Sonia Bruganelli e Paolo Bonolis/ “Non ho un pubblico a cui rendere conto!”

- Sebastiano Cascone

Sonia Bruganelli, moglie di Paolo Bonolis, non lavora a stretto contatto con il marito ad Avanti un altro. Il 6 marzo 2018 appuntamento speciale per festeggiare le 1000 puntate

sonia_bruganelli_paolo_bonolis_instagram
Maurizio Costanzo contro Sonia Bruganelli

La moglie di Paolo Bonolis è nota anche per le frecciatine alle altre donne del mondo dello spettacolo (vedi Federica Panicucci) e forse la “mancata diplomazia”. La Bruganelli, raramente perde l’occasione di dimostrare quanto la sua vita possa essere straordinaria e così, sfoggia voli privati come se non ci fosse un domani e altre diavolerie tramite social. Questo – naturalmente – crea notevoli polemiche sul web, per colpa degli haters che, incapaci di avere una vita, pensano a quella degli altri attaccandoli. Certo, bisogna dire che la Bruganelli non sprizza simpatia da tutti i pori ma da un altro punto di vista, la violenza verbale del web è inaccettabile. “Io non ho un pubblico a cui rendere conto”, esordisce intervistata dal settimanale Oggi. “Non pubblicizzo marchi che mi pagano, non devo piacere per forza. L’invidia sociale la capisco pure, perché la gente in questo periodo storico è altamente insoddisfatta, quindi la metto pure in conto. Ma faccio più fatica a comprendere l’interesse di certi giornalisti che invece strumentalizzano quello che “posto”. Il mio profilo è di fatto un esperimento, un modo di mostrare in maniera giocosa uno spaccato di una piccola parte di me, rigorosamente sempre sopra le righe”. E su Bonolis? “Per lui parlo troppo…”, conclude. (Aggiornamento di Valentina Gambino)

IL TRUCCO PER ESSERE FELICI

Una coppia solida, felice e piena di risorse non solo nella vita privata ma anche in quella pubblica. Sonia Bruganelli è tornata a parlare di quello che è e sarà tra lei e Paolo Bonolis dalla pagine del settimanale Tv Sorrisi e Canzoni rivelando anche qual è il trucco della loro felicità. A quanto pare i due vivono insieme come coppia, come marito e moglie e come colleghi di lavoro ma questo non li rende stanchi uno dell’altra, perchè? Semplice. Anche in questo caso c’è un trucco e Sonia lo ha rivelato senza farsi molti problemi: “Il lavoro rimane fuori dalle mura di casa”. Questa è la verità. I due lavorano insieme ad Avanti un altro ma non si incrociano spesso visto che Paolo va dal camerino allo studio e viceversa mentre lei sta spesso in cabina di comando tra produzione e regia. Una volta a casa i due dimenticano il loro lavoro e gli impegni e si dedicano alla loro famiglia e al loro amore, è per questo che si amano ancora così tanto? I fan ne sono sicuri.

I RINGRAZIAMENTI AI FAN

Sonia Bruganelli è spesso attaccata sui social network a causa dei numerosi post su Instagram nei quali la donna mostra la sua vita quotidiana con tutti i suoi agi e comodità. Nei giorni scorsi, in occasione del suo compleanno, ha postato un bel mazzo di fiori con il seguente pensiero: “Grazie davvero a tutti… continuano ad arrivare regali e pensieri d’affetto. Qualche briciolo di sentimento deve essere arrivato allora… o forse è solo il denaro“. Una frase chiara contro le persone che criticano di continuo la Bruganelli per i suoi scatti e post. La cosa curiosa è il fatto che Paolo Bonolis non gradisca questo aspetto della Bruganelli che ha sottolineato come il suo continuo utilizzo del web e dei social siano collegati direttamente al suo lavoro. Al di là di ciò la coppia è solidissima grazie ad un rapporto che va avanti a gonfie vele. (Aggiornamento di Anna Montesano)

LE CONFESSIONI DI SONIA BRUGANELLI

Avanti un altro festeggia 1000 puntate il prossimo 6 marzo. Così il quiz di Canale 5, condotto da Paolo Bonolis, ospiterà tutte le maestranze che hanno decretato il suo successo. Gli speciali concorrenti, invece, dovranno rispondere sulle domande sulla storia del programma. Il settimanale Tv Sorrisi e Canzoni, in edicola questa settimana, ha intervistato Sonia Bruganelli, moglie del mattatore romano, una figura essenziale dietro le quinte delle sue trasmissioni perché responsabile delle riunioni di redazione e dei casting. Per fortuna, la compagna di Bonolis ha confessato che, almeno sul lavoro, non condividono gli stessi spazi: “Non siamo a diretto contatto. Anche quando ci troviamo entrambi agli studi Elios, durante il giorno, ci incontriamo magari per un caffè, ma lui va dal camerino in studio e viceversa, mentre io sono sempre al lavoro in redazione e in produzione”. Sonia è sempre in giro tra studi e corridoi degli Elios mentre Paolo preferisce rintanarsi in silenzio in camerino, al caldo, per concentrarsi e preparare al meglio la nuova puntata. La coppia, però, lascia la professione fuori dalle mura di casa per non rovinare l’armonia familiare con discussioni che nulla hanno a che fare con l’educazione dei figli e la gestione domestica: “E meno male, è salvifico. Ci pensa a parlare solo di quello?”.

PAOLO BONOLIS “GELOSO” DEI SOCIAL

Sonia Bruganelli non ha mai nascosto di avere un rapporto strettissimo con i social, mentre il marito non apprezza particolarmente il suo continuo maneggiare con il celluare: “Lui odia questo aspetto. Le più grandi dicussioni le facciamo perché per me il web e i social sono fondamentali anche per il mio lavoro mentre lui vede solo che mi assento con il telefonino in mano e questo lo fa impazzire”. La Bruganelli, in queste settimane, è intervenuta, in maniera più o meno indiretta, sullo scontro a distanza tra Francesco Vecchi e Federica Panicucci, a seguito della messa in onda del fuorionda di Striscia La Notizia. La responsabile casting ha ritwittato un tweet di Selvaggia Lucarelli ed ha commentato il video del tg satirico di Antonio Ricci con una definizione poco lusinghiera: “La Barbie over è incazz***tissima“. La blogger, su Facebook, aveva motivato il motivo di tanto astio nei confronti della conduttrice di Mattino 5: “Queste non sono scuse. Sono il classico metodo dei passivi-aggressivi per ribadire le loro ragioni simulando un atteggiamento remissivo. E se scuse erano, cara Panicucci, dammi retta: facevano schifo”. E’ proprio vero che quando le donne fanno squadra riescono a smuovere mari e monti con una disarmante e ficcante dialettica che non ha pari. Complimenti!

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori