NICOLAS CAGE/ In bancarotta, ma al cinema con due film

- Elisa Porcelluzzi

Nicolas Cage è in bancarotta: l’attore ha sperperato un patrimonio di 150 milioni di dollari. Tra le sue spese pazze: un dinosauro, una piramide e 15 abitazioni.

ghost_rider_spirito_di_vendetta
Nicolas Cage, in Ghost Rider - Spirito di vendetta

Nicolas Cage, come riporta il DailyMail, è riuscito a dilapidare il suo patrimonio di 150 milioni di dollari in soli 7 anni. Le sue spese folli e i capricci di star hanno portato l’attore ad affrontare la perdita di alcune delle sue case e la richiesta da parte dell’Irs (Internal Revenue Service), il fisco statunitense, di 14 milioni di dollari. Per far fronte agli ingenti debiti, Nicolas Cage sta accettando ruoli di ogni tipo, riporta sempre il Daily Mail. Tra gli ultimi film dell’attore ricordiamo “Mom and Dad”, uscito nella sale cinematografiche americane lo scorso 19 gennaio, al fianco di Selma Blair. I due interpretano un papà e una mamma che, a causa di un’isteria di massa, diventano veri e propri psicopatici desiderosi di massacrare i propri figli. Nello stesso giorno è uscito al cinema anche “Mandy”, l’action-thriller diretto da Panos Cosmatos (Beyond the Black Rainbow), il quale ha anche scritto la sceneggiatura in collaborazione con Aaron Stewart-Ahn. Nel film, Nicolas Cage interpreta Red Miller un uomo che dà la caccia ad una pericolosa setta religiosa che ha massacrato l’amore della sua vita. (agg. Elisa Porcelluzzi)

LE “SUE” MUSTANG VALGONO ORO

Un negozio di Los Angeles, in California, chiamato Fusion Motor Company, ha acquisito la licenza esclusiva per riprodurre la Mustang Eleanor Ford, il nome dato alla Ford Mustang del 1973 nel film Fuori in 60 secondi diretto dal regista HB “Toby” Halicki e alla Ford Shelby GT500 del 1967 nel remake del 2000 con Nicholas Cage. Sono disponibili cinque motori Roush V-8. È possibile ottenere un cambio manuale a cinque o sei marce o automatico a sei rapporti se è necessario. Il cambio dipende dal motore e dalla trasmissione scelti. Le caratteristiche standard includono sospensione anteriore, freni a disco a sei pistoncini Wilwood, spoiler e splitter in fibra di carbonio (cofano in fibra di carbonio e coperchio del bagagliaio sono opzionali), scarico e testate in acciaio inox, radiatore in alluminio da 31 pollici e tante altre caratteristiche tipiche della vettura protagonista assoluta della pellicola con Cage. Presenti anche diversi comfort moderni come l’aria condizionata, i blocchi di alimentazione e il Bluetooth. Il prezzo di partenza ufficiale è di 189.000 dollari ma la cifra può salire fino a quasi 300.000 dollari in base alle richieste aggiuntive. Non male per farsi un regalo da sogno…

NICOLAS CAGE IN BANCAROTTA

Nonostante il capitale sperperato da Nicolas Cage che parla di 150 milioni di dollari spesi in sette anni l’artista ha visto la sua salvezza ancora una volta nel cinema. Le parti interpretate negli ultimi anni infatti sembrano aver rimpolpato il suo conto in banca, senza fargli vivere di certo attimi di terrore a livello finanziario. Basti pensare che nel 2016 ha lavorato in sei film e nel 2017 in altrettanti. Dodici film in due anni che hanno portato l’attore a guadagnare moltissimi soldi. Progetti importanti come l’ultimo film di Paul Schrader, sceneggiatore tra gli altri di Taxi Driver di Martin Scorsese, Cane Mangia Cane. Nel 2018 poi ha già partecipato al cas di Mandy ultima pellicola diretta da Panos Costmatos. In Italia lo abbiamo visto nelle sale proprio con Cane Mangia Cane la scorsa estate. (agg. di Matteo Fantozzi)

SPERPERATI 150 MILIONI DI DOLLARI

Il confine tra successo è fallimento è labile. Lo ha imparato a sue spese anche l’attore Nicoolas Cage. Secondo quanto riporta il Daily Mail il divo di Hollywood avrebbe sperperato 150 milioni di dollari in 7 anni,  ritrovandosi in bancarotta. Oggi il patrimonio dell’attore Premio Oscar si aggirerebbe intorno ai 25 milioni di dollari e da un paio d’anni la star “starebbe accettando ruoli a destra e a sinistra per pagare i suoi debiti”, riporta il Daily Mail. Il primo debito da saldare è quello con il fisco statunitense, a cui Cage deve ancora 6,3 milioni di dollari dei 14 richiesti. Secondo l’attore la colpa sarebbe dei professionisti cui si rivolgeva per gestire il suo patrimonio, che però a loro volta sono concordi nel ritenere che le difficoltà economiche sono il frutto di “una serie di acquisti costosi e spesso eccentrici”. Tanto che l’attore è diventato il protagonista di una puntata dello show “Le vite segrete dei super ricchi”. 

LE FOLLI SPESE DI NICOLA CAGE

Ecco alcune delle spese più folli dell’attore. Fino a qualche tempo fa, Nicolas Cage possedeva 15 dimore. Ne aveva una  da 25 milioni di dollari sul lungomare di Newport, in California. C’era poi la tenuta rurale da 15,7 milioni a Newport (Rhode Island) e la dimora da 8,5 milioni a Las Vegas. E ancora: uno chalet ad Aspen, in Colorado, un paio di appartamenti a San Francisco, New York e Venice Beach. Infine, nel 2006 l’attore ha acquistato per 3 milioni di dollari e mezzo, la famigerata villa LaLaurie a New Orleans, che secondo la leggenda sarebbe infestata da fantasmi. L’attore si è fatto costruire a New Orleans un mausoleo su misura: una lapide a forma di piramide alta quasi tre metri. Tra le folli spese anche acquisti per incrementare la sua collezione di animali: 270 mila dollari per due cobra albini e 150 mila per un “polpo domestico”. E ancora un coccodrillo e uno squalo. Cage si è aggiudicato all’asta al costo di 276 mila dollari un teschio appartenente a un dinosauro, il carnivoro tarbosauro, che ha poi dovuto restituire al governo della Mongolia, a cui era stato rubato tempo prima. Infine spese folli anche nel campo de motori: Nicolas Cage ha compratato all’asta nel 1997 per 450 mila dollari una Lamborghini Miura, appartenuta allo scià di Persia.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori