Facciamo che io ero, Virginia Raffaele/ Momenti top e flop, l’ironia di Carla Fracci conquista (8 giugno 2017)

- Bruno Zampetti

Facciamo che io ero, con Virginia Raffaele: ultima puntata, i momenti top e flop in cui ci sono stati anche diversi ospiti, come Ornella Vanoni e Patty Pravo

virginia_raffaele_facciamo_che_io_ero_melania_trump_cs_2017
Virginia Raffaele

Proprio come aveva fatto Fiorella Mannoia, anche Carla Fracci si è prestata ieri a “imitare sé stessa” nel programma Facciamo che io ero, lo show di Virginia Raffaele di cui è andata in onda l’ultima delle quattro puntate. Sui social i telespettatori si sono scatenati, conquistati dalla sua autoironia: “Ce ne fossero di donne come la Mannoia e la Fracci che capiscono che l’imitazione è la miglior forma di adulazione. #FacciamoCheIoEro”, “C’è chi querela per le imitazioni, poi ci sono due grandissime come la Fracci e la Mannoia che insegnano l’autoironia. #FacciamoCheIoEro”, “Carla Fracci imita la Fracci che viene imitata da Virginia Raffaele e balla il DADAUMPA. GENIO. #FacciamoCheIoEro”. Belen Rodriguez avrebbe dovuto fare lo stesso? Secondo il pubblico probabilmente sarebbe stata la scelta migliore, sull’esempio di due grandi star come Fiorella Mannoia e Carla Fracci. Clicca qui per leggere tutti i commenti.

Si è conclusa ieri la cavalcata vincente di Virginia Raffaele nel suo show Facciamo che io ero: la conduttrice ha imitato vari personaggi del mondo della musica, dello spettacolo, della moda e molto altro, ottenendo per la gran parte l’approvazione del pubblico (anche se le critiche relative alle tante ripetizioni nelle imitazioni non sono mancate). Nel complesso comunque il giudizio relativo a questa prima esperienza può essere considerato positivo, tanto che nei social network c’è già chi pensa e propone una seconda edizione della divertente trasmissione di Rai 2. In diverse fanpages dedicate a Facciamo che io ero viene proprio sostenuta la tesi di una nuova avventura, nella speranza che la conduttrice possa tornare in televisione fra pochi mesi: “Io la voglio assolutamente una seconda edizione, sei mitica in tutto quello che fai sei grande Virginia…” , “Una seconda edizione? Si merita questo e altro…un genio vero … Torna presto che già ci manchi”. (Agg. di Dorigo Annalisa)

Virginia Raffaele ha salutato il pubblico di Rai 2 con l’ultima puntata di Facciamo che io ero, in cui non sono mancati ospiti particolari, come Michel Lauzière, capace di fare musica utilizzando davvero singolari. Non si può quindi non annoverarlo tra i momenti top della serata, anche perché non capita tutti i giorni di vedere un vecchio ventilatore utilizzato per dare il ritmo a una melodia. Da ricordare anche la presenza in studio della vera Ornella Vanoni, cui non è mancata dell’autoironia, quando si è trovata a duettare con Virginia Raffaele. Momento top anche quello che ha visto in studio Patty Pravo, una delle icone della musica italiana, a fianco della finta Ornella Vanoni, interpretata dalla padrona di casa. Che mette in mostra molte sue qualità con il personaggio di Saveria Foschi Volante, che regala qualche momento esilarante.

Non sono mancati però i momenti flop in quest’ultima puntata di Facciamo che io ero, sostanzialmente concentrati nei brevi sketch registrati in cui Virginia Raffaele vestiva i panni di Bianca Berlinguer e Sandra Milo. Sono risultati infatti troppo ripetitivi: visto uno, visti tutti, detto in poche parole. Non è stato poi esilarante il Donatella Late Night, in cui nei panni della Versace, la Raffaele ha accolto Renato Balestra. Lo stilista si è anche prestato bene alla situazione, ma qualcosa non ha funzionato benissimo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori