Letters to Juliet/ Le curiosità sul film con Amanda Seyfried in onda su Canale 5

- La Redazione

Letters to Juliet: trama e cast del film in onda su Canale 5 con Amanda Seyfried e Gael García Bernal. La pellicola, ambientata a Verona, racconta la storia di un amore “ritrovato”.

letters_to_juliet
Letters to Juliet (2010)

DA TAYLOR SWIFT A TONY RENIS

Le riprese di Letters to Juliet sono state effettuate tra il Veneto e la Toscana nell’estate del 2009. Tra le location principali, Verona, Siena (in particolare Castelnuovo Berardenga ) e il Lago di Garda. Per far sì che gli operatori potessero svolgere il loro lavoro in tranquillità, la loggia di Giulietta restò chiusa al pubblico per ben due giorni. Degna di nota la soundrack del film, che si divide tra hit ultra-pop e sonorità tipicamente italiane. Si passa così dalla ritmata “Love Story” del trailer (peraltro firmata da Taylor Swift) alla più classica “Quando quando quando” made by Tony Renis. Quantomai azzeccata la hit “Per dimenticare” degli Zero Assoluto, che pare sia stata scritta apposta per fare da colonna sonora agli intermezzi con protagonisti Claire e Lorenzo. Calza a pennello anche “Sono bugiarda” di Caterina Caselli, qui riadattata in “I’m A Believer”; perché in inglese, si sa, suona tutto più chic. (agg. di Rossella Pastore)

IL CAST

Durante il pomeriggio di sabato 22 Luglio 2017, su Canale 5, andrà in onda la commedia romantica Letters to Juliet. Si tratta di un film risalente al 2010 per la regia di Gary Winick; tra i personaggi principali figurano i volti della bellissima Amanda Seyfried, Gael García Bernal e Marcia DeBonis.
La trama della pellicola è liberamente ispirata all’omonimo romanzo di Lise e Ceil Friedman Lettere a Giulietta. Il film è stato apprezzato soprattutto grazie alla sua ambientazione: trattandosi di un remake di Romeo e Giulietta, Verona non poteva che rappresentare il luogo ideale per le riprese. La pellicola ha riscontrato un ottimo incasso, oltre a “incassare” altrettante critiche da parte del pubblico italiano, qui ritratto secondo il solito cliché “pizza, mafia e mandolino”. Aspramente criticata anche l’interpretazione dei protagonisti, che senza troppe pretese hanno portato in scena la storia di due novelli Romeo and Juliet.

LA TRAMA DI LETTERS TO JULIET

La vicenda, ambientata a Verona, ruota attorno alla vita di una giovane coppia americana. Sophie Hall (Amanda Seyfried) e il fidanzato Victor hanno un sogno: o perlomeno, il ragazzo sogna di poter aprire un ristorante. E quale luogo migliore, per fare gavetta, se non l’Italia? I due decidono di partire per una luna di miele proprio a Verona. Tuttavia, le cose non vanno esattamente come vorrebbero: Victor è in cerca di fornitori e sponsor per il suo nuovo ristorante, ed è molto preso da se stesso e dalle sue ambizioni. Per questo motivo, Sophie comincia a sentirsi trascurata. Ciononostante, l’avvenente giornalista decide di non perdersi d’animo e di visitare Verona da sola. La prima tappa, nella migliore delle tradizioni, è la casa di Giulietta. È qui che Sophie incontra un gruppo di ragazze che, ispirandosi alla celebre Giulietta della tragedia shakespeariana, dispensano consigli d’amore. Sophie si propone di aiutare il gruppetto a smaltire un po’ di richieste, e in questo modo entra in possesso di una curiosa lettera risalente a circa cinquant’anni prima. La lettera è stata scritta da una giovane borghese inglese che, in vacanza nella città di Verona, conobbe un giovane italiano e se ne innamorò.

Sophie, affascinata dalla storia d’amore mai coltivata tra Claire (il nome del mittente) e Lorenzo (il destinatario), decide di rispondere alla missiva. Incredibilmente, pochi giorni dopo le viene recapitato il responso: Claire ha accettato di presentarsi a Verona. Il giorno del loro incontro, Sophie ascolta assorta il racconto di Claire. La donna le confida di essere scappata per via dell’inesperienza del tempo, e le confessa di essere pronta a rivedere Lorenzo. Nel contempo, Sophie è costretta a scontrarsi con Charlie, il nipote di Claire, che a differenza delle ragazze giudica l’impresa “sciocca e impossibile”. Charlie, a differenza della nonna, ha un temperamento cinico e indifferente a causa delle diverse delusioni che ha subito. Victor, dal canto suo, è sempre più impegnato con le questioni riguardanti il ristorante, pertanto Sophie e Charlie passeranno sempre più tempo insieme… Come andrà? Riusciranno le due donne a ritrovare un vecchio amore? Ci sarà la possibilità di riaccendere nuove speranze?

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori