ENZO IACCHETTI/ Dopo Striscia la notizia, il tour nei teatri (Che tempo che fa)

- Morgan K. Barraco

Tra gli ospiti della puntata di domenica 21 gennaio di Che tempo che fa, Enzo Iacchetti, il noto conduttore di Striscia la notizia, ecco di cosa parlerà questa sera.

striscia_greggio_iacchetti_twitter_2017
Ezio Greggio ed Enzo Iacchetti

L’INTERVISTA

Dopo il momento di gloria di Gloria Guida, la palla passa a Enzo Iacchetti: “Oggi giro l’Italia con il mio tour, mi diverto a cantare i grandi successi del teatro canzone”. Nella clip che segue, vediamo Iacchetti cantare Barbera e champagne. Non solo Gaber: l’assonanza col nome di Jannacci sarà pur servita a qualcosa. Domanda marzulliana per lui: è più facile persuadersi da quel che si desidera o accontentarsi di quello che si è avuto? A soccorrerlo c’è Silvio Orlando: “La seconda che hai detto”. Pubblicità. Nel frattempo, i social sono impazziti per Gloria Guida. “Devo confessarlo: passando davanti al suo camerino, non ho potuto fare a meno di sbirciare”. Risultato? “Non è niente male, nonostante gli anni”. [agg. di Rossella Pastore]

ENZO IACCHETTI A CHE TEMPO CHE FA

Comico per eccellenza, Enzo Iacchetti è uno dei volti noti della comicità italiana, oltre che di Striscia la Notizia. L’artista ha fatto coppia fissa con Ezio Greggio per 30 anni di messa in onda dello show firmato Antonio Ricci, a cui recentemente ha voluto rinunciare per dedicarsi al mondo del teatro. Anni intensi che lo hanno visto ridere insieme al pubblico e fare leva su quella riflessione ironica che ancora oggi vuole come base del suo lavoro sui palcoscenici italiani. Questa sera, domenica 21 gennaio 2018, Enzo Iacchetti sarà ospite di Che tempo che fa di Fabio Fazio, su Rai 1, proprio per raccontare questa sua nuova pagina di vita. Sono trascorsi appena tre giorni dall’apertura della prima stagione teatrale di Lignano Sabbiadoro, avvenuta grazie al suo Libera nos Domine, uno spettacolo con cui Iacchetti apre le danze al suo nuovo ruolo di attore, presentatore e cantante. 

IL NUOVO LAVORO TEATRALE

Dopo aver abbandonato la scrivania di Striscia la Notizia, Enzo Iacchetti è pronto a rivoluzionare se stesso, ma senza snaturare la sua natura di comico. Nel suo ultimo lavoro teatrale, Libera nos Domine, il comico ha voluto infatti prendere le distanze dal cabaret e dagli ultimi lavori che lo hanno visto al fianco di Giobbe Covatta, Matti da slegare e Niente progetti per il futuro. Iacchetti ha voluto infatti affrontare sul palco la sua visione della rivoluzione dell’essere umano e del nostro Paese, su tematiche attuali come il progresso e l’emigrazione, ma anche su religione, amicizia e amore. Il tutto condito dalle canzoni che portano la sua firma ed altri brani che ha preso in prestito a grandi cantautori italiani come Giorgio Faletti, Enzo Jannacci e Francesco Guccini. L’intento del noto comico in questo caso è stato un One Man Show che sfruttasse la tecnica del Teatro Canzone, un’eredità ricevuta da grandi nomi della musica italiana come Fabrizio De Andrè e Giorgio Gaber.  

CHI E’ ENZO IACCHETTI

Nato nell’agosto del ’52 con il nome di Vincenzo Iacchetti, il futuro comico e conduttore che verrà conosciuto come Enzo o Enzino, muove i primi passi nella lombarda Radio Tresa e diventa comico grazie al milanese Derbu Club, dove rimane fra gli artisti più quotati fino a metà degli anni ’80 ed a fianco a nomi come Giobbe Covatta, Giorgio Faletti e Francesco Salvi. Lavora poi in diverse trasmissioni Rai e Mediaset, per poi sbarcare su Odeon TV con il programma Sportacus. Grazie al palcoscenico del Maurizio Costanzo Show presenta al pubblico italiano le sue canzoni e poesie bonsai fin dai primi anni ’90, entrando a far parte del mondo di Striscia la Notizia nel ’94, dove stringe con Ezio Greggio un accordo televisivo che renderà entrambi una delle coppie più celebri del programma di Antonio Ricci. Partecipa al primo film al fianco di Lello Arena e grazie a Quei due sopra il Varano, una sit-com firmata dallo stesso Ricci, per poi lanciarsi in altri lavori cinematografici dedicati al piccolo schermo come Da cosa nasce cosa, diretto da Andrea Manni. Negli anni successivi si concentra invece in Benedetti dal Signore, una miniserie tv che nel 2004 vincerà il Telegatto, per poi affiancarsi a Natalia Estrada in Il mammo, una sit-com di tre stagioni.





© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori