CRIMINAL MINDS 13/ Anticipazioni del 12 ottobre 2018: un cold case vecchio di 10 anni per il BAU

- Morgan K. Barraco

Criminal Minds 13, anticipazioni del 12 ottobre 2018, su Rai 2. Un caso di omicidio riapre delle vecchie indagini dei profiler, a caccia di un copycat. 

Criminal_Minds_13_aj_cook_facebook_2018
Criminal Minds 13, in prima Tv assoluta su Fox Crime

CRIMINAL MINDS 13, ECCO DOVE SIAMO RIMASTI 

Nella prima serata di Rai 2 di oggi, venerdì 12 ottobre 2018, andranno in onda gli tre nuovi episodi di Criminal Minds 13, in prima Tv per le reti in chiaro. Saranno il 4°, il 5° ed il 6°, dal titolo “Killer App“, “Colpi di fortuna” e “Il bunker“. Prima di scoprire le anticipazioni, ecco dove siamo arrivati la settimana scorsa: la squadra dà ancora la caccia a Mr Graffio (Bodhi Pine Elfman), ma i profiler vengono attirati in una trappola organizzata dall’SI. Garcia (Kirsten Vangsness) e Reid (Matthew Gray Gubler) sono gli unici rimasti in libertà ed una volta raggiunto il posto, scoprono che Prentiss (Paget Brewster) è stata rapita e che il resto della squadra è ferito. Reid viene quindi reintegrato per proseguire le indagini, mentre Simmons e Garcia continuano a ricostruire gli ultimi momenti prima della cattura di Prentiss. Quest’ultima intanto si risveglia in una stanza d’ospedale, ma qualcosa le appare subito strana. A causa di una sostanza particolare, la profiler infatti non è in grado di riconoscere Mr Graffio, che sfrutta il suo ruolo di finto medico per estorcere delle informazioni a Prentiss su Hotch (Thomas Gibson) e sul figlio. Scoperto l’inganno, Prentiss decide di fare appello a tutte le sue conoscenze per uscire dallo stato di torpore, mentre la squadra intuisce la volontà dell’SI. Sarà però Prentiss a riuscire a liberarsi dall’assassino.

Per riuscire a riprendersi dal caso precedente, il BAU deve affrontare un periodo di pausa. Reid supera però il test per poter ritornare in gioco, grazie ad una valutazione con cui gli viene imposto di non stare sul campo per troppi giorni di seguito. Il team decide poi di sfruttare il tempo libero per indagare su un caso avvenuto in Florida, l’omicidio di una donna ritrovato all’interno di una vecchia valigia e lasciata in un luogo pubblico. La donna non è stata identificata ed è la seconda vittima dello stesso SI. Una volta arrivati sul posto, i profiler scoprono che l’assassino ha ucciso ancora. Tutte e tre le donne sono state strangolate e sulle sue labbra è presente lo stesso tipo di rossetto, un colore vecchio che non viene più prodotto. Elementi che permetteranno a JJ (AJ Cook) di risalire a William Lynch (Alberto Frezza), un uomo disturbato e abbandonato dalla madre in precedenza, affidato alla nonna che lo ha cresciuto creandogli dei traumi.

Il BAU vola fino a Detroit per scoprire l’assassino di due uomini, uccisi nelle ultime due settimane. Secondo il profilo vittimologico, i due erano entrambi sposati e di poco successo. I loro corpi sono stati ritrovati appesi ad un gancio da macellaio e le loro parti intime sono state esportate prima della loro morte. Le autorità ricevono poi un video su Curtis Wyler, la seconda vittima in stato agonizzanti e che permette alla squadra di trovare alcuni particolari sull’SI. Nel frattempo, Garcia scopre che entrambe le vittime hanno prelevato delle piccole somme dai loro conti. La moglie di Wyler riferisce quindi che l’uomo potrebbe aver richiesto una escort. Garcia invece risale fino ad un sito di appuntamenti online, Blue Siren, che si occupa di incontri organizzati da Dasha. Quest’ultima invece svela di essere convinta che l’SI possa essere sulle sue tracce, come verrà confermato durante un agguato, che porterà all’arresto di Gabriel Merza (Solomon Shiv).

ANTICIPAZIONI DEL 12 OTTOBRE 2018

EPISODIO 4, “KILLER APP” – La squadra raggiunge la Silicon Valley per via di una sparatoria che ha colpito una società di videogiochi. Il cecchino è riuscito però a fuggire, mentre il team dovrà collaborare con la Homeland Security per riuscire ad identificarlo. Le uniche tre vittime uccise nell’agguato spingono i profiler a credere che non si tratti di un caso. L’assenza di legami complica tuttavia il caso, mentre si scopre che alcuni testimoni ricordano particolari differenti. Il sospetto di Rossi è che l’SI possa essere un ex dipendente frustrato.

EPISODIO 5, “COLPI DI FORTUNA” – Il BAU indaga sulla morte di una prostituta, ritrovata in una camera da letto. Il delitto sembra corrispondere al modus operandi di Floyd Feylinn Ferell, una vecchia conoscenza dei profiler. La squadra infatti si è occupata dell’SI dieci anni prima: Ferell amava adottare satanismo e cannibalismo per uccidere le sue vittime. Un particolare che si collega all’amputazione delle dita di Rebecca, ritrovate poi all’interno del suo stomaco. Il medico legale svela però che i resti non sono i suoi, ma che appartengono ad un’altra vittima. L’SI tuttavia non può essere Ferell, detenuto in una clinica psichiatrica.

EPISODIO 6, “IL BUNKER” – Quattro giovani donne vengono rapite in circostanze simili nell’arco di cinque anni. Richmond richiede l’aiuto del BAU per l’ultimo caso: la ragazza è appena stata rapita. La vittimologia svela che le vittime sono di successo, come Allie Leighton, che lavora come chef. Due vittime però sono state rapite all’interno di un parcheggio, anche se auto ed effetti personali non sono stati toccati. L’SI sembra inoltre agire attorno alla mezzanotte e non per chiedere un riscatto alle famiglie. Il caso diventa più complicato quando Joanna Miller chiede al BAU di indagare anche sulla scomparsa della sorella Chrissy, avvenuta cinque anni prima.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori