La cuoca del presidente/ Le curiosità sul film con Catherine Frot in onda su Rai3 (oggi, 17 giugno 2017)

- Cinzia Costa

La cuoca del presidente, il film in onda su Rai 3 oggi, sabato 17 giugno 2017. Nel cast: Catherine Frot, Jean d’Ormesson, alla regia Christian Vincent. La trama del film nel dettaglio.

la-cuoca-del-presidente-recensione
La cuoca del presidente

La cuoca del presidente, è il film che andrà in onda su Rai 3 oggi, sabato 17 giugno 2017. Una pellicola francese prodotta da diverse case cinematografiche nell’anno 2012 tra cui la Wild Bunch e distribuita nelle sale dalla Lucky Red Distribuzione. La regia è stata affidata a Christian Vincent per un film il cui soggetto è stato ispirato alla vita di una donna realmente esistita con il montaggio di Monica Coleman, le musiche della colonna sonora scritte da Gabriel Yared mentre i costumi utilizzati durante le riprese sono stati disegnati e confezionati da Fabienne Katany. Tra i protagonisti di questo splendido film ispirato ad una storia effettivamente accaduta c’è l’attore francese Hippolyte Girardot. Nato a Boulogne – Billancourt nell’ottobre del 1955, Girardot ha dato il via alla propria avventura nel mondo del cinema nell’anno 1973 recitando nella pellicola La femme de Jean diretta dal regista Yannick Bellon. La successiva esperienza è arrivata sette anni più tardi con l’attore che preso parte alle riprese del film L’inspecteure la Bavure di Claude Zidi. Tra i principali lavori cinematografici che hanno accompagnato la carriera di Girardot fino a questo momento ricordiamo Prenom Carmen di Jean Luc Godard, Modigliani di Mick Davis, House of 9 di Steven R. Monroe, Caos Calmo di Antonello Grimaldi e Tutti per uno del regista Tutti per uno di Romain Goupli.

, il film in onda su Rai 3 oggi, sabato 17 giugno 2017 alle ore 16.30. Una pellicola di genere commedia dal titolo in lingua originale Les Saveurs du Palais, di produzione francese, la pellicola è stata prodotta da diverse case cinematografiche nell’anno 2012 tra cui la Wild Bunch ed è stata affidata alla regia di Christian Vincent, del cast invece, fanno parte gli attori Catherine Frot, Jean d’Ormesson e Hippolyte Girardot. Ma vediamo nel dettaglio la trama del film.

Il film vede come protagonista una donna di nome Hortense Laborie (Catherine Frot) che svolge con grande passione il lavoro di cuoca che vive e lavora nel Perigord. La sua bravura è oramai certa tant’è che è stata insignita di numerosi riconoscimenti, nonostante ciò, Hortense Laborie non si è mai montata la testa ed ha sempre svolto il proprio lavoro con grande precisione e tempra.

Quando allora il presidente francese la sceglie come cuoca e responsabile della sua cucina personale all’Eliseo, Hortense è molto meravigliata. Mai infatti si sarebbe aspettata che proprio il presidente in persona l’avrebbe scelta tra uno stuolo di cuochi che avrebbe potuto avere a sua disposizione. Finita la sorpresa Hortense decide di partire alla volta dell’Eliseo per questa nuova e splendida avventura professionale che l’avrebbe certamente fatta crescere ancor di più.

Quando Hortense arriva nelle cucine dell’Eliseo ci sono già molti atri chef che immediatamente non la vedono di buon occhio preoccupati del suo ruolo ma soprattutto gelosi del fatto che Hortense sia la responsabile della cucina. La cuoca nota sin da subito le forte antipatie e contrasti che gli altri chef hanno nei suoi confronti ma ciò nonostante va avanti per la sua strada decisa a fare al meglio delle sue possibilità il lavoro per cui è stata chiamata. Ciò che rende Hortense differente da tutti gli altri chef delle cucine principali del Palazzo è la tempra e la forza che la cuoca mette nel suo lavoro.

Queste sue forti peculiarità fanno in modo che la donna riesca ad imporsi e farsi apprezzare e a stimare dai suoi colleghi. Un punto forte della cucina di Hortense è la semplicità e la genuinità dei suoi piatti. Questa sua sfaccettatura viene captata dal presidente sin dal primo assaggio che piatto dopo piatto rimarrà affascinato e sedotto dal suo modo di cucinare ma anche da lei stessa. In poco tempo Hortense finisce con l’entrare nelle grazie del Presidente, ma ben presto però dovrà fare i conti con i giochi di potere che si nascondono abilmente dietro le quinte.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori