucciso. Nel frattempo Anna indagherà per conto proprio. Cagliostro concentrerà poi i suoi sospetti sull’ispettore Paoletto mentre Anna scoprirà i segreti sul conto del marito: delusa e ferita, la donna cercherà conforto nel magistrato Piras. Intanto Vanessa chiederà al commissario di aiutarla a scoprire la verità sulla morte dei suoi genitori. Vi ricordiamo che oltre a poter vedere la fiction con Andrea Bosca e Valentina Romani sintonizzandovi su Rai Due, potrete seguire La porta rossa anche in diretta streaming sul sito di Raiplay.it, cliccando qui.

Ma Cagliostro riuscirà mai ad entrare in contatto con il mondo terrestre? È questa la domanda che infuoca le sinapsi dei telespettatori de La porta rossa. Il personaggio di Lino Guanciale è morto proprio mentre si stava separando, ma la sua storia d’amore con Anna non era certo finita. Lui la può vedere, può ascoltarla parlare o piangere, ma sembra non poter interagire davvero in nessun modo con lei. Una scena della prima puntata, in particolare, è stata molto significativa sotto questo aspetto: in obitorio Anna si è lasciata andare ad un pianto carico di dolore, quasi istintivamente Leonardo ha allungato la mano per accarezzarle il volto. Di rimando, Anna ha mosso la sua mano verso la faccia, e le luci hanno iniziato a fare le bizze, senza che la donna capisse cosa stesse succedendo. A Cagliostro, però, è stato impedito di interferire. Solo la telefonata di Vanessa, la medium 17enne conosciuta per caso per strada (e che riesce a vederlo), ha permesso in qualche modo al commissario di entrare in contatto con Anna, anche se non proprio nel mondo in cui avrebbe voluto. Il personaggio di Jonas riuscirà a dargli altre dritte? 

Chi è stato ad uccidere Cagliostro? È questo un altro grande interrogativo che i telespettatori de La porta rossa si stanno ponendo. Il primo ad essere finito nel mirino di sospettati è certamente l’Ispettore Paoletto, che non ha affatto dimostrato di essere poi così dispiaciuto di fronte alla morte del collega. Gli agenti di Trieste, dopo aver scoperto quanto successo su quel tetto, si sono trovati a brindare per ricordare Leo, e Paoletto ha fatto capire chiaramente che lui pensa che Cagliostro se la sia cercata, ignorando le indicazioni dei superiori e agendo da solo. Anche una scena seguente, quella in cui analizza gli effetti personali della vittima e sbircia nel cellulare del commissario, non ha fatto che alimentare i sospetti: è chiaro che – come molti altri – Paoletto abbia qualcosa da nascondere in tutta questa vicenda, ma che cosa? I telespettatori de La porta rossa, in ogni caso, sembrano essere convinti che il poliziotto non possa essere l’assassino: sarebbe davvero troppo scontato. Di chi si tratta, allora? 

Cagliostro assisterà al suo funerale: dalla messa in Chiesa fino alle parole del sacerdote di fronte a tutti i suoi amici, ai colleghi e alla moglie, Anna. Inerme, proverà ancora a consolare con le parole la donna che ama, senza successo. Ma sarà proprio al cimitero che tutto cambierà, di nuovo: Jonas, uno strano individuo che si presenterà dicendo solo il suo nome e dimostrando di conoscere già quello del commissario, può vedere Leo e può anche parlarci. È anche lui uno spirito, e bisognerà capire in quale modo influenzerà le azioni del nostro protagonista. Vanessa tornerà a scuola, confermando agli amici che ha lasciato da parte le sue stranezze: Filip verrà fatto avvicinare al gruppetto e umiliato ancora una volta, anche se questa volta il volto di Vanessa parrà contrarsi in una smorfia di disgusto. Raffaele arriverà di corsa sulla sua auto sportiva, cercando di giustificare il suo atteggiamento e ottenendo il perdono di Vanessa, che accetterà di vederlo nel pomeriggio: la medium, però, non gli rivela nulla di quello che le è successo con Cagliostro e non sembra affatto intenzionata a farlo in futuro… Clicca qui per vedere la video anteprima della seconda puntata de La porta rossa da RaiPlay.

Una giovane studentessa che ha appena preso la patente e che frequenta il più bello e ricco rampollo di Trieste: Vanessa è una delle protagoniste de La porta rossa, e nei prossimi episodi andrà incontro ad un grande cambiamento, che riguarda la sfera delle relazioni. Raffaele, interpretato da Raniero Monaco di Lapio, è da subito sembrato distaccato e quasi totalmente disinteressato dal loro rapporto, al contrario dello strambo Filip, il personaggio di Spollon. Si è capito da una scena in particolare che il giovane è segretamente innamorato di Vanessa: nella prima puntata de La porta rossa Leo ha fatto capolino in classe, spaventando la studentessa che – durante un’interrogazione su Dante – ha compreso di essere l’unica in grado di vedere e sentire il commissario. Di fronte alla cruda verità è svenuta, e Filip si è istintivamente alzato dalla sedia, spaventato dal suo malore. I due si sono poi incontrati in un’aula vuota teoricamente adibita agli incontri con la psicologa della scuola, e le anticipazioni rivelano che il loro rapporto è destinato a crescere. Vanessa si allontanerà definitivamente dalle amiche e da Raffaele? 

Secondo appuntamento della settimana con La porta rossa, la nuova fiction poliziesca e noir che va in onda su Rai 2. Stasera, venerdì 24 febbraio 2017, andranno in onda due nuovi episodi: Cagliostro, dopo aver assistito al ritrovamento del suo cadavere, prenderà parte anche al suo funerale, condividendo e osservando il dolore dei suoi colleghi più fidati, Stella (Elena Radonicich) e Lorenzi (Fausto Sciarappa), nonché della moglie Anna che ha appena scoperto di aspettare un bambino. Il figlio che Cagliostro non avrà mai occasione di conoscere, ma che rischia la vita almeno tanto quanto la madre: ma come indirizzare i colleghi sulla pista giusta? Piras ha infatti deciso di archiviare il caso, nonostante le proteste di Stella e Lorenzi, perché assolutamente convinto che la morte di Leonardo sia stata causata da Messicano, il pericolo spacciatore che opera per le strade di Trieste. Manca dunque quel collegamento che Cagliostro ha già portato a termine, e cioè che il suo omicida è intenzionato a colpire ancora, e non per difendersi, ma con un scopo che ancora sfugge agli altri, ma ben delineato nella mente del criminale. Per fortuna, la giovane Vanessa sembra aver deciso di essere disposta ad aiutarlo. In qualche modo anche Anna inizierà qualche ricerca, per scoprire tutti i segreti che il marito le ha nascosto negli ultimi mesi.

Anche le indagini di Anna andranno avanti ne La porta rossa. L’episodio 4 la vedrà però particolarmente delusa e amareggiata ed è facile intuire che la donna rimarrà di stucco di fronte a quello che scoprirà di Leonardo: ma di che cosa si tratta? Mentre Anna si avvicina a Piras, gli occhi di Cagliostro sono invece tutti puntanti sui colleghi. Ognuno di loro sembra aver seppellito qualche particolare verità, tasselli fondamentali per il nostro morto preferito: l’attenzione del commissario sarà in particolare puntata sull’Ispettore Paoletto. Cagliostro lo vede frequentare delle persone che sembrano poco raccomandabili e vuole vederci chiaro, cosa scoprirà? Anche per Vanessa le cose iniziano a cambiare: la giovane ha iniziato a fidarsi davvero di Leonardo, ha lasciato il suo affascinante e ricco fidanzato Raffaele (Raniero Monaco di Lapio) e ha iniziato a frequentare Filip (Pierpaolo Spollon). Per la prima volta ha anche lei una richiesta per Cagliostro: vuole che la aiuti a fare chiarezza sulla morte dei suoi genitori. Ora, gli obiettivi di questa strana coppia sembrano essere due…

Durante la seconda puntata de La porta rossa il pubblico di Rai 2 conoscerà un nuovo personaggio, Jonas, interpretato dal talentuoso Andrea Bosca (già apprezzato in diversi altri titoli, come I Medici, C’era una volta Studio Uno, Grand Hotel e Non dirlo al mio capo). Jonas non è certo un tipo ordinario: proprio come Cagliostro, si è trovato intrappolato sulla Terra dopo la sua morte, e ancora sembra non essere riuscito a varcare l’uscio della porta rossa. Jonas, però, è pronto a dare alcuni consigli al nostro commissario, che cerca in tutti i modi di indirizzare la moglie e i suoi ex colleghi sulla pista giusta. Anche se non sembra possibile, c’è un modo con il quale si riesce ad interagire e intervenire, anche se impercettibilmente, con il mondo terrestre. In che cosa consisterà? Il protagonista de La porta rossa sarà impaziente di scoprirlo? La sua, dopotutto, è una corsa contro il tempo e ogni aiuto può essere più che utile…

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori