Commissario Maltese 2/ Anticipazioni seconda serie e news: Carlo Degli Esposti fa sognare

- Maria Ravanelli

Maltese, Il romanzo del commissario, anticipazioni ultima puntata fiction 16 maggio 2017, finale di stagione: Dario è in pericolo, i tasselli andranno al loro posto, ma a che prezzo?

maltese_kim_rossi_stuart_DiGiulio_cs_2017
Maltese - Il romanzo del commissario non va in onda

Finalmente giustizia è stata fatta, Dario Maltese ha ottenuto la sua verità non solo liberandosi di chi aveva fatto del male a Peralta ma anche dal peso che si portava sul cuore per quello che era successo a suo padre. Maltese è scappato via dalla sua terra e dalla sua famiglia per lasciarsi alle spalle quello che era successo ma ieri sera c’è stata finalmente la svolta, l’importante rivelazione e quel senso di libertà e di pace guardando quel mare bellissimo con gli stessi colori dell’intenso Kim Rossi Stuart che ha dato vita a questo nuovo eroe solitario. Ci saranno nuovi casi per lui? Ci sarà una seconda stagione? Al momento tutto tace a riguardo ma Carlo Degli Esposti, a capo della Palomar, ha fatto sognare i fan rettwittando un post di una fan che chiede proprio un seguito per la fiction Rai. Sarà un indizio? Un modo per dire che la seconda stagione ci sarà oppure no? La speranza è l’ultima a morire. (Scalise Piera)

Appena conclusa l’ultima puntata di Maltese – Il romanzo del commissario i fan si chiedono se ci sarà una seconda serie della fiction con Kim Rossi Stuart. Le chance ci sono, ma, come ci ha spiegato il regista Tavarelli, potrebbe volerci del tempo per realizzare un prodotto di qualità, la stessa qualità vista nella prima stagione. Alla fine dell’ultima puntata abbiamo visto che Aldo cerca di convincere Dario a fermare le sue indagini, ora che ha trovato l’uomo che ha ucciso Gianni. E gli dice anche che può andare a fare il vicequestore dove vuole, ma lui vuole restare a Trapani. Saura cerca di spiegargli che non può restare, perché rischia di essere ucciso, ma il commissario non ne vuole sapere. La Montano prima di partire die a Maltese che Laura Nitto è morta a Montreal, quindi la pista sembra non portare a nulla. Solo che nel fascicolo Dario vede la foto della donna: si tratta di Angelica. Scopre anche che la ragazza era incinta quando era partita per il Canada. Decide quindi di partire per incontrare la figlia di Angelica, Rosalia. La ragazza le dice che l’unica cosa che sa di suo padre è che era un uomo di legge. Sulla tomba di Laura, Dario legge una frase che gli aveva detto Aldo (“Esistono cose contro cui non puoi lottare. L’amore è una di queste”). Atterrato in Sicilia, Maltese nota che qualcuno lo sta aspettando e così riesce a nascondersi e rubando una macchina torna in città. Rientrato a casa capisce che qualcosa non va e in effetti, entrato di soppiatto trova due uomini armati, Elisa ferita nella vasca da bagno e il Normanno gravemente ferito. Uccide uno dei intrusi, che gli dice che ha appena sparato a un suo collega. Dario decide di affrontare Aldo, che ammette le sue colpe, di essere colluso con la mafia. Maltese gli offre due ore per costituirsi. Mentre se ne va, sente uno sparo, segno che Saura ha scelto di togliersi la vita. (aggiornamento di Bruno Zampetti)

Dario scopre che Cavasino sembra sparito nel nulla e non ha nemmeno preso il volo che voleva prendere. Elisa riconosce uno dei due killer di Mario su una foto segnaletica. Dario intanto dà una scorta alla fotografa, in modo che non resti mai sola. Poi fa arrestare Musumeci, l’uomo indicato dalla donna, che non ha intenzione di parlare. Nella sua officina viene trovato però un utile indizio, un numero di telefono. Così viene arrestato l’altro killer di Licata, Alessio Leone. La sua pistola è stata tra l’altro usata nell’omicidio dei Consalvo/Melendez. Dario è poi convinto che abbia ucciso anche Gianni. La Montano viene convocata dal Procuratore Leonci, che ha ricevuto lettere anonime che parlano di una sua relazione con Maltese. E le annuncia che verrà trasferita. (aggiornamento di Bruno Zampetti)

Visto che i criminali sono arrivati quasi a colpo sicuro, il normanno comincia a pensare che in commissariato ci sia una talpa. La Montano invita a cena Maltese per chiedergli di dire la verità visto che ha capito che è entrato nell’ufficio del notaio Colaianni e gli dà anche dei suggerimenti per riuscire a trovare un’utile pista su Laura Nitto, nome che c’era negli atti. Cavasino, il medico che ha eseguito l’autopsia sul padre di Maltese trova il suo cane morto e, spaventato, decide di chiamare Mauro, forse per raccontargli qualche importante segreto. Il giornalista porta con sé Elisa. Cavasino consegna un nastro registrato con una sua confessione. Qualcuno però sta assistendo alla scena in lontananza. Infatti, sulla strada del ritorno un colpo di pistola uccide Mauro mentre è alla guida. Elisa riesce a scappare. Il nastro è ovviamente perso. La Nitto ha chiesto un passaporto e un visto per il Canada nel 1956, ma da allora sembra non essere più tornata in Italia. (aggiornamento di Bruno Zampetti)

Luciano incontra un uomo che è evidentemente coinvolto nella morte di suo fratello: purtroppo è Giulia la vera causa della strage, visto che non era ritenuta affidabile. Si temeva che anche se in Canada avrebbe potuto parlare. Dario si fa arrivare delle carte dall’archivio riguardanti l’ultima inchiesta che stava conducendo il padre, scoprendo così che era vicino a scoprire qualcosa sui legami tra mafia e politica. Poi chiede a Elisa di accompagnarlo nella sua vecchia casa, dove ha deciso di tornare a vivere. Qui rivede un vecchio filmino dell’ultimo compleanno del padre, dove si vede anche Angelica, la ragazza sedicenne con cui l’uomo pare avesse una relazione. Il commissario comincia poi a essere preoccupato per l’incolumità di Elisa e le chiede di stare lontano da lui. Dario e i suoi uomini, nottetempo, entrano nello studio del notaio Colaianni in cerca degli atti che potrebbero rivelare i nomi degli “intoccabili”, ma arrivano dei criminali e ne nasce un conflitto a fuoco. Le sirene li fanno poi scappare, ma Maltese riesce a portare via dei documenti. (aggiornamento di Bruno Zampetti)

Su Rai 1 è cominciata la quarta e ultima puntata di Maltese – Il romanzo del commissario, la fiction con protagonista Kim Rossi Stuart. La scena si apre con i funerali dei Melendez e Consalvo, dove Dario nota che Luciano non è stato ucciso e cerca quindi di capire come mai è stato risparmiato. Mauro chiede a Elisa di lavorare con lui per un servizio importante. Intanto le indagini portano a scoprire che gli anziani prestanome proprietari di terreni dove sorgerà l’aeroporto del Belice hanno stretto accordi per cedere i terreni in cambio di un soggiorno a vita in una casa di riposo. Maltese vorrebbe trovare gli atti notarili per scoprire chi sono gli “intoccabili” dietro questi prestanome. Noa chiama il padre terrorizzata per quello che è successo a Trapani e gli chiede di trasferirsi in America. Anche l’ex moglie dell’uomo offre il suo aiuto per far sì che lui possa vivere vicino alla figlia, ma lui non ha intenzione di lasciare la Sicilia. La Montano cerca di aiutare Maltese, ma evidentemente le mosse sono scomode, visto che trova una gallina sgozzata vicino alla sua auto. (aggiornamento di Bruno Zampetti)

Sale l’attesa per l’ultima puntata del Commissario Maltese, la fiction di Raiuno che ha portato sul piccolo schermo il coraggio di un commissario ma anche di poliziotti e giornalisti nel combattere la mafia, capace di distruggere tutto ciò che tocca. Nell’ultimo appuntamento con il Commissario Maltese, la tensione toccherà punti altissimi. Le indagini sono ormai giunte ad una svolta e Dario sarà braccato dagli uomini della mafia. La vita del commissario sarà così in serio pericolo. La mafia, infatti, per liberarsi dell’uomo che rischia di far saltare tutti i loro affari, ha messo una taglia sulla sua testa. Dario, consapevole di non potersi fidare di nessuno, si affiderà solo al proprio istinto per cercare di portare alla luce i traffici illegali dell’organizzazione criminale? La città siciliana, sempre più in pericolo, ha un’unica possibilità per salvarsi: sperare che il commissario Dario Maltese riesca ad arrivare alla verità prima che la mafia lo faccia fuori. Ci riuscirà?

Gli ascolti si confermano ancora eccellenti per Maltese – Il romanzo del commissario: stasera – martedì 16 maggio 2017 – andrà in onda il quarto e ultimo episodio della fiction, che ha aperto la settimana proprio ieri tornando a confrontarsi con Selfie – Le cose cambiano, programma di Canale 5 guidato da Simona Ventura. La serie con Kim Rossi Stuart è riuscita a totalizzare il 26.5% di share, incollando davanti allo schermo 6 milioni e 226mila telespettatori, quando invece il format dell’ammiraglia Mediaset – nella serata di lunedì 15 maggio – ha conquistato poco più di 2 milioni e mezzo di pubblico con il 15% di share. Un’altra vittoria schiacciante, dunque, per Maltese, che si prepara a regalare scintille con il gran finale in prime time. Il successo di audience è ancora una volta assicurato per la prima rete nazionale? (Aggiornamento di Maria Ravanelli)

Il passato si sta inevitabilmente legando al presente in Maltese – Il romanzo del commissario: Dario sta portando avanti le indagini, e – grazie ad una soffiata di Giulia – ha scoperto tutto il marcio che si cela dietro la costruzione dell’aeroporto internazionale, a partire dalla mossa legislativa ad hoc costruita dal sindaco Scirè, per favorire un’unica azienda, per arrivare fino ai diversi prestanome a capo dell’impresa. Un dettaglio, però, non è sfuggito a Maltese: Renda non si è ucciso, lo ha stabilito l’autopsia. È stato molto probabilmente messo a tacere. Dopo aver trascorso una giornata in compagnia della figlia Noa e della bella fotografa Elisa, Dario ha recuperato un ricordo nascosto: suo padre Giuseppe era sulle ginocchia, quando lo ha ritrovato senza vita. Anche quello, dunque, non è stato affatto un suicidio: che la storia della minorenne sia un’altra montatura per mettere a tacere la questione? Cosa c’entra davvero suo padre con tutta questa storia? Stasera, forse, avremo delle riposte…  (Aggiornamento di Maria Ravanelli)

Manca poco alla quarta e ultima puntata di Maltese – Il romanzo del commissario, la fiction di Rai 1 con Kim Rossi Stuart protagonista. All’attore sono dedicati molti commenti su Twitter, pieni di complimenti per la sua recitazione. C’è chi non nasconde che a suo modo di vedere è grazie a lui che questa serie ha successo. Complimenti ci sono stati anche per Valeria Solarino, che però è tragicamente uscita di scena alla fine della terza puntata. Le prime anticipazioni sul finale di stagione, dicono che Dario sarà in pericolo, visto che continuerà ad avvicinarsi sempre più alle importanti commistioni tra mafia e politica, ma senza trovare grandi appoggi nelle istituzioni. Maltese comincerà a essere troppo scomodo e non mancherà molto per vederlo di fatto condannato a morte. Il problema è che, come noto, in questi casi in pericolo ci sono anche i propri cari. Dunque il protagonista sarà davvero in difficoltà. Tornando ai commenti dei telespettatori, sono tanti quelli positivi riguardo le scelte musicali della fiction, anche perché rappresenta un tuffo nella musica migliore degli anni ’70, sia italiana che internazionale. Per molti la qualità della serie passa anche dalla scelta della colonna sonora. A risultare molto toccante è stata poi la scena finale, in cui è stata uccisa anche la figlia di Francesco e Giulia: per molti la morte di un bambino è la prova più evidente di quanto sia assolutamente da condannare la mafia, senza se e senza ma. Ora non resta che vedere se nel finale Maltese riuscirà ad assicurare i criminali alla giustizia.

Tempo di epilogo, sul piccolo schermo di Rai 1 per Maltese – Il romanzo del commissario: la fiction con Kim Rossi Staurt – che ha ottenuto un successo davvero strepitoso – è pronta per tornare in campo stasera, martedì 16 marzo 2017, con il quarto e ultimo episodio della stagione. Dario sta indagando a fondo: decisamente troppo a fondo, secondo qualcuno. Le sue mosse non passano più inosservate, e tutti ormai hanno capito che la determinazione che sta mettendo nel risolvere il caso del commissario Peralta lo porterà prima o poi a scoperchiare una vaso che troppi vorrebbero vedere invece ben sigillato. Questo, neanche a dirlo, lo pone in una condizione di pericolo costante, e la paura del pubblico è che possa finire proprio come è finito l’amico Gianni. Ucciso dalla mafia, a sangue freddo, alla luce del sole. Maltese è senza dubbio una pedina scomoda: riuscirà ad arrivare alla fine incolume?

La mafia, in Maltese – Il romanzo del commissario, è fin troppo collegata al potere della città di Trapani: un fatto di cui Dario si è reso conto minuto dopo minuto nel corso dei primi tre episodi della fiction di Rai 1. Più tardi, la prima rete nazionale, lascerà spazio al grande finale di stagione e – specialmente le ultime scene – saranno più che mai adrenaliniche. Maltese comprenderà fin troppo bene di avere poco tempo a disposizione: tutto si farà più veloce, in un gioco di mosse e contromosse che lo porteranno a conoscere il volto di colui (o colei) che si nasconde dietro questa ragnatela complessa e potente. Ci sarà una chance un particolare, che Dario proverà a cogliere al volo: tra presente e passato, ogni pezzo del puzzle andrà al suo posto? Staremo a vedere…

In Maltese – Il romanzo del commissario l’attrice Valeria Solarino ha vestito i panni di Giulia Mendeles, una ricca donna di Trapani che ha cercato in tutti i modi di opporsi al potere mafioso, ormai ben imperniato tra le trame dei suoi stessi familiari. “Sente il peso di questa famiglia” aveva confessato Valeria Solarino confessandosi in esclusiva sulle pagine di PianetaDonna “e le sta stretta questa mentalità. Ha cercato una via d’uscito con il marito ma non riesce perché anche lui si è inserito nel meccanismo mafioso”. L’attrice aveva usato un’immagine molto bella per descrivere il suo personaggio all’interno della fiction: una sorta di animale, una bestia aggressiva, scatenata che però vive rinchiusa in una gabbia. E, agitandosi e lottando per uscirne, alla fine si fa del male da sola…

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori