Roby Facchinetti e Riccardo Fogli/ Video, “Il segreto del tempo”: “Dopo i Pooh sono pronto” (Sanremo 2018)

- Morgan K. Barraco

Roby Facchinetti e Riccardo Fogli, video “Il segreto del tempo”: ospiti a Domenica In, i due cantanti si sono raccontati svelando qualche piccolo dettaglio sulla nuova… (Sanremo 2018)

fogli_facchinetti_foto_facebook_2018
Roby Facchinetti

Ospiti nello speciale di Domenica In dedicato al festival di Sanremo 2018, Roby Facchinetti e Riccardo Fogli hanno avuto la possibilità di esibirsi, ancora una volta, sulle note del brano “Il segreto del tempo”. “È stata per noi una settimana molto bella perché volevamo far conoscere questo nuovo duo. Ora che ho fatto la gavetta per cinquant’anni con i Pooh, sono pronto per fare questo mestiere”, ha ammesso con un pizzico di ironia Roby Facchinetti, che dopo aver presentato il nuovo disco, ha parlato di questa amicizia che per lui non ha più segreti: “Riccardo c’è una conoscenza che parte da molto lontano. Sono passati molti anni ma lui è rimasto sempre lui”. Il cantante ha inoltre precisato che il suo compagno di avventura “è sempre stato un gentiluomo, una persona perbene”, e per quanto riguarda le parole di Cristina Parodi, che ha sottolineato anche il fascino che ha sempre contraddistinto Riccardo Fogli, Roby Facchinetti non ha dubbi: “Lui cuccava. Io dietro un organetto e lui cantava!” . (Agg. di Fabiola Iuliano)

LA FINALE SUL PALCO DELL’ARISTON

Continua la finale del Festival di Sanremo 2018 e arriva anche l’ultima esibizione di Roby Facchinetti e Riccardo Fogli. Un duo che spacca il pubblico a metà tra chi li trova due pietre miliari della musica italiana e chi invece ritiene la loro non sia stata una grande esibizione. Le critiche sono soprattutto per Facchinetti, non trovato in forma come al suo solito. Ecco alcuni dei commenti social del pubblico che ha ascoltato l’esibizione: “Con tutto il rispetto per il passato, Facchinetti una volta mi emozionava, ora quando canta mi fa ridere”; “Secondo me hanno l’audio che non tanto gli arriva bene nei monitor agli orecchi. Stonano assai!”; e ancora “Bisogna capire quando è il momento di smettere ! Fogli ancora va bene, ma facchinetti deve ritirarsi senza criticare comunque un grande interprete della musica italiana”. (Aggiornamento di Anna Montesano)

DIFFICILE CONQUISTARE IL PODIO

Riccardo Fogli e Roby Facchinetti vengono presentati nella quarta serata del Festival di Sanremo 2018 da una Michelle Hunziker divertente e spiritosa; nelle vesti di un grande bouquet di fiori. La bella svizzera ha tra i capelli una grandissima corona di fiori, e sulla tuta nera, dal grande fiocco fucsia, targata Moschino, indossa uno di quei veli, simili a quelli usati dai fiorai per chiudere un grande bouquet. Claudio Baglioni le si avvicina con un innaffiatoio; mentre Pierfrancesco Favino imita il ronzio delle api. Il trio ha trovato la giusta complicità sul palco dell’Ariston, tanto che questo è stato il Sanremo più seguito degli ultimi anni.

Tornando all’altro trio, formato dai due ex Pooh accompagnati da Giusy Ferreri, hanno scelto un total look completamente nero. Roby Facchinetti indossa una giacca tempestata da micro paillettes, che vanno a richiamare quelle argento presenti sull’ abito di Giusy Ferreri, che però lasciano un effetto vedo non vedo all’altezza del decoltè; mentre Riccardo Fogli resta più anonimo ed elegante, con una giacca nera dal collo alla cosiddetta coreana.

Il testo della loro canzone è intitolato: il segreto del tempo; e parla di una lunga amicizia, della quotidianità che tutti vivono, ma anche di un passato ormai non presente.

Chissà se tra quelle righe, che parlano di amicizia, qualche parte è dedicata anche al loro ex compagno di squadra Red Canzian, che quest’anno è in gara anche lui, e che a fine serata, nella classifica scavalca i suoi ex compagni di squadra. Eppure l’edizione di Sanremo di quest’anno ha fatto riunire i Decibel ed Elio e le storie tese, ma non ci è riuscita con i Pooh, che dividendosi, guardano già al dopo festival, e a tutti i loro impegni dovuti dalle tournée che li vedrà impegnati tra la primavera e l’estate del seguente anno. Gli ex Pooh a fine esibizione si chiudono in un caloroso abbraccio, e a Giusy non resta che ringraziarli, in quell’abbraccio protettivo.

ROBY FACCHINETTI E RICCARDO FOGLI, NON BASTA GIUSY FERRERI 

È la voce di Giusy Ferreri a fare la differenza, quel timbro che solo lei ha, quel timbro che alla scorsa edizione di Sanremo venne meno, per far apprendere alla cantante, che doveva far piano, in quanto da quel momento in poi sarebbero state in due. Lì, la gioia di diventare mamma superò di gran lunga qualsiasi aspettativa della bella Giusy. La ragazza si è esibita con Roby Facchinetti e Riccardo Fogli. I tre sul palco dell’ Ariston sembrano felici e divertiti mentre cantano sorridono; ma quei sorrisi non aiutano Roby Facchinetti e Riccardo Fogli, in quanto il risultato dei voti della giuria presente in platea, li riconferma nella parte bassa della classifica.

Non si potrà mai sapere come andrà a finire, fino alla finale di stasera, dove verranno aggiunti i voti dell’ultima giuria, ma cosa certa è che i due insieme a Giusy Ferreri hanno fatto un buon lavoro, anche se come in tutte le gare c’è chi perde e chi vince. L’unico dubbio che lasciano ai telespettatori è: ma se non si fossero divisi ora in quale parte della classifica si potevano ritrovare i Pooh? Ciò resterà un mistero.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori